"Montagna marginale? E' il 47% del territorio toscano. Serve una politica per rilanciarla"

di

L'assessore regionale all'agricoltura Marco Remaschi al convegno nazionale a Firenze: "Occorrono servizi per i quali non possono valere le stesse regole di economicità che devono essere rispettate in città. Si deve fare un lavoro integrato su agricoltura, turismo, commercio, trasporti, sanità, sociale, servizi". E ancora: "L'Italia è uno dei maggiori importatori di pellet. Non è possibile che con la nostra dotazione di foreste si debba ricorrere al mercato straniero"

A PISTOIA L’INCONTRO TRA LE FONDAZIONI BANCARIE ED IL MONDO DELL’IMPRENDITORIA

di

Venerdì 24, alle 15, il convegno “Le Fondazioni e lo sviluppo economico dei territori”, in Palazzo de' Rossi. Presenti i presidenti Giuseppe De Rita (CENSIS), Giuseppe Guzzetti (ACRI), Luca Iozzelli (Fondazione CARIPT), Umberto Tombari (Fondazione CR Firenze), il presidente e la vice presidente di Confindustria Toscana, Pierfrancesco Pacini e Cristina Galeott, e Luca Paolazzi (direttore Centro studi Confindustria)


Coldiretti incontra le aziende agricole della Montagna

di

Appuntamento lunedì 20, alle 10.30, nella sala Baccarini a San Marcello. Fra i temi in duscussione sgravi e adempimenti fiscali, patentino trattori, fondi Psr e la presentazione di Oscar Green, il premio promosso da Giovani Impresa. Sei le categorie dell'edizione 2017: il 31 marzo il termine di presentazione delle domande di partecipazione

Contributi per il sistema neve, aperto il bando della Regione

di

L'importo per l'intero comparto toscano è di un milione di euro, con un massimo di 200mila per singolo progetto. Le domande dovranno riguardare adeguamento, potenziamento, messa in sicurezza e manutenzione di funivie e relative strutture. Gli aiuti concessi nella forma di contributo in conto esercizio fino ad un massimo dell'80% della spesa

“Risalire con un’azione collettiva. Ma il pallino non può restare in mano ai politici”

di

Nuovo intervento di SANTE BALLERINI dopo la lettera del consigliere comunale ROBERTO FOSSI. Che affronta il tema dell’abbandono della montagna: “Nel Comune di SAMBUCA si è passati dai 4688 abitanti nel 1961 ai 1749 del 1981”. E non crede al riscatto della Politica: “Sta ai sambucani e ai tantissimi che a Sambuca possiedono casa e terreni dire basta allo stato di abbandono e al degrado che devasta il territorio”

"Spetta alla politica creare le condizioni per vivere nelle aree periferiche"

di

Il consigliere comunale ROBERTO FOSSI riprende l'intervento di SANTE BALLERINI: "D'accordo con le premesse ma le scelte deve farle la politica". Serve "una classe dirigente che progetti un rinnovato sviluppo delle aree marginali". Il ruolo della comunità? "Saper scegliere amministratori capaci". Ed essere consapevoli di un "progetto globale e non locale, che coinvolge la metà dei comuni italiani"

Progetto Oasi, CNA bacchetta i comuni di Abetone e Cutigliano: “Stupiti dal loro scetticismo”

di

Il presidente dell'area montana Andrea Gaggioli: assurdo guardare con sospetto investimenti che vengono da fuori. “Noi imprenditori favorevoli a valorizzare il patrimonio presente sul nostro territorio. Gli investimenti esterni arrivati in passato hanno portato ricchezza e un patrimonio di competenze e conoscenze”. Quindi l'appello a valutare l'ipotesi Dynamo senza pregiudizi e a non dimenticare le “tante realtà virtuose presenti in montagna”

"Non possiamo lasciare il pallino in mano ai politici. I montanari devono prendere l'iniziativa"

di

Intervento di SANTE BALLERINI di CAMPEDA (Sambuca) dopo la proposta avanzata da ANDREA ANDREOTTI di un piano straordinario contro il dissesto idrogeologico. L'invito ai montanari: "Bisogna creare società agricole semplici o cooperative con l'obiettivo di recuperare il territorio". I vantaggi? "Per chi ha perso il lavoro, per i giovani, per gli immigrati". Un modo anche per non perdere "il bagaglio formidabile dei saperi degli anziani"