“LA DOMENICA AL MASCAGNI!”, si riaccendono le luci sul teatro della montagna

di

Tre spettacoli pomeridiani a Popiglio, il 13 e 27 novembre e il 4 dicembre. In programma il ritorno di Alessandro Benvenuti con “Panico ma rosa”, l’anteprima del nuovo spettacolo di Mattia Fabris/Jacopo Bicocchi. “Anche i sogni impossibili: il quindicesimo ottomila di Fausto De Stefani”. Si comincia oggi con una performance per i più piccoli, “Smacchia la Wanda. Storia di una ribelle annoiata” di Francesca Giaconi e Antonella Carrara con Ornella Esposito. Il cartellone promosso dai Comuni di San Marcello Piteglio e Abetone Cutigliano in collaborazione con ATP Teatri di Pistoia e col sostegno della Regione Toscana

Le galline: l'ultima frontiera della pet therapy

di

I benefici di queste terapie sono dimostrati da studi e ricerche a livello nazionale ed internazionale. L'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie si sta facendo interprete di un progetto educativo che coinvolge i polli e le galline. Morgana Galardi, ricercatrice del Centro di Referenza Nazionale per gli Interventi Assistiti con gli Animali (CRN IAA), spiega come è nata l'idea e gli obiettivi concreti. Sabato 12 novembre un webinar sul progetto “A tu per tu col pollaio”


Quando il neccio incontra la ricotta e il rigatino

di

La Montagna Pistoiese è "Civiltà e cultura del Castagno" per l'importanza economica, sociale e antropologica di questo frutto. Per secoli i castagneti hanno dato di che vivere e sfamarsi. Con la farina di castagne si sono prodotti e si producono farinata, polenta, castagnaccio e frittelle. E, soprattutto, necci con tante soluzioni diverse, dolci e salate

Castello di Cireglio e il Parco Petrocchi nella rete europea del turismo letterario

di

Si chiama TuLe ed è promossa dall’Università per Stranieri di Perugia, con la quale Uniser Pistoia ha sottoscritto un protocollo d’intesa. L’Italia, leader mondiale nel settore, ha proposto il suo modello a Portogallo, Svizzera, Francia, Spagna e Germania. Giovani Capecchi, direttore di Tule e presidente di Uniser: "Vogliamo coniugare cultura, ambiente, economia, tradizioni locali e storie di persone che hanno caratterizzato tante piccole realtà"

GAMP, Luciano Tesi lascia la guida dopo oltre 40 anni. Samuele Marconi nuovo presidente

di

Fondò il Gruppo Astrofili Montagna Pistoiese nel 1981. Il ruolo centrale dell'Osservatorio astronomico di Pian dei Termini, realizzato dal Comune di San Marcello nel 1990. Tra i tanti riconoscimenti ottenuti quello di essere in Italia il primo tra gli osservatori non-professionali per numero di scoperte. Il presidente uscente: "Da un piccolo gruppo di ragazzi giovanissimi e digiuni di astronomia è nata una associazione solida, impegnata e competente". Il neo eletto: "Il suo operato come riferimento"

LA MONTAGNA PIANGE I SUOI FIGLI / Due tragedie che hanno trafitto il cuore a un'intera comunità

di

Davide, 28 anni, di Cireglio, stroncato da un infarto su un campo di calcio: sabato 29, alle 17.30, l'ultimo saluto nella chiesa del paese.
Federico, 20 anni, deceduto in un incidente stradale, a due passi da casa, vicino a Taviano. Il ricordo commosso di un caro amico: "Un ragazzo della montagna, con radici e interessi nella montagna per la quale tanto si è adoperato come volontario"

Vita indipendente per autistici, via alla sperimentazione con la «Casa di Agrabah»

di

Inaugurato a Bonelle un appartamento ristrutturato, progettato e arredato appositamente per favorire la vita autonoma di giovani adulti con autismo. Accolti gruppi di quattro adulti, più un operatore, che avranno la possibilità di sperimentare la quotidianità lontano da casa per abituarsi gradualmente a vivere da soli. Al taglio del nastro i presidenti della Fondazione Raggio Verde, della Fondazione Caript e della Società della Salute Pistoiese

Pietro Leopoldo e la legge che dette il via al taglio dei boschi

di

Il 24 ottobre del 1780 furono aboliti i regolamenti del governo mediceo che proibivano il taglio: i possessori ebbero il diritto di disboscare i loro fondi per destinarli a coltivazioni più intensive. Furono pochi i sostenitori della legge ma è indubbio il risultato positivo del disboscamento; sotto il governo mediceo la Toscana era inselvatichita di boscaglie disordinate, più dannose che utili. Quello che è mancato nell'applicazione di quelle disposizioni furono controlli efficaci per evitare gli abusi. Per ritrovare un equilibrio si dovrà aspettare il 1877 ed una nuova legge forestale