Oriora, un'occasione persa ma siamo sul pezzo

di

Nella prima di campionato, a Pesaro, una sconfitta a causa di piccoli dettagli e pur avendo giocato meglio dei padroni di casa. Il punteggio lascia un po' di delusione ma non mancano i segnali incoraggianti come la gara di Kerron Johnson e Peak e il buon equilibrio nelle scelte di tiro. Persa la sfida sotto canestro e questa rischia di diventare una costante negativa. Domenica prossima arriva la corazzata Venezia. Serve subito un'impresa

Oriora, l’autunno è freddo e va alzata la temperatura

di

Nel pre campionato diversi segnali fanno temere un calo di interesse per il Pistoia Basket. Motivi fisiologici o cos'altro? Eppure i ricambi societari e tutti la crescita dei piccoli sponsor, dovrebbero incoraggiare. E c'è un patrimonio di passione che non può essere disperso. In attesa di vedere quelle che darà la squadra, che risposte si possono attendere dai tifosi?


OriOra, un cantiere ancora aperto

di

Le indicazioni dell'amichevole persa dal Pistoia Basket contro Reggio Emilia, una gara senza pathos e con pochi spunti degni di nota. Molte cose da rivedere in difesa, che è il marchio di fabbrica di coach Ramagli, e difficoltà anche nel reparto lunghi. Buona, a tratti, la circolazione di palla e più convincente degli avversari la costruzione del gioco. Conferme positive da Martini e Bolpin, bell'impatto di Severini, segnali confortanti da Kerron Johnson. E Dominique Johnson scrive di essere “felice” a Pistoia…
La FOTOGALLERY della partita di Daniele Bettazzi

Cara Oriora, ci piaci un sacco (anche se siamo solo all'inizio)

di

Prime impressioni sul PISTOIA BASKETedizione 2018/2019 dopo l'amichevole al Palacarrara contro Udine. Kerron Johnson pare devastante quando attacca il ferro, più incognite dal perimetro. Dominique Johnson senza bisogno di presentazioni. La faccia giusta mostrata dai più giovani. In attesa di vedere all'opera Adua e Krubally senza i limiti dei piccoli infortuni. Onore ai meriti del Consorzio e del suo presidente Peluffo

Pistoia Basket,il fascino di mille scommesse

di

Si parte da Oriora, il nuovo main sponsor. Dopo un'estate difficile e tanti timori sul futuro dei biancorossi, la squadra allestita ha una logica: "starting five" forte e una panchina italiana di giovani con grandi motivazioni. Restano ovviamente, come ogni stagione, molti interrogativi. A coach Ramagli cercare le risposte giuste. Ma i primi piccoli segnali sono incoraggianti

Pistoia Basket, riflessioni di mezza estate

di

Prime valutazioni dopo i cambi societari e il delinearsi del roster. Addii e conferme ai vertici societari. La “panchina” al risparmio di sole belle speranze. I primi acquisti di stranieri “sconosciuti”. La quota abbonamenti a 800: una conferma dell'amore incondizionato dei tifosi per la pallacanestro pistoiese

Un omaggio sincero a Roberto Maltinti

di

Un'analisi a tutto tondo sulla lunga presidenza di Robertone al Pistoia Basket. Le grandi doti umane, di un saggio “padre di famiglia” e di uomo “infiammabile” ma incapace di serbare rancori. Gli straordinari risultati ottenuti come numero 1 della società: il ritorno in serie A, gara 5 a Milano nella serie playoff, i due allenatori eletti coach dell’anno (Moretti ed Esposito), il sesto posto in campionato, le code interminabili al botteghino, i record di abbonamenti. I limiti: la difficoltà ad attrarre grandi sponsor, i rapporti complessi con le amministrazioni comunali, l'addio frettoloso a Galanda

The Flexx, si apre il dopo Maltinti

di

Archiviata la stagione con una bella vittoria nell'ultima gara, occhi puntati sulle nuove strategie societarie del Pistoia basket. Un grande grazie al presidente uscente ma adesso serve un cambio di marcia. Siamo tra le 15 migliori piazze italiane dove si gioca la grande pallacanestro italiana: bisogna creare le condizioni per non raffreddare l’entusiasmo dei soliti sponsor e, magari, diventare davvero attrattivi verso nuove realtà