L'acqua, un problema dei nostri tempi. Ma le soluzioni contro la siccità ci sarebbero

di

Già gli antichi raccoglievano quella piovana. Negli anni recenti tante discussioni sugli invasi ma poche realizzazioni: sull'Appennino Tosco Emiliano ne esistono quattro dall'inizio del secolo scorso. E poi ci sono le tecnologie moderne: desalinizzazione dell'acqua del mare fino alla capacità di rendere produttivi perfino i deserti. I problemi delle conduttore. L'eccessivo ricorso alla clorazione

Da alido a seccume, tanti modi di chiamare la siccità

di

Il primo deriva dal latino aridus (arido) ed è incrociata con gelidus. Secco proviene da siticus (asciutto) e da sitis (sete). In montagna meno usata la parola afa, dall'origine incerta. Carestie e mancanza di piogge, così come gelate e inondazioni, ci sono sempre state anche in passato


Alla scoperta di una grande risorsa: il “turismo essenziale”

di

Lungo i sentieri a piedi, in mountain bike, a cavallo: le grandi opportunità offerte dal nostro territorio. Il successo delle “prove generali” dell'Ippovia di San Jacopo, che congiunge il Montalbano con l'alta Montagna pistoiese. La Linea Gotica e il valore del patrimonio storico locale legato alla seconda guerra mondiale: rifugi, fortificazioni, bunker da valorizzare in un'ottica di promozione turistica

Il Sindaco, un “patrocinatore” dei diritti di tutti

di

L'origine latina della parola è primus inter pares , cioè il primo fra gli uguali. La derivazione greca di syndicus, rappresentante e difensore della comunità, e syndikos, sorta di pubblico ufficiale incaricato di rivedere i conti, di giudicare i beni confiscati ai cittadini e di perorare o affossare leggi, nella logica dell'interesse collettivo

Guccini: "Il mio nuovo libro sarà sulla Pavana di oggi”

di

Intervista al cantante e scrittore nella sua casa sulla Montagna Pistoiese, dopo la cittadinanza onoraria conferitagli dal Comune di Sambuca. Il ricordo di quella giornata: “C'era un'atmosfera di affetto sincero. Mi ha fatto molto piacere vedere tanta gente arrivata lì per l'occasione”. Nel prossimo volume parlerà del paese, di come è cambiato negli anni: “Si sentirà forse l'eco di un altro passato. Era tutto assai diverso: la gente, il rapporto con gli animali, con la natura”

Allarme Miele, crolla la produzione. Le cause? Stagioni aride e inquinamento

di

A livello nazionale nel 2016 un calo del 70%. Il vice presidente di “Toscana Miele”: “Serve una legge-quadro regionale per l'apicoltura”. Evandro Signorini, apicoltore della Montagna pistoiese, spiega che il più colpito è quello ricavato dalla robinia (cascia). L'importanza dell'attività didattica: “Mi fa piacere che le giovani generazioni conoscano questo mondo stupendo. Ai bambini delle scuole cerco di trasmettere la mia esperienza e il mio amore”

Una “Banca della terra” per frenare l'abbandono dei terreni

di

Lo strumento della Regione Toscana per prevenire il dissesto e favorire l'imprenditoria giovanile, agricola e forestale. Ne possono usufruire enti, proprietari terrieri e aziende agricole che non riescono a gestire i propri beni per darli in concessione o affittarli. Sul sito di Artea le informazioni in tempo reale sui beni disponibili. La Legge regionale: si possono definire abbandonati i terreni che non sono produttivi da almeno tre anni, a meno che non si siano trasformati in bosco

Una “alleanza” transappenninica per rilanciare i due versanti montani

di

Iniziativa dei “Mei” di Casa Strelli (Alto Reno Terme) per mettere a confronto temi e problemi della montagna pistoiese e bolognese. Ne hanno discusso Andrea Ignesti, presidente dell'Associazione, il sindaco Giuseppe Nanni, lo scrittore Federico Pagliai e l'architetto Roberto Prioreschi. Identità di vedute su cause ee effetti della marginalizzazione delle aree montane e sulle possibili soluzioni