Bailamme, quella baraonda che deriva dal turco "Bairam"

di

L'espressione fa riferimento a due feste maomettane che concludono il Ramadan, simili alla Pasqua ebraica, al nostro Carnevale e al primo giorno dell'anno. I fedeli islamici festeggiano con banchetti pubblici e scambiandosi doni. Da noi è stato "ribattezzato" alla toscana e ha assunto un solo significato, legato al caos e alla confusione

“ECOMOSTRI” / Quel colosso di cemento armato che sovrasta Prunetta

di

E' l'ex “Ipost”, l'Ente previdenziale delle Poste, nato nel 1975 come come colonia, albergo e centro vacanze per i figli dei dipendenti dell'Amministrazione postale, in funzione fino al 1997. Poi la chiusura e anni di abbandono fino al passaggio di proprietà all'Inps, nel 2010. Che ha indetto una gara senza esiti: tutto bloccato dai ricorsi fra concorrenti. L'ultimo atto, la richiesta del sindaco di Piteglio al governo perché ne alieni la proprietà pubblica e favorisca l'intervento di eventuali nuovi investitori

Perchè si usano le espressioni balugano o bachiocco

di

Oggi lo si fa in modo più bonario di un tempo. Balugano deriva da "strabico", a Pisa occhio storto; da lì uomo stolto che non vede oltre il proprio naso. Bachiocco deriva da bastone, bastonare a vanvera e, infine, mandare tutto in malora. L'espressione è usata per chi fa danni. Nel migliore dei casi un sempliciotto

Il mirtillo: quanti modi per definire una bacca prelibata

di

Per questo prodotto del sottobosco, presente in quantità sulla nostra montagna, sono stati elaborati nel tempo, e a seconda delle zone, nomi diversi: piuro, pentolino, pignattino, lampolina. Sull'origine pesa l'influsso ligure. Baggiolo invece pare derivare dal latino bacula (bacca); la forma che ne è conseguita in alcuni dialetti settentrionali, bagola, indica proprio il mirtillo