Quando la mora è nera, un fuso per sera

di

Un proverbio molto legato alla vita reale. A settembre, infatti, le giornate iniziano ad accorciare e in passato ci si poteva dedicare di più alle attività domestiche. Da qui il legame fra il frutto di bosco, che matura in quel periodo, e la filatura della lana

Quelle domande di fondo che restano sul futuro della nostra Montagna

di

Tanta gente alla tavola rotonda organizzata dalla "Voce della Montagna" a Cutigliano, sabato 26 novembre. Prima la discussione fra quattro sindaci e quattro importanti imprenditori, poi una lunga serie di considerazioni e domande del pubblico. E' emersa la grande necessità di creare una dialettica costruttiva. Restano molti nodi da sciogliere sullo sviluppo del territorio. E resta da definire il rapporto tra una progettualità innovativa ed una più consueta visione economica della Montagna. FOTOGALLERY di Maurizio Pini

Appello a istituzioni e privati: salviamo i nostri castagneti

di

La crisi testimoniata dall'importazione dall'estero di grandi quantità di castagne e dallo stato di abbandono nel quale versano gran parte delle piante. Eppure esistono i primi presupposti, come il prezzo al chilo della farina dolce, perché torni ad essere una risorsa economica. Servono nuove scelte: reimpianto di castagni, potatura delle piante più vecchie, inserimento del castagno fra le piante obiettivo, una pianificazione più razionale dei boschi, reinnesto dei polloni e regole più semplici

Il "Brocco"? Un cavallo inaffidabile. E poi anche un atleta scarso

di

L'origine di questa parola, il latino broccus, aveva tutt'altro significato: si riferiva a una cosa sporgente, all'infuori. E spesso era legato alla conformazione dei denti. Poi nel linguaggio ippico ha significato "ronzino" con i denti sporgenti. Più di recente si è iniziato ad utilizzarlo per chi si cimenta in attività sportive con scarsi risultati