La Politica, Pistoia  |  aprile 9, 2019

Luca Marmo vince la sfida dei sindaci di montagna: è lui il nuovo presidente della Provincia

Il primo cittadino di San Marcello Piteglio, sostenuto dal centrosinistra, ha battuto quello di Marliana, Marco Traversari, sostenuto dal centrodestra. E' stato scelto in un'elezione di secondo grado, da sindaci e consiglieri comunali di tutti i comuni. La percentuale di votanti è stata dell'84 per cento. La nuova composizione del consiglio: per il centrosinistra fra gli eletti ben quattro sindaci su cinque, per il centrodestra tutti e quattro gli eletti sono consiglieri del Comune di Pistoia oltre all'esponente della lista civica

di

Tempo di lettura: circa 2 minuti
Prima foto da neo presidente della Provincia per Luca Marmo

PISTOIA – Luca Marmo, sindaco del Comune di San Marcello Piteglio, è il nuovo presidente della Provincia di Pistoia. E’ stato proclamato questa mattina, martedì 9 aprile, alle 10.25, al termine dello scrutinio dell’Ufficio Elettorale. Marmo, sostenuto da un’alleanza di centrosinistra ha ottenuto la “cifra elettorale ponderata” pari a 45.026, battendo Marco Traversari, sindaco del Comune di Marliana, eletto alla testa di una lista civica e sostenuto dal centrodestra, che ha riportato 39.895 voti ponderati. Com’è noto, infatti, quella del presidente della Provincia e del consiglio provinciale è un’elezione di secondo grado: a votare non sono i cittadini bensì i sindaci e i consiglieri comunali di tutto il territorio provinciale. Sono stati complessivamente 254 elettori (170 uomini e 84 donne) dei 301 aventi diritto al voto, con una percentuale di affluenza pari all’ 84,39%. Luca Marmo, che ha assunto immediatamente la funzione di Presidente della Provincia, resterà rimane in carica 4 anni (l’incarico è esercitato a titolo gratuito).

Le operazioni di scrutinio

Il primo commento

“Ringrazio Marzia Niccoli per lo sforzo e l’impegno di queste settimane e in modo particolare Rinaldo Vanni per l’ottimo lavoro fatto negli anni e per aver gestito la Provincia nella fase più difficile – è stato il primo commento di Marmo – . Ci metterò il massimo impegno per il bene dei cittadini a partire dai problemi emergenti: viabilità ed edilizia scolastica in particolare, senza rinunciare ad un lavoro orientato a fare della Provincia la ‘casa comune dei comuni’. Sullo sfondo ma non meno importante l’impegno per la redazione del Piano Strategico quale sfida unificante per tutta la comunità pistoiese. Un ringraziamento particolare ai Sindaci e ai Consiglieri che ieri si sono recati al seggio per esprimere il proprio voto”.

Il nuovo presidente in sintesi

Luca Marmo è nato il 18 11 1967. Attualmente ricopre la carica di Sindaco del Comune di San Marcello Piteglio. Ha conseguito la laurea in ingegneria ed è diplomato al Conservatorio. Ha insegnato musica per anni ed è stato dipendente pubblico. E’ entrato in politica da giovane, fra il 1995 e il 2004, è stato prima capogruppo, poi assessore del Comune di Piteglio. Dopo un’interruzione Marmo ha ripreso l’attività amministrativa diventando prima Sindaco dell’ex Comune di Piteglio, nel 2014, e dopo la fusione con San Marcello, nel 2017, è stato eletto primo cittadino del neonato comune di San Marcello Piteglio.

Gli eletti in consiglio

Di seguito tutti i dieci eletti nel nuovo consiglio provinciale.

Per la lista numero 1 “Provincia Pt Civica” Alessandro Cenerini (Consigliere del Comune di Pistoia)

Per la lista numero 2 “Democratici e progressisti”: Nicola Tesi (Sindaco di Ponte Buggianese), Ferdinando Betti (Sindaco di Montale), Gabriele Giacomelli (Consigliere del Comune di Quarrata), Alessio Torrigiani (Sindaco del Comune di Lamporecchio), Marzia Niccoli (Sindaco del Comune di Massa Cozzile).
Per la lista numero 3 “Provincia per tutti” Iacopo Vespignani (Consigliere del Comune di Pistoia), Gabriele Gori (Consigliere del Comune di Pistoia), Francesca Capecchi (Consigliere del Comune di Pistoia) e Patrizia Manchia (Consigliere del Comune di Pistoia).


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.