Cultura & Spettacoli, San Marcello  |  maggio 4, 2019

Una campagna di crowdfunding per riportare un po’ di cinema sulla Montagna

Il progetto lanciato dal "Labirinto del cinefilo", un gruppo di giovani residenti tra San Marcello, Gavinana e Campo Tizzoro. L'iniziativa è patrocinata dal Comune e sostenuta da diverse associazioni. La raccolta fondi è aperta fino al 15 giugno. Pronta la prima rassegna cinematografica: il programma completo, dal 20 luglio al 13 settembre. Come partecipare alla raccolta on line

di

Tempo di lettura: circa 2 minuti

SAN MARCELLO – Riportare il cinema sulla Montagna pistoiese. È questo l’obiettivo della campagna di crowdfunding lanciata da Il labirinto del cinefilo, progetto ideato e realizzato da un gruppo di giovani residenti tra San Marcello Pistoiese, Gavinana e Campo Tizzoro, mossi dall’intento di promuovere la passione per la “settima arte”. All’iniziativa, patrocinata dal Comune di San Marcello Piteglio, collaborano: Transapp, l’associazione per la valorizzazione della ferrovia Porrettana come asse di promozione sociale e turistica dell’Appennino tosco-emiliano; la sezione pistoiese di Legambiente, associazione che si occupa salvaguardia del territorio e della sua identità culturale; l’associazione culturale Nuovo cinema Appennino di San Marcello Pistoiese. Coinvolto anche il Comune di Alto Reno Terme, dove non è passato inosservato il valore assunto dall’iniziativa per tutto l’Appennino tosco-emiliano. Le informazioni complete sono reperibili a quest link.

La prima rassegna in programma

I fondi raccolti permetteranno a Il labirinto del cinefilo di dare vita, tra luglio e settembre 2019, alla rassegna cinematografica #IlCinemaRitorna – programmata con la consulenza della Fondazione Cineteca di Bologna –, ritemprare l’attività culturale della montagna e riaprire spazi polifunzionali nei quali la produzione artistica possa trovare adeguata visibilità.

Il programma

Sabato 20 luglio alle 20.30 all’Osservatorio astronomico di Pian de’ Termini sarà proiettato il film Il primo uomo (2018) di Damien Chazelle, premio Oscar 2019 per i migliori effetti speciali. La pellicola sarà preceduta dal cortometraggio Le voyage dans la lune di Georges Méliès (1902), primo film di fantascienza della storia.

Venerdì 9 agosto alle 20.30 a Piteglio, nella piazza del paese, sarà possibile assistere a Piccolo Buddha (1993) di Bernardo Bertolucci.

Domenica 18 agosto a Pracchia sono in programma due appuntamenti accomunati dal tema Il treno, amore mio – Memorie e prospettive del trasporto ferroviario. Alle 16 Villa Chiara ospiterà l’incontro di studio Il treno 4.0, incentrato sul futuro del trasporto ferroviario. Alle 20, invece, alla Misericordia verrà proiettato il film Treno popolare (1932) di Raffaello Matarazzo. La proiezione sarà preceduta da una rara antologia di cortometraggi muti a tema “ferroviario”, con accompagnamento musicale dal vivo del maestro Daniele Mandorli.

L’ultimo appuntamento si terrà venerdì 13 settembre alle 20.30 nel teatro di Dynamo Camp a Limestre, dove verrà proiettato Sherlock Jr. (1924) di Buster Keaton. La pellicola sarà introdotta e accompagnata dal Maurizio Geri Djambolulu Swing Trio.

L’obiettivo della raccolta

Il progetto ha un costo complessivo pari a 7mila euro che, per la maggior parte, saranno coperti grazie a sponsor e contributi locali. La campagna di crowdfunding, che terminerà il prossimo 15 giugno, serve a raccogliere i rimanenti 2.500 euro.

Alla raccolta fondi si accede online, all’indirizzo produzionidalbasso.com/project/accendiamo-insieme-gli-schermi-della-montagna-pistoiese/. Per contribuire è necessario scegliere una delle modalità previste e seguire le indicazioni fornite dalla piattaforma. Fino alla scadenza della campagna sarà possibile monitorare via web il suo stato di avanzamento.

Per ulteriori informazioni consultare la pagina Facebook Il labirinto del cinefilo o scrivere a [email protected]

 


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.