Ambiente, Economia, Pistoia  |  luglio 9, 2020

Il territorio montano di Pistoia nell’area LEADER: bene la proposta, definiamo i confini

Lettera aperta dell'associazione “Amo la montagna” all'Assessore Regionale Federica Fratoni. D'accordo con l’inserimento per far accedere il Comune a bandi per la crescita e promozione e alle aziende private di usufruire di fondi agevolati. Poi le richieste: se la perimetrazione coincida con i vecchi confini delle ex comunità montane e se non si possa includere anche il territorio del Comune di Pescia

di

Tempo di lettura: circa 2 minuti
L'assessore Federica Fratoni

L’associazione “Amo la montagna” ha scritto questa lettera aperta all’assessore regionale all’ambiente e alla difesa del suolo, Federica Fratoni, dopo la missiva della stessa Fratoni al sindaco del Comune di Pistoia, al presidente dell’Unione dei Comuni Appennino Pistoiese e all’assessore regionale all’agricoltura. Di seguito il testo integrale.

 

“Nella Sua lettera inviata lo scorso 28 maggio al Sindaco del Comune di Pistoia Alessandro Tomasi, al Presidente dell’Unione dei Comuni Appennino Pistoiese Luca Marmo ed all’Assessore Regionale all’Agricoltura Marco Remaschi, Lei propone l’inserimento dell’area montana di Pistoia nella perimetrazione delle aree LEADER, nelle quali, cioè, si ricercano “Collegamenti fra le azioni di sviluppo dell’economia rurale” attraverso i Gruppi di Azione Locale (GAL), per la gestione dei fondi nazionali ed europei ad esse indirizzati.
Attualmente infatti, come Lei scrive, anche se “il Comune di Pistoia risulta classificato come Comune parzialmente montano …… ad oggi non fa parte dell’area Leader in quanto nella programmazione 2014/2020 tutti i capoluoghi di provincia sono stati esclusi.”
Continua sostenendo che però l’area montana di Pistoia presenta le stesse caratteristiche, sia per densità abitativa che per estensione boscata, dei Comuni confinanti (San Marcello Piteglio e Sambuca Pistoiese) inseriti nell’area Leader, e classificati in tipologia D, ovvero come “Aree rurali con problemi di sviluppo”.
E sottolinea come l’attuale zonizzazione interrompa la continuità orografica dell’area di crinale appenninico della provincia di Pistoia, isolando di fatto il Comune di Sambuca Pistoiese dal resto del territorio montano pistoiese.
Condividiamo la considerazione di “come il recupero della continuità territoriale dell’Appennino pistoiese rappresenti un elemento fondamentale per la crescita e la maturazione socio economica del territorio” e che “l’ingresso del territorio di Pistoia inevitabilmente farebbe indirizzare più fondi al territorio montano lucchese e pistoiese con beneficio (economico e progettuale) anche per gli altri Comuni già all’interno dell’area Leader.”
Ma soprattutto, siamo come Lei convinti che ciò permetterebbe “al Comune di poter accedere a bandi destinati alla crescita e promozione di queste aree e alle aziende private di poter usufruire di fondi agevolati definiti sulle caratteristiche di aree con alto indice di spopolamento, di carenza di servizi e bassa crescita economica. In queste zone, infatti, insistono micro imprese agricole, artigianali, commerciali e turistiche, nonché associazioni e cooperative che necessitano di politiche specifiche destinate allo sviluppo, all’inclusione sociale, al miglioramento della qualità della vita.”
Gli esempi che Lei elenca a supporto dell’idea che “l’area montana di Pistoia vada inserita nella perimetrazione delle aree Leader, al fine di garantirne l’accesso ai relativi fondi e, soprattutto, in progetti di sviluppo integrati con il resto dell’area montana contigua” hanno indotto taluni a pensare che la proposta di inserimento sia riferita alle sole aree gravitanti intorno a Pracchia, a Orsigna e alla Valle del Reno.
Ci permettiamo, pertanto, di chiederLe:

1) Quale dovrebbe essere, a Suo avviso, la perimetrazione delle aree montane del territorio comunale di Pistoia, aventi caratteristiche di tipo D, da inserire fra le aree Leader?
2) Tale perimetrazione coincide con i vecchi confini delle aree incluse nelle ex comunità montane?
Infine, poiché comprendiamo la portata e l’importanza della Sua proposta per una strategia integrata di sviluppo per le aree montane della provincia, Le chiediamo:
3) Perché non estendere la proposta anche alle aree montane del Comune di Pescia?


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.