Il Pacini e il Conservatorio, Pistoia e la montagna: il Preside-Presidente si racconta

di

Paolo Baldassarri, per quasi trent'anni responsabile dell'Itc Pacini e da 25 del Conservatorio poi Fondazione San Giovanni Battista, ci parla della sua vita e dei diversi mondi che ha attraversato. L'Infanzia e l'adolescenza a San Marcello, le scuole superiori dai Salesiani in Mugello, l'Università, l'insegnamento. La storia e le recenti attività della Fondazione, il rapporto sempre vivo con la montagna. Fino agli incontri con personaggi noti e diversissimi come Don Milani e Licio Gelli

Luca Buonaguidi: "Poeta a volte, agitatore sempre. Mi piace ciò che brucia o ispira quiete"

di

Intervista allo scrittore, viaggiatore, musicista, poeta e molto altro ancora. Si definisce una "persona in ascolto, un agitatore non necessariamente culturale". La straordinaria importanza dei suoni: "Tutti i miei maestri sono musicisti o li ho incontrati attraverso la musica". La scrittura? "E' una conseguenza". La "scoperta" di Spedaletto? "Un po’ per caso un po’ d’istinto". La passione per l''Appennino "muto ma generoso"


"L'avversario più temibile? Il malcontento nei confronti della politica e dei partiti"

di

Intervista al neo candidato sindaco del Pd nel Comune di San Marcello Piteglio, LUCA MARMO. La possibile squadra di governo? "Non ne ho parlato neppure con chi mi ha sostenuto. Prima di definire le linee guida devo confrontarmi con la mia coalizione. Ma tutti saranno coinvolti". La cosa più bella? "Subito dopo il voto tanti messaggi di stima anche commoventi". Il suo ruolo di dipendente pubblico del Comune di San Marcello come elemento polemico? "Nessun problema, farò quello che prescrive la legge"

Sarà suo un capitoletto del libro sul concerto di Vasco Rossi: "Mi sembra un sogno"

di

Gianni Caramelli, 20 anni, di Borghetto, è stato contattato per scrivere una parte del volume sul "Modena Park 2017". La passione per la scrittura di testi musicali coltivata da alcuni anni. Un suo brano inserito nell'album "Sognando Sanremo", cantato dalla pistoiese Serena Carradori. I lavoretti per mettere insieme un po' di soldi. E la spola con Roma: "Imparo lavorando a fianco di un autore importante". La notizia finita nella homepage di RADIO 105

"La fusione non vuol dire perdere i servizi ma migliorarli"

di

Intervista al commissario prefettizio del nuovo Comune di San Marcello Piteglio, Giuseppina Cassone. "Il mio compito è traghettare il nuovo ente alle prossime elezioni". "Saranno adottati tutti gli atti necessari. Ma nella chiarezza dei ruoli: noi non siamo eletti". L'anagrafe a Piteglio? "Garantita in base alle indicazioni dei sindaci uscenti. Poi andrà verificata la reale esigenza del servizio". Il personale? "Procederò sulla linea della riorganizzazione già adottata, tenendo conto delle professionalità e, per quanto possibile, delle esigenze di tutti"

Poco tempo ma grandi poteri. "Il commissario prefettizio non è un semplice passacarte"

di

Intervista al vice prefetto Vittorio De Cristofaro che condurrà i Comuni di Abetone e Cutigliano fino alle prossime elezioni. Le precedenti esperienze a Pescia, Ponte Buggianese e Uzzano e le differenze con l'incarico attuale. La novità della "fusione". La collaborazione dei sindaci uscenti. E ancora l'organizzazione di alcuni servizi, il personale, gli incontri con i cittadini. I criteri in base ai quali scegliere? "Legittimità e interesse collettivo". "Io non cerco il consenso, le mie decisioni non seguono i parametri della politica"

Fusioni, tutto pronto per il passaggio di consegne. I sindaci lasciano ai commissari

di

Braccesi (Cutigliano) e Danti (Abetone) hanno già incontrato il commissario prefettizio Vittorio De Cristofaro. Nei prossimi giorni Cormio (San Marcello) e Marmo (Piteglio) vedranno Giuseppina Cassone. INTERVISTA a BRACCESI: "Oltre alle fusioni da ripensare i confini territoriali. Spesso non hanno molto senso, penso alla collocazione della Val di Forfora, di Orsigna o Pracchia". Le critiche di Bertinelli alla fusione (una "forzatura") e al concetto di Alta Montagna ("ridicolo")? "Ogni parere è legittimo. Magari basterebbe un minimo di cortesia istituzionale". Sull'ipotesi grande comune del vecchio territorio provinciale? "Prima penserei a stare dentro la città metropolitana"

Il fotografo della Montagna Pistoiese con l'obiettivo sulle calamità naturali

di

Andrea Nannini, marescano, racconta la sua lunga esperienza con il Nucleo di Documentazione della Croce Viola di Sesto Fiorentino. Un gruppo di fotografi, operatori e giornalisti attrezzato per intervenire nelle località colpite da terremoti e alluvioni. "Ma noi non cerchiamo la spettacolarizzazione, ci limitiamo a documentare". Le esperienze straordinarie di Lourdes e del campo profughi a Idomeni, al confine greco-macedone

SPECIALE TERREMOTO / "La Montagna pistoiese? Una zona a media sismicità. Ma la soglia di attenzione deve restare alta"

di

Dopo i nuovi episodi di questi giorni riproponiamo l'intervista al geologo ANDREA FIASCHI, realizzata all'indomani del terremoto del 24 agosto. Con uno sguardo rivolto soprattutto alla situazione locale. Ad Abetone due volte toccata magnitudo 5, nel 1904 e 1930, una volta 5,2, nel 1740 (il picco più alto). La faglia è "distensiva" e profonda 10-15 chilometri. L'Appennino dall'Umbria in giù molto più pericoloso. "Italia ha il più completo catalogo storico dei terremoti al mondo ma una memoria molto corta". I danni devastanti alle abitazioni colpite? "Colpa anche delle ricostruzioni fatte con materiali già danneggiati e delle speculazioni edilizie"