Ambiente, Pistoia  |  luglio 30, 2020

Pistoia, il metano arriva nelle frazioni di montagna

Assemblea pubblica per spiegare l'intervento. A settembre il progetto definitivo, il primo lotto pronto a Dicembre 2021, la fine del secondo entro il 2022. Interessate le frazioni di Cireglio, Castello di Cireglio e Le Piasstre per 600 potenziali utenti. Agevolazione di Toscana Energia: per l'allacciamento alla rete prevista una spesa di 40 euro. Possibile estensione dell'intervento anche ad altre località vicine. La polemica del sindaco con Anas sul rifacimento della statale 66 e sulla chiusura del ponte di Capostrada

di

Tempo di lettura: circa 3 minuti

CIREGLIO (PISTOIA) – A fine settembre è prevista la presentazione del progetto definitivo, l’inizio dei lavori ad Aprile del 2021, la fine del primo lotto a Dicembre. Entro l’anno 2021, insomma, la metanizzazione dei primi 6 chilometri, da Piazza a Cireglio, sarà cosa fatta. I successivi 6 chilometri e l’allacciamento alla rete di Castello di Cireglio e delle Piastre dovrebbe completarsi entro il 2022. L’intervento complessivo si basa su 600 potenziali utenti, dei quali circa 80 esercizi commerciali e affini. Il progetto di fattibilità è stato approvato dalla giunta comunale nel Giugno scorso.

Allacciamento: agevolazioni e modalità

 

Sopra le immagini della campagna di Toscana Energia

Sono questi i dati principali emersi nel corso dell’assemblea pubblica svoltasi ieri sera, Mercoledì 29 Luglio, nella sede della Croce Rossa a Cireglio, illustrati da Ruggero Bimbatti per conto di Toscana Energia, dal sindaco di Pistoia, Alessandro Tomasi e dall’assessore ai lavori pubblici, Alessio Bartolomei. A questi dati va sommata la particolare condizioni dell’intervento in questione: l’offerta valida fino a novembre, ma che verrà comunque prorogata, di un costo di soli 40 euro (più Iva) – anziché un costo standard stimabile fra i 200 e i 300 euro – per l’allacciamento alla rete del metano. Insomma per avere il contatore in funzione alla porta di casa. Da lì in poi gli interventi saranno a carico degli utenti. Per quanto riguarda la fornitura del gas, questa non dipenderà più da Toscana Energia bensì dagli operatori presenti sul mercato, con i quali i cittadini dovranno stipulare un contratto.

Estensione possibile della rete

Dall’incontro è emersa anche la volontà da parte di diversi residenti in frazioni limitrofe a quelle di prossima metanizzazione di un ampliamento della rete, soprattutto nella zona che collega Le Piastre a Prunetta, ovvero Cassarese e Casa Marconi. Su questo punto il sindaco ha sottolineato che a fronte di richieste precise e di utenze sufficienti sarà possibile intervenire.

Tomasi: investire in servizi essenziali

Sui ritardi della metanizzazione di questa zona, contrariamente a molte altre, Tomasi ha detto di voler evitare polemiche e giudizi sulle gestioni passate e di voler seguire la strada già intrapresa in altre frazioni collinari come la valle delle Bure. “La nostra amministrazione si vuol caratterizzare per aver scelto di investire sui servizi essenziali. Le tubature per il metano passano sotto terra, non si vedono, non sono un bel giardino o un’opera visibile ma sono utili”.

La polemica con Anas

Una polemica, invece, il sindaco non l’ha risparmiata ad Anas, che proprio in questo periodo sta rifacendo il manto stradale e la segnaletica sulla statale 66. “L’Anas non ci ha avvertito di questo intervento e non è una novità – ha detto Tomasi -. La chiusura del ponte di Capostrada, del resto, è stata comunicata all’improvviso. Non è stato dato tempo né al Comune né alla Provincia di organizzarsi al meglio. Le crepe su quel ponte erano state accertate da due anni, poi alcuni ponti sono crollati e la paura ha probabilmente fatto il resto”.

Alcune immagini della serata

A

 

 


Paolo Vannini

Laurea in scienze politiche, giornalista professionista dal 1998, ha lavorato nei quotidiani La Nazione e Il Giornale della Toscana (edizione toscana de Il Giornale), è stato responsabile dell'Ufficio comunicazione del Comune di Firenze, caporedattore dell'agenzia di stampa Toscana daily news, cofondatore e vice direttore del settimanale di informazione locale Metropoli. Ha lavorato presso l'Ufficio stampa di Confindustria Toscana, ha collaborato e collabora per diverse testate giornalistiche cartacee e on line - fra queste il Sole 24 ore centronord, Il Corriere Fiorentino (edizione toscana del Corriere della Sera), Radio Radicale - si occupa di uffici stampa e ghost writing.