La ricerca, San Marcello  |  settembre 28, 2018

Asteroidi e comete, riconoscimento internazionale per gli studenti dell’Osservatorio Astronomico

Pubblicato un articolo sulla prestigiosa rivista del Minor Planet Bulletin con quattro studenti di San Marcello come co-autori: Marco Carotta, Linda Nesti, Martina Fragai, Giulio Carotta. Lo studio di un quinto studenti, Simone Sisi, comparirà sulla rivista “Astronomia” dell'Unione Astrofili Italiani. Paolo Bacci del GAMP: “Uno stimolo per far avvicinare sempre più giovani a questo affascinante campo scientifico”

di

Tempo di lettura: circa 1 minuti
I quattro studenti protagonisti: Nella foto: Marco Carotta, Linda Nesti, Martina Fragai, Giulio Carotta

GAVINANA (SAN MARCELLO PITEGLIO) – Il Gruppo Astrofili Montagna Pistoiese GAMP ha ottenuto un altro importante riconoscimento da una prestigiosa rivista internazionale. Protagonisti, questa volta, gli studenti che hanno svolto l’attività di alternanza scuola-lavoro presso l’Osservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese, struttura del Comune di San Marcello Piteglio. I ragazzi – Giulio Carotta, Marco Carotta, Linda Nesti e Martina Fragai – hanno svolto, con entusiasmo e passione, varie attività di ricerca nell’osservatorio montano che è conosciuto a livello mondiale per i risultati ottenuti nel campo della ricerca di asteroidi. I giovani, seguiti passo dopo passo, hanno seguito le orme degli astrofili che attualmente svolgono questa attività e alla fine hanno visto riconosciuto il loro lavoro.

L’articolo sul Minor Planet Bulletin

Il 22 settembre, sulla prestigiosa rivista internazionale del Minor Planet Bulletin, è stato pubblicato un articolo scientifico nel quale gli studenti compaiono come co-autori e nel quale viene illustrato il lavoro svolto per la determinazione del periodo di rotazione dell’asteroide 3800 Karayusuf che risulta essere di 2.2 ore. (http://www.minorplanet.info/MPB/issues/MPB_45-4.pdf). L’importanza di questa attività permetterà in futuro di effettuare una modellazione tridimensionale dell’asteroide che ne determinerà con precisione la forma e l’inclinazione dell’asse di rotazione.

Lo studio sulle polveri delle comete

Questo asteroide è stato scrupolosamente scelto dai ragazzi assieme ad un altro pianetino (di tipo NEA, ovvero potenzialmente pericoloso per la Terra) i cui dati sono tutt’ora in fase di studio da parte di uno dei maggiori esperti del settore, Lorenzo Franco. Lo studente Simone Sisi, dell’Istituto Omnicomprensivo di San Marcello Pistoiese, invece si è occupato di comete, realizzando un brillante lavoro sullo studio delle polveri emesse da 6 comete osservate durante il periodo estivo ed anche questo apprezzabile lavoro verrà pubblicato sulla rivista “Astronomia” dell’Unione Astrofili Italiani.

La soddisfazione del GAMP

Per il GAMP, presieduto da Luciano Tesi, l’attività di questi ragazzi è motivo di grande orgoglio. “Certo si tratta di un altro risultato importante – commenta Paolo Bacci del GAMP – che rientra in una delle principali attività svolte dal gruppo, la divulgazione delle scienze astronomiche. E’ un’attività che dà lustro a tutta la comunità montana e può essere da stimolo per far avvicinare sempre più giovani a questo affascinante campo scientifico”.


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.