"Le Pro loco del futuro? Più moderne e più unite"

di

I progetti di Beatrice Flore, presidente dell'Unione Pro loco della provincia di Pistoia: 56 realtà delle quali ben 33 sulla Montagna. "Dobbiamo collaborare, scambiarci materiali, competenze e informazioni. Ed essere al passo con i tempi". I problemi principali? L'eccesso di norme burocratiche che limita gli eventi, la mancanza di volontari, le risorse finanziarie. "I 'Patti territoriali' prevedono opere di pubblica utilità in cambio di contributi. Speriamo di poter battere questa strada". Tante le attività svolte fino ad oggi, dalla gestione di circoli a piccole botteghe all'assistenza turistica. La necessità di intensificare i rapporti con gli enti locali e la Regione Toscana. "In Emilia esiste una legge per la promozione e il sostegno delle Pro loco"

Nasce l'amministratore sociale: nuove forme di aiuto per cittadini fragili

di

Il progetto del Comune di Pistoia è uno tra i primi in Italia. Obiettivo principale creare una rete sociale di inclusione per le fasce più emarginate socialmente ed economicamente. Partirà in via sperimentale nelle zone collinari e montane. L'assessore e vicesindaco Celesti: “Vorremmo che nessuno sul nostro territorio si sentisse abbandonato ed escluso”. Coinvolta una rete di soggetti sostenitori: circoli, parrocchie, ordini professionali, farmacie, associazioni di categoria, organizzazioni sindacali e altri ancora


"Idee forti, visione strategica e lavoro comune: solo così si può sperare nella crescita e nello sviluppo"

di

Il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia presenta il Documento programmatico 2018-2020. Un'occasione per guardare al futuro di un intero territorio: "Bene proseguire l'esperienza di Pistoia capitale della cultura". Confermati interventi per 12 milioni di euro annui nei settori sviluppo, sociale, cultura, educazione. E venerdì 15 e sabato 16 la festa per i 25 anni di attività: un volume dedicato a Palazzo de’ Rossi e una giornata di apertura al pubblico con concerti, visite guidate e attività per le famiglie

Le Piastre museo a cielo aperto della Natività: per un mese sarà ancora il paese dei cento presepi

di

Torna l'appuntamento con la tradizione, da domenica 10 dicembre al 14 gennaio. Per il secondo anno il paese aderisce a “Terre di Presepi”, un "concorso" sull'arte presepiale con adesioni da tutta la Toscana. Le Piastre al centro anche della XXX Edizione de “Il presepio più bello”, dedicata alle realizzazioni più belle della provincia di Pistoia. Una giuria visiterà tutti gli iscritti durante le festività del Natale. Il 14 gennaio la premiazione nella chiesa locale di Sant'Ilario

Progetto Pistoia capitale della cultura, una sfida anche per il futuro

di

La visita del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. I ringraziamenti del sindaco Alessandro Tomasi al Capo dello Stato e al Ministro Franceschini, quindi l'accensione dell'albero di Natale in piazza Duomo e la visita al museo dello Spedale del Ceppo e alla Visitazione robbiana nella chiesa San Leone. Tomasi: l'attenzione fornita quest'anno può diventare una grande opportunità economica, che può legare sempre più turismo e cultura, senza snaturare l’essenza della città. Sottolineata l'unicità di Pistoia, dal suo centro storico fino ai borghi montani. Il discorso integrale



E' nato il progetto Emex, percorsi cicloturistici per riscoprire le bellezze della Montagna

di

Si chiama Ecomuseo Mountain Bike Experience, è pensato per gli amanti della bicicletta che vogliono visitare antiche strutture rurali, dai molini alle ferriere, dalle ghiacciaie ai ponti medievali. Tutte le caratteristiche degli “anelli”: lunghezza, dislivello, quota massima e tutte le località interessate. Le partenze da Pracchia, Pontepetri, Pian di Novello, Cutigliano e Sammommè. Realizzata anche una mappatura gpx e una cartina. Tante le collaborazioni che hanno reso possibile l'iniziativa

Comprensorio Toscana-Emilia: nel coro di consensi manca Abetone Cutigliano

di

Nell'incontro pubblico organizzato da Confesercenti, a San Marcello, il sindaco Petrucci sferra un attacco politico e contesta la bontà del collegamento Doganaccia-Corno alle Scale. Tanti plausi ai 27 miliardi in arrivo dal Governo (20) e dalle Regioni Toscana (4) ed Emilia (3). "Una "svolta storica" secondo Confesercenti. Il sindaco Marmo: "Un turismo da reinventare. Per il quale servono altri finanziamenti". L'assessore regionale Ciuoffo: "C'è molto ancora da fare. Ce ne faremo carico". La sindaca di Lizzano Belvedere: "O ci salviamo insieme o siamo morti tutti"

Piccoli comuni, ecco la legge ad hoc: un'occasione per la montagna

di

Appena pubblicata in Gazzetta ufficiale (il 2 novembre), riguarda i municipi sotto i 5000 residenti. Ancora troppo poche le risorse disponibili. Positivo l'approccio di “sistema” e le politiche per favorire la microeconomia locale: obiettivi principali la riqualificazione di terreni forestali e edifici, il ripristino di ambiente e territorio, la promozione di nuove forme di turismo. Di particolare interesse il capitolo istruzione e trasporti. Le possibili ricadute per il nostro territorio

"Una visione chiara e una prospettiva unitaria: solo così si può immaginare la montagna del futuro"

di

Intervista al vescovo di Pistoia Monsignor Fausto Tardelli. Che parla delle necessità di unire le forze: "Serve una sola voce che ponga il tema in tutte le sedi opportune". E spiega le priorità pastorali in un territorio ricco di risorse ma complesso. Le cause? Lo spopolamento, la mancanza di lavoro, la carenza di servizi, l'abbandono dei terreni. La fuga dei giovani? "Diventa una necessità. Se ci fossero le condizioni, rimarrebbero qui". L'importanza della riscoperta e promozione degli antichi cammini di pellegrinaggio: "Da valorizzare in chiave spirituale, culturale e socio-economica"