Orgoglio e pudore, la montagna nasconde la sua povertà

di

Anche nei paesi montani cresce chi vive in condizioni di indigenza. Un fenomeno a sé per l'ampiezza del territorio e per la ritrosia dei montanini a chiedere aiuto. Zona per zona, il ruolo della Caritas, delle associazioni di volontariato e dei servizi sociali comunali. Parlano i protagonisti. Il quadro generale del “Dossier Caritas 2017": in aumento il numero delle persone che si recano ai Centri di Ascolto, soprattutto gli italiani. Il ricorso da saltuario è diventato abituale. Le cause principali: mancanza di lavoro, situazione familiare e abitativa


Un falò propiziatorio e musiche popolari per “Spirito della montagna”. La mostra prorogata fino al 20 gennaio

di

Doppio appuntamento nel tardo pomeriggio di venerdì 5 gennaio, in piazza e nella Casa della musica di Piteglio, con la “Festa della brusia vecia”, per celebrare il mese di esposizione fotografica di Maurizio Pini (che resta visitabile altre due settimane). “Un lavoro di ricerca appassionato di una spettralità viva e misteriosa. Un'ottica a volte pensosa, a volte malinconica e intricata, ma sempre nuova. Come se il fotografo cercasse sempre il senso del mistero”

"Gennaio apre il culo al gallinaio"

di

Un modo di dire che fotografava l'aumento della produzione di uova negli allevamenti tradizionali, con pause “biologiche” per le galline. I pollai sono oggi sempre più in disuso. Il ricorso a grandi allevamenti dove migliaia di capi vivono in gabbie strettissime, continuamente illuminate da luci artificiali per forzare la produzione

Media, computer, audio, video, monitor. Ma il latino non era una lingua morta?

di

Tutti i principali termini usati per le nuove tecnologie derivano proprio da lì. Il “medium”, nella trasformazione divenuto mass media, era il mezzo, lo strumento. Il tardomedievale “computare” è all'origine del computer. I verbi “videre” e “audire” sono diventati sostantivi, video e audio. Infine il “monere”, ovvero ammonire, si è trasformato in uno schermo, un monitor appunto

I tanti volti e i tanti meriti del Conservatorio San Giovanni Battista

di

L'istituto di Pistoia ha una lunga storia alle spalle. Fu punto di riferimento per i conservatori della montagna, vero sistema educativo femminile. Alla fine del 1800 ospitò educandato, asilo e scuola pubblica elementare. Poi l'ammodernamento e la crescita della multifunzionalità didattica. Quindi la distruzione dei bombardamenti della Seconda guerra mondiale, e poi la ricostruzione. Gli sviluppi più recenti, fino alla nascita della Fondazione

Ecco il dizionario toponomastico dell'Alto Reno e dell'Orsigna

di

Curato da Piero Balletti, il volume ha richiesto alcuni anni di ricerche. Raccolti toponimi noti e meno noti di due vallate del nostro Appennino. “La Voce della Montagna” e la Proloco de Le Piastre hanno deciso di sponsorizzarne la presentazione in programma domenica, 17 dicembre, alle 15,30, nei locali del Museo della Bugia