Una mostra, un libro e una buona azione

di

Bilancio della mostra "Per antichi sentieri" di Angelo Celsi, che ha chiuso i battenti a Palazzo Achilli, a Gavinana, dopo aver fatto tappa in diverse località della montagna. Il bilancio del curatore Sante Ballerini. Che attendeva una maggiore risposte di pubblico, sicuramente frenato dalla pandemia. Il senso dell'iniziativa? "Non un viaggio sulle orme della nostalgia ma il ricordo di un passato pieno di saperi e dignità". Continua intanto la distribuzione del libro il cui ricavato andrà alla Croce Verde di Taviano


La raccolta delle castagne vista dagli occhi di un bambino

di

Il racconto di una giornata di duro lavoro di tanti anni fa. L'inizio da una rosta con tante castagne, i cardi che cadono e rimbalzano a terra. le dita arrossate per le "punture". Quindi il rientro con le balle piene trasportate dai muli, lo scarico dei sacchi per riempire il seccatoio. Quindi l'arrivo a casa e il riposo intorno al fuoco mentre le donne chiacchierano e sferruzzano


Pronta la statua di Giancarlo Corsini, l'ideatore del Campionato della Bugia

di

A tre mesi dalla sua scomparsa, domenica 6, alle 16, l'inaugurazione in piazza della Chiesa a Le Piastre. L’opera, denominata “La panchina delle parole perdute”, è stata realizzata dallo scultore Leonardo Begliomini in tempo record, lavorata e realizzata presso la fonderia d’arte “Il Cesello” di Calenzano. Raccolti oltre 5000 euro per finanziare l’iniziativa ma è ancora possibile contribuire

“RUM & PERA" la parodia tormentone nata sulla Montagna Pistoiese

di

E' la nuova canzone di Roberto Corvetta, rielaborazione musicale di “Karaoke” di Alessandra Amoroso. L'autore ha curato idea, testo, sceneggiatura e produzione: "Divertimento e creatività insieme". Coinvolte anche aziende locali nella creazione di alcuni oggetti. Le riprese nel Pistoiese e nella Lucchesia. Nel finale un messaggio contro l'abuso di alcol

Alla larga da quei tipacci. La lunga storia dei pistoiesi "cattivi"

di

VANNI DE' CANCELLIERI detto Focaccia nelle "Storie Pistoiesi" viene ricordato come nobile violento e fazioso. VANNI FUCCI, detto "Bestia", fu protagonista di futili atrocità e comportamenti scellerati. Deve la sua sua fama alla citazione di Dante Alighieri: è forse il personaggio più negativo di tutto l'Inferno dantesco. FILIPPO TEDICI vendette Pistoia ai lucchesi in cambio di denaro e del vicariato della città. Alcuni anni dopo fu esiliato, si rifugiò in montagna e venne ucciso nei pressi di Popiglio. Infine FRANCESCO ARCANGELI di Campiglio di Cireglio uccise in circostanze mai chiarite J. J. Winckelmann, famoso storico dell'arte e archeologo tedesco

Lockdown Orsigna, una profonda esperienza di autosufficienza

di

Il racconto di come è stata vissuta la quarantena in un piccolo paese di montagna. Un esempio che può valere per tanti altri borghi montani. "Gli orsignani si sono ritrovati costretti nella loro valle che da piccola era diventata enorme". Chi ha fatto la scelta di vivere quassù non pensava che sarebbe stata ripagata così tanto. Non è mancata la paura "ma noi potevamo distenderla sul verde dei prati, nel blu del cielo, oltre le cime rotonde dei nostri appennini"

Campionato della bugia: la prima edizione senza il suo fondatore

di

Il premio al vincitore da quest'anno porterà il nome di Giancarlo Corsini. In suo ricordo sarà realizzata una statua in bronzo sulla panchina davanti a casa sua. Per questa edizione, dedicata al mondo delle favole, 70 aspiranti scrittori, 40 finora i disegnatori italiani e 170 le vignette arrivate da tutto il mondo, dal Brasile all'Indonesia all’Australia. Il programma della manifestazione, di scena il 1 e 2 Agosto. Ospito d'onore Maurizio Lastrico, fra i protagonisti di Zelig

Quegli autori che hanno scritto poesie intitolate "La voce della montagna"

di

Fra il '700 e l'800 William Cullen Bryant, americano, ne scrisse una dedicata all'Appennino "To the Apennines", John Wilson, scozzese e l'americano Stephen Crane intitolarono un loro scritto proprio "The voice of the mountain". E oggi la stessa scelta ha fatto la poetessa indiana Mamang Dai: per lei le montagne sono soprattutto una intrinseca parte delle psiche delle persone e non solo un paesaggio

Calogero Armato, fra teatro e ricerche storiche sul "suo" paese

di

Carlo, così era noto a tutti, si è spento il 5 Giugno per un malore improvviso. Il grande lavoro per la rinascita del circolo e dell'associazione Amici di Pupigliana e della Valle del Brandeglio. L'impegno personale per “La compagnia dei semplici” e la Casa editrice il “Metato”. Da 23 anni contribuiva alla stampa del periodico che porta lo stesso nome