"La fusione non vuol dire perdere i servizi ma migliorarli"

di

Intervista al commissario prefettizio del nuovo Comune di San Marcello Piteglio, Giuseppina Cassone. "Il mio compito è traghettare il nuovo ente alle prossime elezioni". "Saranno adottati tutti gli atti necessari. Ma nella chiarezza dei ruoli: noi non siamo eletti". L'anagrafe a Piteglio? "Garantita in base alle indicazioni dei sindaci uscenti. Poi andrà verificata la reale esigenza del servizio". Il personale? "Procederò sulla linea della riorganizzazione già adottata, tenendo conto delle professionalità e, per quanto possibile, delle esigenze di tutti"

Fine anno con il taglio del nastro: Lanciole ha il suo eliporto per le emergenze

di

Alle "Ciocche", in un terreno di proprietà della Parrocchia, è stata attrezzata un'area per l'atterraggio degli elicotteri del 118. L'iniziativa voluta dalla Pro loco, con la collaborazione del Comune e dell'Enac. All'inaugurazione gli interventi del sindaco di Piteglio, del consigliere regionale Marco Niccolai e del presidente della Pro loco Graziano Turini. La benedizione del parroco Alessio Tavanti. Presenti diverse associazioni del volontariato


Ufficio anagrafe chiuso il sabato, prima protesta nel nuovo comune

di

Polemica per l'annuncio di una riduzione dei giorni di apertura degli sportelli comunali: da 4 a 2 la settimana. Iniziata la raccolta di firme in calce a una petizione che parla di "Comune unico... taglio dei servizi". Il sindaco Marmo: "Deliberato un indirizzo perché l'ufficio resti in funzione a Piteglio anche il sabato"

A Lanciole è già tempo di “magie” natalizie

di

Sabato 3 dicembre l’accensione di un grande albero darà inizio alla festa del borgo. Quest’anno anche un presepe con personaggi dipinti a mano a grandezza naturale. Vicino al circolo della Pro loco torna il mercatino con idee regalo e specialità gastronomiche della stagione

Compostaggio di Tana Termini, ora il Comune chiede l'intervento della Regione

di

Lettera del sindaco Marmo e del capogruppo Baldassarri per attivare l'Unità di crisi: si rischiano perdita di posti di lavoro, di soldi pubblici e continui disagi per i cittadini e le imprese del territorio. I cattivi odori dell'impianto hanno causato proteste dei residenti della zona e anche un esposto in Procura. Fino allo stop del conferimento dei rifiuti umidi. Un problema da risolvere alla radice