Cultura & Spettacoli, Pistoia  |  maggio 23, 2018

L’esercito dei volontari pronto per i Dialoghi sull’uomo: nel segno di cultura, integrazione e accoglienza

Riunione plenaria in Palazzo comunale con quasi 400 persone per il week end del Festival: 250 gli studenti provenienti da 14 scuole di Pistoia e provincia. Una folta rappresentanza anche dall'Omnicomprensivo di San Marcello. Presenti anche studenti universitari, giovani con disabilità e ospiti di alcune cooperative che si occupano di accoglienza dei migranti. I volontari si divideranno in diverse “squadre”: Punto informazioni, Gestione location del festival, Accoglienza gite scolastiche, Pronto intervento, Fotografi, Twitter e Ufficio stampa

di

Tempo di lettura: circa 3 minuti
Valentina Gelli, Luca Iozzelli, Giulia Cogoli insieme ai volontari di Dialoghi 2018

PISTOIA – Si è svolta questa mattina in un affollato teatro Manzoni la consueta riunione plenaria dei 369 volontari dei Dialoghi sull’uomo – per la maggioranza giovani tra i 17 e i 25 anni – a conclusione di un percorso di preparazione al festival di ben sette incontri di formazione. Ora avranno la possibilità di trascorrere tre giorni sul campo a contatto con tanti scrittori, filosofi, antropologi, artisti, sociologi, storici di fama e di comprendere le dinamiche organizzative della manifestazione, vivendo in prima persona un evento di grande valore culturale e formativo.

 

Il logo di Dialoghi e un’immagine dell’incontro di stamani al Teatro Manzoni

Le scuole presenti

Tra i volontari 252 sono studenti provenienti da 14 scuole superiori di Pistoia e provincia. Da Pistoia: Liceo Statale Forteguerri Vannucci, Liceo Scientifico A. Di Savoia, Istituto Tecnico Tecnologico Statale Fedi-Fermi, Istituto Statale Filippo Pacini, Istituto Professionale per l’Agricoltura e l’Ambiente De Franceschi-Pacinotti, Liceo artistico Petrocchi, Istituto Suore Mantellate – Liceo Scientifico; dalla provincia: Istituto OmniComprensivo San Marcello Pistoiese (San Marcello Pistoiese), Liceo Scientifico Coluccio Salutati (Montecatini Terme), Istituto Tecnico Economico Aldo Capitini (Agliana). Tornano anche alcuni volontari del Liceo delle Scienze Umane di Ariccia (Rm) e delle classi di Ariccia, di Monza e di Mantova in gita scolastica a Pistoia per assistere agli incontri del festival.

Per questa edizione saranno 64 i giovani volontari universitari provenienti da diverse università (Bologna, Genova, Firenze, Pavia, Pisa, Pistoia, Prato, Torino, etc.).

I “rinforzi” da fuori

La squadra di volontari della IX edizione riceverà rinforzi anche da Asti, da dove arriveranno per la prima volta 5 ragazzi dell’Associazione Albergo Etico Italia, una onlus pioniera nei progetti di autonomia personale e professionale di ragazzi con sindrome di Down e in generale con disabilità intellettiva.

Provengono da varie città d’Italia e coloreranno la città con le loro belle divise arancioni. A loro si uniranno 8 ragazzi di Pistoia con disabilità simili coordinati dall’Associazione To Groove, che inizieranno proprio nei giorni del festival un percorso di conoscenza e di formazione al fine di realizzare anche a Pistoia esperienze di autonomia e di inclusione sociale nell’ambito del “Progetto Download”.

Per il secondo anno parteciperanno come volontari anche 14 ragazzi ospiti di alcune cooperative che si occupano di accoglienza dei migranti, provenienti da Bangladesh, Burkina Fasu, Camerun, Costa d’Avorio, Gambia, Guinea, Mali, Nigeria e Senegal. Saranno affiancati dai 15 volontari adulti, membri delle associazioni culturali Amici della San Giorgio e Banca del Tempo.

Torna Gulliver

Torna anche Gulliver, il progetto di scambio con i festival di approfondimento culturale Leggendo Metropolitano di Cagliari e Il senso del ridicolo di Livorno. Alla squadra di volontari pistoiesi si uniranno 3 giovani di Cagliari e 8 di Livorno. Invece nel mese di giugno partiranno per Cagliari tre volontarie dei Dialoghi: Irene Bottacci, Guendalina Liberato e Karya Metin.

Le sezioni dove sono impegnati

I volontari sono un elemento fondamentale per la buona riuscita del festival grazie a un ingranaggio organizzativo ormai collaudato che li vede collaborare insieme per l’intero fine settimana in varie squadre così organizzate: Punto informazioni; Gestione location del festival; Accoglienza gite scolastiche; Pronto intervento; Fotografi; Twitter e Ufficio stampa.


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.