PIT, come finanziare i progetti delle imprese agricole di filiera

di

Intervista a Michele Bellandi di Impresa Verde Coldiretti Pistoia: il progetto della Regione Toscana prevede un investimento di un milione di euro e il coinvolgimento di 40 diversi soggetti. Gli obiettivi principali: la limitazione del dissesto idrogeologico legato ai cambiamenti climatici, il mantenimento del paesaggio, la biodiversità per flora e fauna e l'introduzione di fonti energetiche rinnovabili. Gli interventi realizzati fino ad oggi e quelli da ultimare

Riserva MAB appennino una cassaforte di risorse umane e naturali

di

La Riserva di Biosfera UNESCO dell'Appennino Tosco-Emiliano è stata istituita nel 2015. Recentemente è stato avviato l'iter di ampliamento che la porterà ad includere 80 Comuni su 3 Regioni (Toscana, Emilia e Liguria). L'esistenza della Riserva MAB ("Man and the Biosphere") rappresenta una grande opportunità per la tutela e la valorizzazione del territorio. L'intervista a Fausto Giovanelli, presidente del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano e coordinatore della Riserva della Biosfera


"Un mosaico tenuto assieme dal filo narrativo delle acque"

di

Intervista a Federico Pagliai sul suo ultimo romanzo "La torrenta". Al poeta bambino si affianca il montanino verace che narra un mondo a molti ignoto. "Il libro è una raccolta di raccolti romanzati che trovano origine da un comune elemento naturale". Il fiume? "Mai sentito chiamare al maschile, sempre con il nome declinato al femminile, La Lima". Il futuro della montagna?: "Spero che in molti volgeranno lo sguardo verso l’alto cercando di tornare ad abitare nei borghi oggi dimenticati"

“Dobbiamo stimolare la Regione ad occuparsi di più e meglio della montagna”

di

Intervista ad Alessandro Capecchi, assessore all'urbanistica del Comune di Pistoia che lascia il suo incarico per nuovi impegni regionali. Gli strumenti per aiutare i territori montani, dalla riduzione della TARI a norme che favoriscano il recupero del patrimonio storico. “Necessario superare la visione dirigista e museificatoria: non consumare il territorio ma renderlo fruibile per chi ci abita e lavora”. L'adozione del Piano Strutturale, “da costruire sulla base di un grande processo partecipativo”. E ancora: “Il Comune deve garantire regole più semplici e chiare e risposte più veloci”

“Pro loco in difficoltà? Il riflesso della crisi del volontariato”

di

Intervista a Beatrice Flore, presidente UNPLI (l'associazione nazionale delle Pro loco) della provincia di Pistoia. Più della metà in zone montane e collinari. “Sono dei presidi del territorio e fanno da tramite fra abitanti e istituzioni”. Svolgono diversi compiti di gestione e manutenzione, organizzano eventi culturali e ricreativi. Ci sono casi di cicli di vita lunghi, altalenanti e brevi. Alcune sono in grosse difficoltà ma esistono anche nuove costituzioni. La legge sul terzo settore e le difficoltà burocratiche

Raccolta di funghi e "uso" del bosco: scarsa cultura e regole sconosciute

di

Intervista a Francesco Benesperi, responsabile dell'Area Forestazione dell'Unione dei Comuni Appennino Pistoiese. Le abitudini sbagliate dei "fungaioli" (e non solo). Lo spazio boscato? " La maggior parte non è collettivo bensì suddiviso in tante proprietà private". La vendita impropria di molti raccoglitori. "Buona l'idea di creare aree di raccolta riservata ad aggregazione di aziende". La poca redditività del taglio dei boschi e il loro conseguente abbandono

Il ritorno alle origini del campione francese di rugby

di

A colloquio con Vincent Lagasse, nato 38 anni fa nel Sud della Francia, alla scoperta di Castel di Cireglio, dove viveva da piccola la nonna materna. A 5 anni l'incontro con il pallone ovale, poi una lunga carriera ai massimi livelli. I racconti ascoltati da bambino sul paesino vicino a Pistoia. La recente morte della madre e la voglia di ricercare quei luoghi. La visita al paese di Petrocchi: “Vorrei acquistare una casa qui dove ho ritrovato me stesso”. L'incontro con la società pistoiese di rugby “Gli Orsi”

La pace fra Bologna e Pistoia, siglata in montagna 800 anni fa

di

Quest'anno la ricorrenza dell'intesa del 1219, che riscrisse i rapporti delle città e della montagna. Il professor Giampaolo Francesconi, famoso medievalista pistoiese, spiega le vicende ed il contesto di quel travagliato momento storico. E illustra come la "pace duìi Viterbo" siglava un quadro di tensioni di media o lunga durata per il controllo e la gestione del confine appenninico. La sovrapposizione di fattori locali e non nella contrapposizione fra le due città

Anna Kauber ed il suo film: "In questo mondo" la vita delle donne pastore

di

Lunga intervista all'architetto, scrittrice, paesaggista e regista, che ci porta in un universo poco conosciuto, con una sua transumanza lungo tutta l'Italia. Un viaggio alla scoperta di una Montagna viva, delicata ma forte, complicata e vera. Un'immersione fra chi ha fatto di una scelta la sua ragione di vita. Attraverso un tempo senza tempo, con i suoi cicli naturali, la nascita e la morte, il frastuono della nebbia e la spensieratezza di un agnellino