Sanità e sociale, Lettere al Direttore  |  marzo 19, 2019

Assemblea sulla sanità, il forfait di Saccardi. “Un consiglio: dia subito un’altra data e incontri la cittadinanza”

Una riflessione di Mauro Banchini sull'evento dedicato all'ospedale di San Marcello e ai temi della sanità in montagna, alla quale non parteciperà l'assessore regionale, per un impegno improvviso. "Se il contrattempo era reale, sarebbe bastato che lei stessa avesse fornito un'altra data per l'incontro sui monti. Invece si è detta disponibile, ma solo per un incontro nei suoi uffici fiorentini. Un pessimo errore politico"

di

Tempo di lettura: circa 1 minuti
L'ospedale di San Marcello

Sul forfait dato dall’assessore regionale Stefania Saccardi il giorno prima dell’incontro pubblico previsto per oggi pomeriggio, martedì 19 marzo, nella sede del Progetto Mo.To.Re a Campo Tizzoro, riceviamo questo intervento di Mauro Banchini, che volentieri pubblichiamo.

“Poi uno si chiede perché chi governa finisce per sembrare, così spesso, lontano dalla persone comuni. Un ultimo esempio dai monti sopra Pistoia.

Lì c’è un piccolo ospedale: ormai praticamente azzerato, senza però che il potere regionale abbia il coraggio di dichiararlo azzerato. I pochi residenti (in una comunità che si sta spopolando a vista d’occhio) hanno firmato una petizione con richieste di dare a quella struttura, in base a una norma non inventata ma esistente, almeno la dignità di pronto soccorso.

Amministrazioni comunali (di colori diversi), forze politiche e associazioni sostengono quella petizione. E l’assessora regionale aveva accettato di partecipare a una assemblea pubblica per fornire risposte.

Sarebbe stato un incontro forse non semplice per lei, ma era comunque apprezzabile la sua voglia di incontrarsi con le persone. Forse avrebbe preso qualche fischio, qualche mugugno. O forse no. Ma avendo lei deciso di accettarla, quella sfida doveva assumerla fino in fondo.

E invece, il giorno prima, l’assessora ha trovato una scusa per non andare. Oggi l’incontro si farà lo stesso, senza di lei. Se il contrattempo improvviso era reale, sarebbe bastato che lei stessa avesse fornito un’altra data per l’incontro su quei monti. Invece lei si è detta disponibile, ma solo per un incontro nei suoi (certo meno scomodi) uffici fiorentini.

Pessimo errore: politico, non solo di comunicazione.

Un consiglio, se l’assessore lo accetta: faccia subito, oggi stesso, arrivare un segnale a chi vive sui monti di Pistoia; dia subito un’altra data per l’incontro dichiarandosi disponibile, come aveva lei stessa promesso, a salire sui monti di Pistoia.

Guardando in faccia quelle persone, che non sono certo sue “nemiche” ma che da lei hanno il diritto di aspettarsi una risposta chiara, avrà modo di capire meglio e di spiegare cosa intende fare la Regione verso quell’ospedale ormai, praticamente, azzerato e burocraticamente chiamato con una sigla (PIOT) che comunica solo ipocrisia”.


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.