L'arte artigiana, San Marcello  |  settembre 12, 2019

Santa Celestina, sabato 14 la festa con il lancio del pallone

Torna l'appuntamento con la tradizione, nella piazza centrale di San Marcello . L’evento, inizialmente programmato per domenica scorsa, era stato rimandato a causa del maltempo. La mongolfiera verrà lanciata intorno alle 17. I festeggiamenti proseguiranno fino alla sera: a partire dalle 18  la tombola, alle 23 lo spettacolo pirotecnico

di

Tempo di lettura: circa 0 minuti
Il Pallone di Santa Celestina poco prima di prendere il volo

 

SAN MARCELLO – Quest’anno il tradizionale lancio del pallone di Santa Celestina – la patrona della Montagna pistoiese – si è fatto attendere: l’appuntamento, inizialmente programmato per la scorsa domenica, 8 settembre, era stato rimandato a causa del maltempo. L’attesissimo evento si terrà invece sabato 14 settembre, come sempre nella piazza centrale di San Marcello Pistoiese.

La mongolfiera verrà lanciata intorno alle 17 ma i festeggiamenti proseguiranno fino alla sera: a partire dalle 18 si giocherà a tombola mentre alle 23 comincerà lo spettacolo pirotecnico.

Qualche numero

Il pallone è alto 15 metri, è formato da 24 spicchi di carta bianchi, rossi e verdi incollati insieme e decorati da gale tricolori e azzurre, ha una circonferenza di 30 metri e un peso di circa 100 chili. Probabilmente il lancio del primo aerostato risale al 1838, quando la famiglia Cini – proprietaria della cartiera a La Lima – festeggiò la medaglia d’oro ricevuta alla prima esposizione dei prodotti delle manifatture toscane organizzata dall’Accademia dei Georgofili.

L’evento è organizzato dall’associazione sportiva Appennino Volley con la collaborazione del Comitato parrocchiale delle feste e il patrocinio del Comune di San Marcello Piteglio.


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.