Pistoia Basket, tutti i nodi vengono al pettine

di

Le vicissitudini di Torino, coinvolta nella lotta retrocessione, lasciano aperti molti interrogativi sulla composizione del prossimo campionato di serie A. Le chance pistoiesi di esserci, per ripescaggio o altro, appaiono minime. Restano 5 magnifiche stagioni e un'annata finale rovinosa. Adesso bisogna vedere come ripartire, sapendo che i soldi a disposizione saranno sempre pochi (in Lega2 anche molti meno). Ma altre società hanno avuto risorse simili alle nostre. E, negli ultimi anni, sono state più capaci e lungimiranti di noi

Pistoia, il Parco di Monteoliveto torna a nuova vita

di

Musica, sport, attività per famiglie e una serra dove mangiare al ritmo delle stagioni. Rinasce uno dei giardini più amati dai pistoiesi su un'area di 16mila metri quadrati, con attività dalle 9 del mattino fino a mezzanotte e oltre. L’apertura mercoledì 24 aprile alle 18. Si comincia con quattro giorni di festa. Simbolo del parco il nuovo Micco, trasformato in guida alle attrazioni del giardino

Pistoia Basket, ormai siamo alle comiche

di

Nel clima da abbandono della nave che affonda, le dichiarazioni forti di coach Moretti sulla squadra. E la dirigenza societaria che tace: neppure un sussulto. Ma questa stagione non potrà chiudersi senza l'individuazione dei responsabili. Chi ha sbagliato si assuma le proprie responsabilità. Il turn over ai vertici non è più rimandabile. La retrocessione in A2 dovrà essere un’occasione per un ricambio vero

Ennesima sconfitta, il Pistoia Basket ad un passo dal baratro

di

Il ko interno contro Torino condanna i biancorossi ad una retrocessione ormai inevitabile. Partita brutta, comunque in equilibrio fino alla fine, contraddistinta da tantissimi errori di entrambe le squadre. Anche nell'ultimo scontro diretto sono emersi tutti i limiti di un roster mal costruito e mal corretto. Mancano 4 partite e teoricamente c'è ancora lo spazio per conquistare la salvezza. Molto più realisticamente società e tifosi dovranno prepararsi ad un ritorno in A2. Senza drammi