Montagna pistoiese area disagiata: "Il consiglio regionale decida"

di

Il comitato "Vogliamo il Pronto Soccorso" scrive al presidente del consiglio regionale Giani e a tutti i consiglieri per calendarizzare la votazione. La richiesta del riconoscimento di "area disagiata" legata alla riattivazione di un servizio per l'emergenza urgenza al Pacini. Nella missiva si ripercorre la storia recente del presidio ospedaliero, la grande raccolta di firme, i documenti unitari dei Comun di San Marcello Piteglio e Abetone Cutigliano. Ritenute insufficienti le risposte del protocollo regionale sul potenziamento di servizi ospedalieri, assistenza domiciliare e organizzazione territoriale

Resilienza, l’abilità di risollevarsi dopo un trauma

di

E' il significato di un termine nato in ambito ingegneristico. In psicologia si associa alla capacità di riprendersi a seguito di un danno o un evento stressante. Consiste nell'avere controllo e margine di azione su ciò che ci accade piuttosto che lasciare tutto alla sorte o alle azioni degli altri


Cure palliative in "hospice", in funzione due posti letto in montagna

di

Il nuovo servizio, attivo dal 18 novembre alla Fondazione Turati di Gavinana, per persone affette da malattie oncologiche e croniche in stadio avanzato. Destinatari colo che, per scelta o condizioni cliniche, non possono essere seguiti a casa, ma che possono mantenere il più possibile la vicinanza con la famiglia. L’iniziava fa parte di un progetto che comprenderà anche la formazione di infermieri e medici e della stessa cittadinanza su questa tipologia di cure

A Pistoia una fondazione per l’autismo

di

E' nata dalla collaborazione tra la Fondazione Turati e l'associazione Agrabah e sarà dedicata a questa patologia. Primo obiettivo l’accreditamento e il convenzionamento della comunità alloggio protetta della Casa di Gello, che sarà potenziata e riorganizzata. Anche un ricercatore impegnato in attività di ricerca sulle malattie dello spettro autistico. Cariglia: "Una garanzia per lo sviluppo futuro: vogliamo legare alle strutture l’attività relativa alla legge del dopo di noi". Venerdì prossimo, a Villa Cappugi, un convegno sul tema dell'autismo promosso dalle due onlus

Mete raggiunte e obiettivi futuri: ecco dati e programmi nell'"Open day" di Dynamo Camp

di

Nella prima giornata a Limestre, il presidente di Fondazione Dynamo, Enzo Manes e la "ceo" Serena Porcari tracciano le linee guida. Raggiunta quota 100 ragazzi ospitati a settimana nel campo di terapia ricreativa. Per i prossimi mesi e prossimi anni in programma la creazione di una rete di “caregivers” e una grande iniziativa denominata “Case Dynamo” ed incentrata sulla legge sul “Dopo di noi”. I numeri del 2019. Tutte le imprese a marchio Dynamo. La raccolta fondi: entro la fine dell'anno prevista una raccolta di 5,5 milioni di euro. Il programma della seconda giornata, domenica 6

Ospedale potenziato e più servizi sanitari per la montagna: siglata l'intesa fra Regione e Comuni

di

La firma fra i sindaci di San Marcello Piteglio e Abetone Cutigliano, la Regione e l'Usl: un passo intermedio verso il riconoscimento di "area disagiata". Un cronoporgramma definisce tempi e modalità di intervento. I punti principali dell'accordo: raddoppio dei medici di emergenza/urgenza, rafforzamento dei servizi specialistici e delle cure palliative, "Day Service" oncologico, chirurgia ambulatoriale e una nuova TAC. Al via anche un progetto sperimentale di attività di assistenza infermieristica domiciliare

Torna l'Open Day: porte aperte al pubblico al Dynamo Camp

di

Domenica 6 ottobre la giornata di festa annuale per conoscere il progetto del primo Camp di Terapia Ricreativa in Italia. Sarà possibile visitare lo spazio espositivo con le opere realizzate da bambini e famiglie e sperimentare le varie attività: arrampicata, tiro con l’arco, cavallo, attività ludica coi cani, orti Dynamo, circo e magia. Dal palco del teatro la presentazione dei programmi futuri