Cultura & Spettacoli, Pistoia  |  giugno 13, 2018

“Pinocchiesca”, a San Miniato l’anteprima del Campionato della Bugia

Giovedì 15 l'appuntamento nella frazione di Pinocchio, giunto alla terza edizione. L'evento si inserisce nella manifestazione Pinocchio in strada. Da Le Piastre una piccola delegazione guidata dal Magnifico rettore dell'Accademia della Bugia giudicherà i concorrenti. Il vincitore della sfida parteciperà alla manifestazione piastrese, in programma il 4 e 5 agosto

di

Tempo di lettura: circa 2 minuti
La premiazione del vincitore dell'anteprima del Campionato della Bugia, a San Miniato Basso, nel 2016. Nell'altra foto la premiazione del 2017

 

LE PIASTRE (PISTOIA) – Pinocchiesca, ovvero l’anteprima del Campionato della Bugia, è in programma domani, giovedì 14 giugno, dalle 21.15 nella piazzetta Ugo Foscolo a San Miniato Basso. L’evento si svolgerà in occasione di Pinocchio in strada, ed è la terza edizione di questo assaggio della manifestazione,  giunta quest’anno alla sua 42esima edizione, che si svolgerà a Le Piastre, sabato 4 e domenica 5 agosto.

La sfida nel paese di nome Pinocchio

Sarà Pinocchio, la frazione di San Miniato Basso, ad ospitare la sfida tra i bugiardi in erba, un piccolo campionato con le stesse caratteristiche di quello originale. E anche quest’anno il vincitore della sfida samminiatese avrà l’onore di salire sul palco de Le Piastre per cercare di aggiudicarsi il bugiardino d’oro. La serata sarà presentata da Alessandro Gelli e dal magnifico rettore del’Accademia della Bugia, Emanuele Begliomini. Ospiti i comici Jerry e Gelli. Anche quest’anno saranno presenti il sindaco di San Miniato, Vittorio Gabbanini, ed altri rappresentati del Comune.

Il legame fra Bugia e Pinocchio in strada

Il trofeo di Pinocchiesca è rappresentato da una rocca di San Miniato in terracotta con un Pinocchio che l’ abbraccia. «Noi saremo là – afferma il magnifico rettore Emanuele Begliomini – per portare la nostra esperienza a Pinocchio. L’anteprima è cresciuta e sono sicuro che questa terza edizione sarà ancora migliore delle precedenti. La nostra si conferma una bugia da esportazione, visto che l’abbiamo portata anche a Ferrara e a Cassino. Ringrazio gli organizzatori di Pinocchio per averci voluto ancora una volta, rinsaldando un’amicizia davvero sincera».

Giovedì sera appuntamento dunque lungo la Tosco Romagnola, chiusa al traffico, nella primo dei tre giovedì di “Pinocchio in strada”, l’iniziativa che da ormai undici anni è organizzata dai commercianti del Centro commerciale naturale di San Miniato Basso. «Torna – aggiunge Stella Buggiani, presidente dell’associazione Pinocchio a i’ Pinocchio – per la sua terza edizione ‘Pinocchiesca’, la selezione del Campionato Italiano della Bugia 2018 a cura della nostra associazione culturale. Del resto quello con l’Accademia della Bugia è un rapporto ormai consolidato. Loro sono presenti alla nostra iniziativa e noi partecipiamo ogni anno al loro Campionato, con reciproca soddisfazione e molto divertimento. Sono sicura che sarà così anche per gli spettatori che assisteranno alla nostra anteprima».

Un racconto e un disegno delle scuole primarie

Almeno dieci i concorrenti adulti finora iscritti, ma si potrà farlo anche all’ultimo momento, quando arriveranno anche i piccoli partecipanti alla sezione bambini. Le primarie Dante Alighieri e Don Milani hanno accolto con entusiasmo l’idea di realizzare un racconto e un disegno sui cambiamenti climatici, il tema del Campionato di quest’anno e i lavori fatti saranno esposti.

I componenti della giuria

La giuria, oltre che da alcuni accademici piastresi, sarà composta da Carlo Baroni (giornalista della Nazione), Giuseppe Garbarino (presidente dell’associazione Pinocchio a casa sua), Aurelio Cupelli (San Miniato Promozione), Fabrizio Mandorlini, Andrea Mastroberti e Gianmarco Lotti.


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.