Pazza idea PISTOIA BASKET: possiamo salvarci

di

La sconfitta con Milano diventata vittoria a tavolino, il clima del palazzetto e la prova sul campo infondono nuove speranze. Il neo acquisto, il giovane sloveno Mesicek, è intrigante, la squadra più reattiva. E poi Trieste, Torino, Cantù e Reggio dovranno giocare al Palacarrara. Non molleremo mai, come ha cantato la Baraonda durante la più bella delle sciarpate

Pistoia Basket, contro Milano risultato ribaltato: vittoria a tavolino

di

La decisione del giudice sportivo nazionale nella mattinata di oggi, martedì 5 febbraio. Il neo acquisto della AX Armani Milano, James Nunnally, non ha rispettato la sanzione di squalifica per una gara disputata nel campionato italiano due anni fa e mai scontata (il giocatore militava nel campionato turco). Due punti d'oro per i biancorossi che raggiungono Reggio Emilia e Torino a 10 punti. La OriOra resta ultima ma in compagnia


Pistoia basket, contro Milano un inevitabile ko . Ma con alcuni segnali incoraggianti

di

La OriOra esce a testa alta dal confronto interno con la AX Armani, nel posticipo di lunedì sera, salutata da un lungo applauso finale del Palacarrara. Troppa differenza fra i due roster, nonostante le assenze pesanti nella squadra di Pianigiani. Ottime le prove di Krubally e Peak, molto buono l'impatto del neo arrivato Mesicek. Insufficienti le prestazioni di Auda, K Johnson e Gladness. così così anche gli italiani. La sintesi dei commenti alla gara dei giornali. La fotogallery della partita

Doganaccia, tutti possono sciare grazie al dualski

di

Lo speciale “guscio”, guidato da un maestro di sci, consente ai bambini con difficoltà motorie di fare attività sulla neve. Il progetto è nato dalla collaborazione tra Fondazione martacappelli onlus e Doganaccia2000. La Fondazione, nata nel 2005 per ricordare una bambina scomparsa a soli nove mesi, ha lo scopo è di sostenere le famiglie con figli ricoverati nei reparti di Rianimazione e Sub Intensiva all'ospedale Meyer

Il "day after" del Pistoia Basket, fra dubbi e recriminazioni

di

La sconfitta contro Pesaro nello scontro decisivo apre scenari preoccupanti. Gli errori e le lacune di una squadra che non è mai davvero sbocciata. Ma anche una partita segnata in modo decisivo dalle decisioni arbitrali. Un dato che non si può sottacere. Lo sfogo della società e le possibili conseguenze

Pistoia Basket, nel mare in tempesta senza scoraggiarsi

di

Contro Varese una partita che fa tornare la speranza di potersi giocare la salvezza fino in fondo. Monumentale prova di Della Rosa, gara tutta sostanza di Severini, applausi a coach Ramagli e tutti gli altri. Capitolo a parte per Dominique Johnson, che ha sfoderato il meglio del suo repertorio. Intanto il contratto che lo lega a Pistoia è stato prolungato fino allo scontro diretto contro Pesaro, nella prima di ritorno. Il futuro resta da definire

Difesa, grinta e un super DJ: la rinascita di Pistoia

di

Finisce 71-65 la gara contro Varese con una prova convincente di tutta la squadra e una prestazione maiuscola di Dominique Johnson. Primi 5 minuti di "sciopero" del tifo e grandissimi applausi per l'ex play Ronald Moore. Ramagli trova gli antidoti giusti alla Openjobs, reduce da una striscia di 6 vittorie su 7 e seconda in classifica. La lotta per la salvezza resta complicata ma adesso l'ultima posizione in classifica è condivisa con Torino e Pesaro

Pistoia Basket, tanti dubbi sotto l’albero

di

La sconfitta contro Bologna, squadra comunque decisamente più forte, ripropone interrogativi già noti. Sulla regia di Kerron J, sulle percentuali al tiro di D. Johnson, sulla luxury tax giocata per Gladness (sfumato il trasferimento di Zerini da Brescia). Intanto il gioco di squadra non decolla. Il coach “vede” poco gli italiani, anche se il loro quarto d'ora finale con la Virtus non deve illudere. E adesso arrivano tre gare chiave con Torino, Trento e Cantù