La due giorni toscana del Cammino di San Jacopo

di

La camminata sabato 19 e domenica 20 maggio. La proposta di “Comunità Toscana – Il Pellegrino”, lungo la via romana Cassia Vetus, una strada che ha subito tante modifiche nel corso del tempo. Un percorso complessivo di 52 chilometri (26 al giorno) collinare e pedecollinare. La prima tappa con partenza da piazza Duomo a Firenze e arrivo in piazza Duomo a Prato. La seconda nel territorio provinciale pratese e pistoiese e arrivo in cattedrale a Pistoia

Una giornata nella fattoria didattica

di

Per il sesto anno consecutivo l'iniziativa promossa da Unicoop Montagna e Istituto scolastico di San Marcello. Appuntamento il 10 maggio alle Roncacce. I bambini a contatto diretto con gli animali, con le tecniche di produzione di formaggio, ricotta e burro e con la semina della patata


L'inverno delle frane: in montagna è ormai un'emergenza

di

Le persone sfollate da Pian dei Sisi a causa dello smottamento di terreno lo scorso 19 febbraio non potranno rientrare nelle proprie abitazioni. Il bilancio dell'inverno che non vuol finire è pesante. Tante le ripercussioni sulla viabilità principale, soprattutto la strada regionale 66. Interruzioni temporanee e tratti di chiusura totale anche per la Statale 12 con grandi difficoltà a raggiungere l'Abetone proprio nella stagione sciistica. FOTOGALLERY sul pessimo stato in cui versa la principale arteria di collegamento della Montagna

Il Cai della Montagna ha scelto il nuovo consiglio

di

Rinnovati i vertici del Club Alpino Maresca Montagna Pistoiese. Nuovo presidente Alessandro Bini, che succede a Sauro Begliomini. Scelti i nove componenti del consiglio e i tre sindaci revisori. Dureranno in carica per tre anni. Obiettivo dell'associazione: favorire la conoscenza, il rispetto, la tutela e la promozione dell'ambiente. Nel programma corsi di escursionismo avanzato, torrentismo, speleologia, escursioni di vario livello, attività associative, ricreative e culturali, incontri nelle scuole e uscite con gli studenti

I funghi: una storia curiosa anche nella lingua

di

Il nome porcino deriva da porco: in molti pensano che fosse un alimento apprezzato dai suini. Anche gli antichi Romani lo chiamavano così. I funghi erano molto amati ma anche temuti. La più celebre intossicazione che condusse alla morte fu quella dell'imperatore Tiberio Claudio, avvelenato proprio con boleti velenosi dalla moglie Agrippina

Frana a Pian dei Sisi, Petrucci: 'Il primo obiettivo è il rientro nelle case a Pasqua"

di

Proseguono i rilievi e gli studi. Dai primi dati emerge un quadro "abbastanza positivo" a partire dalla presenza di roccia a bassa profondità (3/4 metri) che dovrebbe garantire una situazione di stabilità. Il sindaco del Comune di Abetone Cutigliano: "Abbiamo dato priorità assoluta al rientro nelle abitazioni. In una fase successiva ci occuperemo di individuare le cause di quanto accaduto"

Un centro studi per l'Ecologia e la Biodiversità degli Appennini

di

La struttura di ricerca scientifica effettua studi e monitoraggi su specie animali e vegetali soprattutto nelle aree prive di protezione. Obiettivo principale: creare un data base per mettere in rete le informazioni. Lo stesso metodo di lavoro del ciclo di incontri universitari, l'Universitaly Wolf Tour, dedicato allo studio del lupo. Presenti agli incontri, oltre ad esperti del settore, rappresentanti delle associazioni più sensibili al tema delle predazioni e dell’agricoltura

Marzo pazzerello, ogni giorno un corbello

di

Ma anche "Se Marzo non marzeggia, April mal pensa". Tanti i modi di dire legati a questo mese: ogni regione ha i suoi. Nel calendario romano più arcaico era dedicato alla guerra e a Marte. D'altronde segna il passaggio dall'inverno alla primavera e le condizioni meteorologiche cambiano di continuo e in modo repentino