La Politica, Pistoia  |  ottobre 16, 2018

Pistoia ricorda Renzo Bardelli, il “comunista scomodo”

In Palazzo comunale un convegno per ricordare la vicenda politica, amministrativa e umana dell'ex primo cittadino, scomparso pochi mesi fa. L'evento, venerdì 19 ottobre, alle 16, è promosso dalla Fondazione Turati e dal Circolo di cultura politica Tony Blair. Diversi gli interventi in programma. Previsti anche contributi e testimonianze che verranno raccolti nei prossimi giorni

di

Tempo di lettura: circa 1 minuti

PISTOIA – La Fondazione Filippo Turati Onlus e il Circolo di cultura politica Tony Blair organizzano per venerdì 19 ottobre, alle 16, nella sala Maggiore di Palazzo comunale, il convegno «Renzo Bardelli a Palazzo di Giano: sindaco e militante politico». L’evento intende ricordare sia l’impegno per Pistoia che ha caratterizzato l’esperienza di Renzo Bardelli prima come assessore e poi come eletto nel Consiglio comunale dal 1965 al 1990, sia il contributo dato da lui in quegli stessi anni al dibattito politico all’interno della sinistra, non solo a livello locale.

Dopo i saluti di Nicola Cariglia, presidente della Fondazione Turati, di Alessandro Tomasi, sindaco di Pistoia, e di Marta Bardelli, figlia di Renzo, Luciano Pallini e Vannino Chiti cureranno due brevi relazioni introduttive, rispettivamente intitolate «Al governo della città: la passione senza sconti per Pistoia» e «Il comunista scomodo».

Seguiranno due interventi sui rapporti tra le maggiori forze presenti in Consiglio comunale in quegli anni, con Carlo Nicolai che parlerà dei rapporti contrastati con socialisti e laici e Giorgio Federighi della ricerca dell’incontro con la Dc. Successivamente ci saranno altre comunicazioni dedicate al rapporto di Renzo Bardelli con quello che si muoveva nella società di allora: Filippo Buccarelli si soffermerà sull’attenzione verso i giovani e Renzo Innocenti sull’impegno per il lavoro e l’occupazione, Luigi Bardelli sulla scoperta dei media, Alfio Fedi sul rapporto con le sue radici – ovvero Bottegone nel cuore e nell’anima – mentre Stefano Baccelli parlerà delle passioni dello sportivo.

Ma Renzo Bardelli era attivo nel dibattito oltre la scala locale: di questo ci darà testimonianza Aldo Frangioni, che è stato sindaco di Fiesole e presidente della Fondazione Michelucci, il quale ci parlerà di Bardelli visto da fuori Pistoia. A Claudio Rosati è stato chiesto di ricordarne, infine, l’esperienza attraverso una scelta di foto che, raccolte in uno snello opuscolo, saranno distribuite a conclusione del convegno.

Alle 18 sono previsti contributi e testimonianze di quanti vorranno collaborare alla ricostruzione della vicenda politica, amministrativa e anche umana di Renzo Bardelli: molte le proposte di intervento già pervenute, delle quali verrà data notizia nei prossimi giorni.


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.