Pistoia Basket, clamoroso al Paladozza

di

La vittoria nell'ultimo turno di campionato contro la Virtus Bologna riaccende qualche speranza di salvezza. La “scossa” impressa da Paolo Moretti, il grande ritorno dell'ex, ha avuto subito grandi effetti: difesa a zona, intensità e quasi tutti i giocatori sulla stessa lunghezza d'onda. Domenica prossima scontro decisivo al Palacarrara contro Torino, una delle dirette concorrenti

Paolo Moretti, welcome back: il primo atto del nuovo corso?

di

Il ritorno sulla panchina del Pistoia Basket del coach artefice di grandi successi biancorossi può essere la vera linea di discontinuità con la vecchia dirigenza. Il peso dello sponsor Antonio Caso e del vice presidente Alberto Peluffo. Da apprezzare la grande chiarezza dell'allenatore e dei vertici societari sulla situazione attuale, l'impresa salvezza e le prospettive future. La scommessa in sei partite


Pistoia Basket, a volte ritornano

di

All'indomani della pesante sconfitta nello scontro diretto con Reggio, la società esonera Alessandro Ramagli e trova un'intesa in corsa con l'ex Paolo Moretti. Per il coach della promozione in A1 la scommessa di una salvezza quasi impossibile ma anche la garanzie di ripartire da qui il prossimo campionato. Tutti i retroscena della trattativa, le voci di scontri furiosi ai vertici societari. In attesa di possibili, clamorose dimissioni. E per il futuro si attendono vere svolte, non di sola facciata

Pistoia Basket, contro Sassari la sfida verità

di

Dalla sconfitta di Cremona alcune conferme negative su difesa carente e tenuta fisica ma anche alcuni segnali incoraggianti. Domenica prossima e nella successiva gara interna con Reggio conta solo vincere. Torna Peak e gli ultimi arrivi saranno più allenati e meglio inseriti: è lecito sperare in una partita importante

Pistoia Basket, non è ancora finita

di

Dopo la sconfitta contro Trieste, preventivabile al di là delle speranze da tifoso, c'è da attendere l'integrazione dei tre nuovi innesti. Alcuni segnali positivi ci sono: Odum sembra un buon play, Crosariol deve essere più assistito, Mitchell può essere devastante. I due stranieri, però, sono fermi da un po' e serve tempo per trovare forma e intesa con i compagni. Ma il tempo non c'è. E questo è l'attuale grande limite. A coach Ramagli il compito di tirar fuori il coniglio dal cilindro

Pistoia basket, domenica si vince!

di

Grande clima intorno alla squadra dopo i colpi di mercato. L'inserimento di Tony Mitchell, Jake Odum e Andrea Crosariol, impensabile solo pochi giorni fa, ridisegna completamente il roster biancorosso. Che adesso guarda con altre aspettativa il cammino verso la salvezza. Pochissimo il tempo di coach Ramagli per preparare la prossima gara contro Trieste. Ma ci sono tutti i presupposti per riemettere in sesto la stagione

Pistoia Basket, non ci sono più scuse

di

Il ritorno di Crosariol, l'inserimento di Odum in regia al posto dell'attuale play e una nuova guardia in arrivo, alimentano nuove speranze di salvezza. Poi tutti andranno visti all'opera. Sconfessate le scelte di inizio stagione di chi aveva puntato tutto sui due Johnson, Dominique e Kerron. Ammirevole lo sforzo della società che corregge errori iniziali. Adesso sulla carta c'è una buona batteria dei lunghi che dovrà essere messa in ritmo

Pistoia Basket, mai una gioia

di

La sconfitta di Brindisi riconsegna una squadra ancora una volta arrendevole. Dopo la settimana piena di polemiche per la vittoria a tavolino con Milano si sperava in un gruppo agguerrito, voglioso di dimostrare che la salvezza è alla portata. E invece niente. Intanto la società cede Severini a Treviso, pensa ad un nuovo play e un lungo. Ma non sarà facile. Adesso la lunga pausa del campionato e il 3 marzo nuovo scontro decisivo al Palacarrara con Trieste

Pazza idea PISTOIA BASKET: possiamo salvarci

di

La sconfitta con Milano diventata vittoria a tavolino, il clima del palazzetto e la prova sul campo infondono nuove speranze. Il neo acquisto, il giovane sloveno Mesicek, è intrigante, la squadra più reattiva. E poi Trieste, Torino, Cantù e Reggio dovranno giocare al Palacarrara. Non molleremo mai, come ha cantato la Baraonda durante la più bella delle sciarpate