Una grande folla per chiedere il pronto soccorso della montagna

di

Un successo la manifestazione di San Marcello. Il corteo partito simbolicamente dall'ospedale “Pacini” e giunto nella piazza centrale. Il sindaco di San Marcello Piteglio, Luca Marmo, ha confermato la decisione della Regione di istituire lo status di zona disagiata. Il primo cittadino di Abetone Cutigliano, Diego Petrucci: “Adesso date e impegni precisi”. Gli altri interventi. Martedì prossimo nuovo incontro a Firenze fra Regione e Consulta della salute. Intanto l'Usl comunica il potenziamento del servizio anagrafe sanitaria/cambio medico

Tutti in piazza a San Marcello per il pronto soccorso

di

Domani, sabato 13, la manifestazione promossa dalla Consulta della salute dei Comuni di San Marcello Piteglio e Abetone Cutigliano insieme alle associazioni. Alle 15 partenza del corteo dall'ex ospedale Pacini. Gli organizzatori: "Le aree interne non possono essere abbandonate. I cittadini devono godere degli stessi servizi essenziali - sanità, scuola, posta, viabilità, comunicazioni - presenti nei centri più grandi. La regola dei numeri deve essere superata"


UN PAESE ALLA VOLTA / "Nella valle di San Marcello dove si parla la lingua più pura d'Italia"

di

Dettagliato intervento del professor Paolo Baldassarri su San Marcello e Mammiano, fra storia e ricordi personali. A partire dal primato conquistato i primi dell'800 nella fornitura di energia elettrica in Toscana. L'importanza dei tre molini, di Fondo, di Mezzo e di Cima. Le grandi realizzazioni, dalla FAP all'ospedale Pacini. Il ricordo del corteo papale nel 1804. Il passaggio di tanti letterati di fama, a partire da Luigi Pirandello. Le disquisizioni sulla purezza della lingua parlata sulla montagna pistoiese secondo personaggi illustri, da Massimo D'Azeglio a Giosué Carducci, da Policarpo Petrocchi e Niccolò Tommaseo, da Renato Fucini a Gianna Manzini

Marmo sente Rossi e Saccardi: passo avanti su ospedale e sanità in montagna

di

Una nota del sindaco di San Marcello Piteglio spiega alcune significative novità in arrivo dopo il colloquio con il Governatore e l'assessore regionale. In particolare la Regione sarebbe propensa a riconoscere lo stato di zona disagiata, a ripristinare la chirurgia ambulatoriale e rafforzare i servizi sia in ospedale sia sul territorio. A breve un incontro a Firenze con la Consulta della salute e le amministrazioni comunali

I compiti scolastici del pomeriggio si fanno al Maeba

di

Dal 25 Marzo attivo l'apposito spazio “La Mongolfiera” nel nuovo centro di aggregazione giovanile. Un progetto di aiuto educativo e didattico alle famiglie pensato per ragazzi e ragazze della scuola secondaria di primo e secondo grado. Oltre allo studio, previste attività ludico-ricreative e laboratoriali. L'iniziativa, realizzata con un contributo del Comune di San Marcello Piteglio e in accordo con l'istituto Omnicomprensivo, è svolta della Cooperativa Arkè con l’Associazione Maeba e la Cooperativa Manusa. Coinvolti anche giovani universitari e lavoratori

Osservatorio astronomico, rinnovata la convenzione al Gamp

di

Sarà ancora il Gruppo astrofili della Montagna pistoiese a organizzare attività culturali e di ricerca all'impianto di Pian de' Termini. La convenzione con il Comune di San Marcello Piteglio sarà valida per un anno, dal 1 aprile 2019 al 31 marzo 2020. Il funzionamento della struttura. L'orario di apertura nel periodo estivo e invernale. Le prenotazioni alla Biblioteca comunale

Due stemmi in uno: ecco il nuovo gonfalone di San Marcello Piteglio

di

L'emblema riprende i simboli salienti appartenuti ai due Comuni che si sono fusi nel nuovo ente: una torre argentata, un cervo e due stelle. La consegna al sindaco Luca marmo dal prefetto di Pistoia, Emilia Zarrilli. Alla cerimonia presente il presidente del consiglio regionale, Eugenio Giani, rappresentanti delle istituzioni e delle Forze dell'ordine

Il giorno del P greco all'Omnicomprensivo di San Marcello

di

L'evento pensato per gli studenti di I° e II° grado della scuola secondaria. Dodici laboratori fra i quali conferenze, cinema, giochi matematici, scienze, cad, coding, disegno tecnico, scacchi, cucina e musica. La soddisfazione del preside Rai: “Ogni studente ha potuto scegliere in piena libertà e secondo le proprie inclinazioni l’attività da seguire”. Un gruppo di relatori esterni si è affiancato agli insegnanti