Thrashed Abetone Montagna Pistoiese 2021: l’importanza del rispetto e della cura del territorio

di

Il progetto, promosso dall’Ecomuseo, dalle proloco di Abetone, Cutigliano e Pian degli Ontani, associazioni e istituzioni, approda nelle scuole. In programma da lunedì 26 aprile una serie di incontri all'istituto Omnicomprensivo di San Marcello nel mese di maggio e a settembre. Un ricco programma di interventi su numerosi argomenti. Il 4 di luglio la giornata dedicata alla raccolta rifiuti su tutto il territorio montano

Un premio Nobel per l’Appennino

di

Grande riconoscimento internazionale per il parco nazionale Foreste casentinesi: è la terza area protetta italiana inserita dall'IUCN nella “Green List” mondiale. Il presidente Luca Santini: "Un Nobel della natura mondiale. E' un importante traguardo ma, allo stesso tempo, il punto di partenza per la salvaguardia del patrimonio forestale e per la valorizzazione di un territorio"


PIT Alta Montagna, al via il ciclo di focus group

di

Il gruppo di discussione vedrà partecipare abitanti, aziende agricole e forestali, rappresentanti delle istituzioni locali e regionali, rappresentanti dei commercianti, uffici turistici, associazioni culturali e Università. Primo appuntamento martedì 27 su dissesto idrogeologico e mantenimento del paesaggio tipico del territorio montano

La montagna dimenticata. Qualche idea per invertire la rotta

di

A parte Trento, Bolzano e Aosta, il resto di Alpi e Appennini viene considerata inutile zavorra. Continuano invece i tagli per istruzione, sanità, infrastrutture e servizi in genere. Servirebbe un ministro ad hoc, che conosca le terre alte e sappia come intervenire. E servono nuove idee per valorizzare parchi e cammini, filiere locali per prodotti locali. E un marchio doc per i funghi da far conoscere in tutto il mondo

Le strade di montagna? Sempre (inter)rotte

di

In questi giorni è chiusa per manutenzione la ‘traversa di Pracchia. Al confine con l’Emilia Romagna proseguono i lavori sulla statale 64. C'è poi il pessimo stato del fondo di tante strade comunali e provinciali. La denuncia di Coldiretti Pistoia: “Ci preoccupa l’intera rete dei collegamenti della montagna. Accelerare i lavori programmati ed ottenere nuove risorse per mettere fine all'emergenza viabilità”

Lupo investito sulla provinciale 64. Si indaga anche sull'avvelenamento

di

L'animale trovato stamani sulla Collina dai Carabinieri della Stazione Forestale di Sambuca. Il canide selvaggio sarà consegnato al Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università di Bologna per l'autopsia. Un investimento stradale la probabile causa del decesso ma potrebbe anche essere stato avvelenato. Le raccomandazioni agli automobilisti: "Fare attenzione alla fauna selvatica sulle strade, soprattutto in orari notturni e attenersi all’obbligo del soccorso"

Gianfranco Drigo è il nuovo direttore di Coldiretti Pistoia

di

Friulano, 56, ha diretto Coldiretti Bergamo negli ultimi 9 anni. “Cercherò di capire le peculiarità della provincia che è la capitale del florovivaismo italiano ed europeo, agricoltura montana, allevamenti, seminativi, uliveti e vigne”. Il saluto del presidente Tesi al nuovo arrivato e all'ex Ciampolini. Don Luciano Tempestini nominato consigliere ecclesiastico dell'associazione pistoiese da Vescovo Tardelli

"Liberiamo i sentieri della montagna da rami e tronchi"

di

Le nevicate eccezionali, oltre a gelo e vento, hanno creato una situazione insostenibile. Pagliai lancia "SENTIERI 2021", una proposta di interventi eccezionali per ripristinare le condizioni precedenti: dallo stato di calamità all'assunzione di operai stagionali, dalla raccolta libera della legna caduta a terra a una due giorni organizzata ad hoc. “Questo problema potrebbe tradursi in opportunità: creare una sinergia operativa tra volontariato, soggetti privati e istituzioni”


Uomo e Foreste: una convivenza possibile e necessaria

di

Le foreste sono complessi sistemi adattativi che, per svilupparsi stabilmente, necessitano di Spazio e Tempo. Troppo spesso però l'intervento dell'Uomo è dannoso per la vita delle foreste. Il cambiamento globale e le nuove sfide per il futuro del Pianeta richiedono un deciso mutamento dei criteri e dei metodi di gestione forestale. Di questi argomenti abbiamo parlato con Alessandro Bottacci, professore di “Nature Conservation” presso l’Università di Camerino e direttore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.