After all is basketball, Cultura & Spettacoli, Piteglio, San Marcello  |  aprile 1, 2017

Lo Slow Food Montagna Pistoiese torna alle origini

La "condotta" comprende i Comuni di Abetone Cutigliano e San Marcello Piteglio. Presidente è stato eletto Christian Petrucci. Scelto anche il comitato direttivo con otto componenti. "Primo obiettivo valorizzare i rapporti con i produttori del territorio"

di

Tempo di lettura: circa 1 minuti
Petrucci (a destra) e Mandolini all'Hotel La Pace
Petrucci (a destra) e Mandolini all'Hotel La Pace

MARESCA (SAN MARCELLO PITEGLIO) – Con una cena a Maresca, tutta a base di prodotti locali all’Hotel La Pace, preceduta da un aperitivo al Karisma bar e da un caffè e “ammazzacaffè” nel bar Maresca, la “condotta” Slow Food Montagna Pistoiese ha festeggiato il suo nuovo corso. La condotta torna alle origini, ai quattro comuni “storici”, nel frattempo diventati due, ovvero Abetone Cutigliano e San Marcello Piteglio, “con uniformità di tradizioni e territori – commenta il fiduciario appena eletto, Christian Petrucci -. La gestione del territorio emiliano era diventata complessa e quindi abbiamo pensato di tornare alle origini. Si riparte da zero, con la volontà di riallacciare i rapporti con i produttori del territorio sia del presidio del pecorino a latte crudo sia di altra natura”. Questo è uno dei primi obiettivi, così come quello di valorizzare i prodotti del sottobosco e derivati.

I membri del direttivo

A portare avanti questi intenti, oltre a Petrucci, sarà il comitato direttivo della condotta (che conta 52 iscritti) appena ricomposta, formato dallo stesso Petrucci e da altri sette componenti: Walter Mandolini, Marco Ferrari, Andrea Alisi, Matteo Viti, Laura Tonarelli, Daniela Pagliai e Andrea Vannucci. Presidente onorario lo chef Marco Mucci.


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.