Non solo libri, San Marcello  |  luglio 30, 2017

Comune nuovo, tradizione vecchia: in palazzo comunale torna la Biennale di pittura

A San Marcello, nella sala consiliare, esposte le opere di sedici artisti della Montagna. Inaugurata venerdì 28 luglio sarà visitabile fino al 6 agosto. Gli orari di apertura: tutti i giorni dalle 17 alle 19, sabato e domenica anche dalle 21 alle 23

di

Tempo di lettura: circa 1 minuti
L'inaugurazione della mostra
L'inaugurazione della mostra

 

SAN MARCELLO – Il nuovo comune di San Marcello Piteglio continua la tradizione della “Biennale di Pittura”, nata nel lontano 1986, nell’allora comune di San Marcello Pistoiese. Oggi la mostra, che è stata inaugurata venerdì 28 luglio scorso e si protrarrà fino al 6 agosto, nella sala consiliare di San Marcello Pistoiese, è intitolata “Biennale di arti visive degli artisti della Montagna Pistoiese”. Vi prendono parte 16 artisti: Kely Basliani, Margherita Biondi, Vittorio Borchi, Barbara Brizzi, Gabriele Buccino, Ornella Cattani, Giacomina Dal Col, Lorena Paola Danti, Farida Gavazzi, Lorella Innocenti, Paola Mucci, Germano Pacelli, Giuseppe Piacenza, Patrizia Sbaragli, Claudio Stefanini, Elisabetta Wallner, alcuni dei quali vi hanno preso parte fino dalla prima edizione della rassegna, altri invece sono nuove presenze.

Tanti generi in mostra

In esposizione diversi generi di pittura, dai fiori, alle composizioni di fiori secchi locali, ritratti, quadri a tecnica mista. Ci sono anche opere che ricordano le eccellenze della Montagna Pistoiese come l’Osservatorio Astronomico, altre dal significato mistico, altre ancora di denuncia politica dell’attuale situazione italiana, vista come un’Italia in svendita, simboleggiata da una bandiera italiana posta su una bilancia, anzi su di una stadera. La mostra è aperta tutti i giorni dalle 17 alle 19, sabato e domenica anche dalle 21 alle 23.


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.