Cambiare con “Naturalezza”

di

Il cambiamento spaventa: l’essere umano tende all’abitudine, si ritrova a optare sempre per i soliti percorsi, fisici e mentali. La nostra vita dovrebbe essere semplice e spontanea come le stagioni, un armonico fluire di piccoli, grandi cambiamenti: l'inverno immobile, la primavera vivace e frizzante, l'estate del fare, il lento autunno

Sentire il corpo per tornare a casa

di

La Psicologia umanistica e l’Analisi Bioenergetica non hanno mai dubitato del suo valore puntando sull’importanza del contatto e dell’emozione in psicoterapia. Nei momenti più difficili è importante dare spazio alle sensazioni, imparare a contenerle: per poter “manifestare” dobbiamo essere in grado di accettare la limitazione


Il vento, un compagno di viaggio che ci racconta tante storie diverse

di

Ci offre la possibilità di andare oltre le nostre ristrettezze emotive, cognitive e comportamentali. Ci dà l’occasione di emozionarci, di lasciarci coccolare da vecchie memorie e nuove scoperte, di riscoprire le parti di noi più nascoste . Il vento ha la capacità di riportarci indietro e di farci guardare altrove e, soprattutto, di vivere il presente, qui e ora 

Abbracciare la montagna per far fronte allo stress

di

Il protocollo Mindfulness per placare l'ansia. Lo sress nocivo (distress) e quello positivo (eustress). Quali sono i sintomi del disagio. Gli effetti benefici del “Forest bathing” ovvero l'immersione nel verde. La silvoterapia: abbracciare gli alberi o sedersi vicino per ricaricarsi di energie pulite. Il Grounding: una posizione di respirazione per entrare in contatto con le proprie radici