Ottimismo: che cos’è e come coltivarlo

di

Gli ottimisti ritengono che le avversità siano temporanee, i pessimisti che durino molto tempo, distruggano tutto e siano conseguenza delle proprie azioni. I primi sono più propositivi, risentono meno dei malanni fisici ed emotivi, colgono gli ostacoli come opportunità di cambiamento. Come fare? Porsi obiettivi piccoli e raggiungibili, gioire delle conquiste e fare spazio alla possibilità d’insuccesso

Mi fido di me. Che cos’è l’autostima

di

E' l’insieme dei giudizi e delle valutazioni che la persona dà di sé. Avere una buona stima di se stessi significa conoscersi a fondo, fidarsi delle proprie capacità e prendere atto delle proprie mancanze. Ciò scaturisce dal confronto tra ciò che siamo e ciò che vorremmo essere


Resilienza, l’abilità di risollevarsi dopo un trauma

di

E' il significato di un termine nato in ambito ingegneristico. In psicologia si associa alla capacità di riprendersi a seguito di un danno o un evento stressante. Consiste nell'avere controllo e margine di azione su ciò che ci accade piuttosto che lasciare tutto alla sorte o alle azioni degli altri

Pet Therapy con Tequila, il cane che riscalda le emozioni

di

Una terapia adatta a grandi e piccini, con disagi più o meno severi, per fortificare competenze emotive, psicologiche e sociali. Protagonista un cane con grande carisma e altrettanta capacità di rispettare lo spazio altrui. Che annulla magicamente la difficoltà del primo contatto con il bambino, nei luoghi di cura in genere pieno di timori e incertezze

Dire NO ai pensieri fissi

di

Cos'è il Disturbo Ossessivo Compulsivo. Quali sono le ossessioni più comuni, da cosa derivano le compulsioni. Gli effetti causati da questa patologia. Come depotenziare la “fissazione” con tecniche di respirazione e consapevolezza corporea. L'importanza di porsi obiettivi moderati e rispettosi come un bel percorso escursionistico in montagna

Anche la noia ha una sua bellezza

di

Nonostante la preoccupazione principale sia oggi lo stress desta molta preoccupazione in chi la soffre. A tratti soporifera, è uno stato di potenziale e intensa creatività. Ricerche recenti dimostrano che quando ci annoiamo ci vengono in mente le idee migliori. Abbandonarsi a questa sensazione più essere prezioso

La rabbia, come si esprime, come controllarla

di

S’insinua nella nostra quotidianità assumendo le forme più varie. Ci consente tuttora di passare all’azione, di difendere i nostri diritti e confini. L'escalation può trasformarsi in ira. Oltre alla componente cognitiva e fisiologica, contiene una parte legata al movimento. I boschi e la montagna possono rappresentare catartici “cuscini” e validi custodi

Cambiare con “Naturalezza”

di

Il cambiamento spaventa: l’essere umano tende all’abitudine, si ritrova a optare sempre per i soliti percorsi, fisici e mentali. La nostra vita dovrebbe essere semplice e spontanea come le stagioni, un armonico fluire di piccoli, grandi cambiamenti: l'inverno immobile, la primavera vivace e frizzante, l'estate del fare, il lento autunno

Sentire il corpo per tornare a casa

di

La Psicologia umanistica e l’Analisi Bioenergetica non hanno mai dubitato del suo valore puntando sull’importanza del contatto e dell’emozione in psicoterapia. Nei momenti più difficili è importante dare spazio alle sensazioni, imparare a contenerle: per poter “manifestare” dobbiamo essere in grado di accettare la limitazione

Il vento, un compagno di viaggio che ci racconta tante storie diverse

di

Ci offre la possibilità di andare oltre le nostre ristrettezze emotive, cognitive e comportamentali. Ci dà l’occasione di emozionarci, di lasciarci coccolare da vecchie memorie e nuove scoperte, di riscoprire le parti di noi più nascoste . Il vento ha la capacità di riportarci indietro e di farci guardare altrove e, soprattutto, di vivere il presente, qui e ora