Nuovi progetti, Pistoia  |  agosto 22, 2017

Da ora in poi sarà elettronica. A Pistoia la carta d’identità nuova versione

Sostituirà il documento cartaceo. Si può richiedere a partire da sei mesi dalla scadenza del documento o per deterioramento, smarrimento e furto. E' più sicura contro clonazione e contraffazione. Con la Cie possibile esprimersi sulla donazione degli organi. Tutti gli uffici anagrafe dotati di infrastrutture informatiche per inoltrare la richiesta al Ministero

di

Tempo di lettura: circa 2 minuti
image

PISTOIA – Da alcuni giorni l’ufficio anagrafe del Comune di Pistoia rilascia la carta di identità elettronica (Cie), il nuovo documento delle stesse dimensioni di una carta di credito che sostituirà la vecchia carta d’identità cartacea. Oltre alla sede centrale dell’ufficio anagrafe in via Santa, anche gli uffici decentrati (prima Fornaci e Villaggio Belvedere e successivamente Bottegone e Le Piastre) saranno dotati di infrastrutture informatiche che permetteranno al personale dell’ufficio di inoltrare la richiesta al Ministero. In tutte le sedi, temporaneamente, sarà comunque rilasciata la carta d’identità cartacea.

Dove si può richiedere e quando

La carta elettronica si può richiedere al Comune di residenza o di dimora nei casi di primo rilascio, deterioramento, smarrimento o furto del documento di identificazione. Il rinnovo può comunque essere effettuato a partire da 180 giorni prima della scadenza. Il cittadino dovrà recarsi in Comune munito di fototessera, in formato cartaceo, che dovrà essere dello stesso tipo di quelle utilizzate per il passaporto. È consigliabile, all’atto della richiesta, munirsi di codice fiscale o tessera sanitaria al fine di velocizzare le attività di registrazione. La sua durata varia secondo le fasce di età di appartenenza:  per  i cittadini maggiorenni ha validità 10 anni; per quelli compresi tra 3 e 18 anni 5 anni e 3 anni per i minori di 3 anni.

A cosa serve

Documento di identificazione, di viaggio e per accedere ai servizi della pubblica amministrazione. La carta di identità è uno strumento di identificazione del cittadino e, per i soli cittadini italiani, un documento di viaggio in tutti i Paesi appartenenti all’Unione europea e in quelli con cui lo Stato italiano ha firmato specifici accordi. Può essere utilizzata anche per richiedere una identità digitale sul sistema Spid (Sistema pubblico di identità digitale). Lo Spid, utilizzato assieme al nuovo documento di identità, garantisce l’accesso ai servizi erogati dalle pubbliche amministrazioni.

I vantaggi

Il progetto è finalizzato a incrementare il livello di sicurezza dell’intero sistema di emissione del documento, centralizzandolo, e adeguarlo alle caratteristiche e agli standard anticlonazione e anticontraffazione europei. La Cie è dotata di un microprocessore per la memorizzazione delle informazioni necessarie per identificare il titolare, incluse fotografie e impronte digitali.

Costi e tempi

Il nuovo documento d’identità ha un costo di 22,21 euro, di cui 16,79 euro sono stati fissati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, cifra che sarà riscossa dall’ufficio anagrafe per conto del Ministero, esclusivamente in contanti, al momento della richiesta. A questi vanno aggiunti 5,42 euro di spese del Comune.  La carta non sarà rilasciata subito, ma sarà emessa dall’Ipsz (Istituto Poligrafico Zecca dello Stato)  e inviata dal Ministero dell’Interno direttamente all’indirizzo indicato dal cittadino all’atto della richiesta oppure presso il Comune, entro sei giorni lavorativi.

Altre funzioni importanti

La carta d’identità elettronica prevede la facoltà per il cittadino maggiorenne di esprimere la propria volontà al consenso o diniego alla donazione di organi e tessuti. Eventuali modifiche della propria volontà espressa potranno essere effettuate in qualsiasi momento recandosi agli uffici della Asl competenti oppure al successivo rinnovo della carta d’identità elettronica.

All’indirizzo internet www.cartaidentita.interno.gov.it il cittadino può trovare tutte le informazioni utili per la presentazione della domanda di rilascio.


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.