Appello a istituzioni e privati: salviamo i nostri castagneti

di

La crisi testimoniata dall'importazione dall'estero di grandi quantità di castagne e dallo stato di abbandono nel quale versano gran parte delle piante. Eppure esistono i primi presupposti, come il prezzo al chilo della farina dolce, perché torni ad essere una risorsa economica. Servono nuove scelte: reimpianto di castagni, potatura delle piante più vecchie, inserimento del castagno fra le piante obiettivo, una pianificazione più razionale dei boschi, reinnesto dei polloni e regole più semplici

Ecco la carta con i sentieri del nuovo comune Abetone-Cutigliano

di

La mappa con i sentieri del CAI situata in una bacheca nel parcheggio Sant'Antonio, a Cutigliano. Inseriti anche i cammini di SAN BARTOLOMEO e la ROMEA STRATA. La realizzazione a cura di tre volontari del Centro studi ALTA VAL DI LIMA e di un cartografo del CAI. Già iniziato il lavoro per una nuova carta con la sentieristica "secondaria"


Funghi e boschi cosa ne pensate? Entra nel vivo il "sondaggio" sulla Montagna Pistoiese

di

Reso noto l'elenco dei 32 PUNTI DI DISTRIBUZIONE DEI QUESTIONARI in diverse località nei comuni di San Marcello, Piteglio, Cutigliano e Abetone. Il ritiro sarà effettuato il 20 novembre. L'iniziativa di Pagliai, Gavazzi e Pacelli prevede quindici domande su raccolta, normativa, consorzi fino alla proposta dell'oasi naturalistica. L'obiettivo è conoscere il parere di residenti e frequentatori occasionali. In allegato a questo articolo il QUESTIONARIO da stampare e compilare

Accordo con l'Accademia dei Georgofili: Abetone e Cutigliano primo atto da comune unico

di

Il presidente Maracchi ha accolto la richiesta dei due sindaci. Che hanno l'obiettivo di intercettare fondi europei. Il progetto pilota si concentrerà sulla valorizzazione dei “piccoli frutti” (con un progetto di filiera) e dell'ambiente rurale (zootecnia, prodotti agricoli e artigianali), sul censimento del verde urbano e sull'identià storico-culturale della nuova entità amministrativa. Un gruppo di esperti assicurerà una collaborazione tecnico scientifica

A lezione di frutti di bosco sulla Montagna Pistoiese

di

Fabio Bizzarri, dell'azienda “Il Sottobosco” di Cireglio, ha organizzato un corso sulla coltivazione. E i partecipanti sono arrivati anche da Parma e Reggio Calabria. Fornite spiegazioni su tecniche colturali e sistemi di allevamento di rovo, lampone, mirtillo e fragola di bosco. E ancora concimazione e trattamenti in regime biologico, preparazione di infusi e decotti, sistemi di irrigazione e fertirrigazione, bilancio idrico. Fino agli aspetti connessi agli investimenti e ai tempi di ammortamento

C'è verde e verde. Quello della montagna spesso è bello… visto da lontano

di

Da vicino è spesso un groviglio di pruni, ginestre, alberi rinsecchiti e caduti al suolo. C'è poi l'invasione della cascia. E il contorno di frane e smottamenti. I boschi sempre meno accessibili e fruibili. Il rischio che in un prossimo futuro l'ambiente montano sia sempre più un habitat ideale per lupi, cinghiali, cervi e caprioli, ma precluso all'uomo. La FOTOGALLERY di Eleonora Pacini

CASTAGNE, stagione difficile: ci sono anche i cinghiali a mettersi di traverso

di

L'allarme di Coldiretti Pistoia: “Siccità estiva, ritorno del cinipide e animali selvatici porteranno sulla Montagna Pistoiese ad una riduzione di raccolto rispetto all'anno passato”. Michela Nieri: “Ritorna d'attualità la sopravvivenza dell'intera filiera del castagno pistoiese”. La situazione è comunque a macchia di leopardo: le piante delle zone più fresche che hanno resistito alla calura danno buoni frutti.