La Montagna Pistoiese nella penna e nel cuore dei grandi scrittori

di

Descritta già nei testi di Boccaccio, poi Tommaseo e Alfieri, ancora Verga, Pirandello, Carducci e Palazzeschi, questa terra fu “scoperta” soprattutto dopo la nascita della Ferrovia Porrettana. In molti vi trascorrevano brevi soggiorni, qualcuno divenne residente, come l'emiliano Giuseppe Lipparini. In epoche più recenti è stata meta privilegiata di Fosco Maraini, del pistoiese Giovanni Procacci e “rifugio” di lunghissimi periodi per Tiziano Terzani. A Castello di Cireglio nacque, visse a lungo e morì Policarpo Petrocchi, la “voce” letteraria più autorevole e autentica della nostra montagna


"Montagne Italia", il rapporto del 2016: cosa fare per un futuro possibile

di

Presentati in commissione parlamentare i risultati di una ricerca a 360 gradi. Nella popolazione residente cresce il numero di anziani e di immigrati. Le vallate montane come esperimento dal basso del passaggio dal fossile alle energie rinnovabili. La richiesta al Governo per valorizzare l'ecosistema montano. L'agricoltura sempre più settore nevralgico

I canti popolari di Giuditta Scorcelletti, fra cronaca e leggenda

di

La cantante folk pistoiese, ospite del Pavanart, ha al suo attivo diversi dischi e anche una candidatura al Grammy Awards di Los Angeles. L'importanza della collaborazione con il produttore e compositore Michael Hoppé e il primo disco in inglese. Il suo è un genere lirico narrativo, una melodia che incanta l'ascoltatore e crea un'atmosfera da fiaba

Maresca a colori. Un libro, una festa. Un progetto per il futuro

di

L'idea di pitturare le facciate delle case è venuta a Sura Bizzarri dopo un viaggio in Marocco. Ne è nato un testo con più autori, "Marrakeska exp", che verrà presentato il 17 luglio nel corso della Festa "Coloramaresca". Ovvero pittori che dipingeranno ed esporranno le loro opere, murales realizzati in diretta e bambini trasformati in madonnari, armati di gessetti e fantasia