Sanità e sociale  |  febbraio 21, 2019

Come preparare i cani da allerta medica e rilevamento biologico

Un corso innovativo a carattere internazionale al Rifugio Valdiflora, a San Quirico (Pescia). Le tre giornate incentrato sulla ricerca olfattiva. Protagonisti assoluti i cani, che sono in grado di anticipare e segnalare uno stato di crisi fisico della persona come le crisi ipoglicemiche

di

Tempo di lettura: circa 1 minuti
Diego Corradini al Rifugio Valdiflora

SAN QUIRICO (PESCIA) – Un corso specialistico di carattere internazionale realizzato in tre intense giornate teorico/pratiche (22-23-24 febbraio) con l’obiettivo di fornire ai corsisti le conoscenze utili ad addestrare i cani da rilevamento biologico e da allerta medica. La sede è in Toscana presso il Rifugio Valdiflora di San Quirico Pescia, struttura di accoglienza per animali, soggiorno e formazione immersa tra le colline pistoiesi.
“Si tratta di un corso innovativo che fa riferimento all’ambito specifico della ricerca olfattiva e vuole trasmettere le nozioni necessarie a formare cani ecorilevatori” – spiega Diego Corradini (nella foto) responsabile della struttura e sostenitore del corso. “In questi tre giorni – aggiunge – cercheremo di fare chiarezza sullo stato di avanzamento delle conoscenze in questo settore e approfondiremo la corretta applicabilità e utilizzo delle tecniche. I protagonisti assoluti, ovviamente – conclude – saranno i cani cosiddetti ‘da allerta medica’ che sono in grado di anticipare e segnalare uno stato di crisi fisico della persona come ad esempio le crisi ipoglicemiche”.
Il corso specialistico è arricchito da nozioni di calibro internazionale. Tra i docenti, dalla Spagna Alfredo Garrido e Pedro Salas. Per tutte le info [email protected] rifugiovaldiflora.it.


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.