Vivarelli presenta il Comitato Gestione Pubblica Foreste Pistoiesi

di

E' la proposta principale del candidato sindaco del partito Indipendentista Toscano esposta in un'assemblea pubblica a Bardalone. Il nuovo organismo dovrebbe essere “di utilità sociale” con lo scopo di una “esclusiva gestione pubblica diretta delle aree demaniali”. Fra gli altri obiettivi la promozione turistica ed economica della Montagna Pistoiese

A Pracchia il primo confronto a otto fra (aspiranti) candidati sindaco

di

Pro loco e Misericordia hanno organizzato il primo dibattito fra i candidati alla carica di primo cittadino del Comune di Pistoia. Attenzioni rivolte soprattutto alle necessità dei territori montani. Fra i temi emersi con più forza defiscalizzazione, sicurezza, fondi europei, bilancio comunale, dissesto idrogeologico, impoverimento demografico e Ferrovia Porrettana


"Zona franca e tasse tagliate del 50%. Una richiesta eccezionale per salvare la montagna"

di

E' la proposta più dirompente della neo candidata sindaco Venusia Ducci per la lista "Futuro civico". Il coordinatore Giuseppe Montagna: "Il nostro schieramento fortemente civico, apartitico ma non apolitico". Quasi pronto l'elenco dei candidati al consiglio comunale. I primi punti programmatici: aiuti alle associzioni; battaglia legale sulle vecchie scelte per l'ospedale Pacini; Social Valley da valutare, no secco all'oasi; lotta per il recupero dei crediti da Gaia e per metanizzare le zone ancora scoperte

Petrucci scende in campo. "In montagna milioni pubblici buttati al vento. Serve una svolta"

di

ABETONE CUTIGLIANO, intervista al candidato sindaco di una lista civica alternativa al centrosinistra. I motivi della scelta. La necessità di invertire la rotta: "Ci vuole un piano choc. Questa è l'ultima occasione per un rilancio". Le prime proposte: politiche premiali per chi investe, soldi pubblici non solo agli impianti ma a tutto il comparto. "L'obiettivo è fare del nuovo Comune uno dei capoluoghi del turismo nel centro Italia". Tanta gente alla presentazione pubblica al Lupo Bianco. La FOTOGALLERY

L'indipendentista toscano che non vuole né immigrati né Social Valley

di

Carlo Vivarelli ha presentato la sua candidatura a sindaco del Comune di San Marcello Piteglio. L'attacco a Vincenzo Manes di Dynamo Camp: “Vuole chiudere un territorio e sfruttarlo economicamente”. La sua controproposta: dar vita a “un Comitato di Gestione Pubblica Foreste Pistoiesi”. Secco “no all'invasione etnica, culturale ed economica” che sarebbe rappresentata dall'immigrazione

Vivarelli e gli Indipendentisti toscani presentano lista e programma per le prossime comunali

di

Appuntamento giovedì sera, alle 21, nella sala Coop di Maresca, per la presentazione del candidato sindaco, della lista e del programma elettorale per il Comune di San Marcello Piteglio. Nell'occasione verrà illustrata un'iniziativa a favore della nascita di un Comitato di gestione pubblica delle foreste pistoiesi. "Dovrà essere apartitico e apolitico". Il suo obiettivo principale? "Il controllo pubblico dei fondi riguardanti la gestione delle foreste demaniali"

Montagna annuncia la scesa in campo e spacca il fronte anti sinistra

di

Il consigliere comunale uscente (già sindaco per dieci anni di Abetone) formerà una propria lista, senza candidarsi, per il comune San Marcello Piteglio: venerdì 7 il primo appuntamento pubblico. Si ripete il copione di cinque anni fa. Intanto il centrodestra è al lavoro per uno schieramento allargato e civico, e alla ricerca di un candidato sindaco dopo il "no" di Claudio Gaggini. Botta e risposta polemico fra Silvio Gaggini e Giuseppe Montagna. In campo anche Carlo Vivarelli del Partito Indipendentista Toscano