Economia, San Marcello  |  maggio 2, 2017

Il lavoro come prospettiva per un futuro in montagna

Se ne parlerà domenica 7 maggio, alla Dynamo Camp, nel corso della festa di "LiberEtà" della Lega Spi Cgil. Interverranno esponenti della montagna come Roberto Prioreschi, Sauro Romagnani, Roberto Orlandini e Fabiano Fini. Con loro Aldo Gara, giornalista di LibEretà Nazionale, Gessica Beneforti, segretaria della Camera del Lavoro di Pistoia e Daniela Cappelli segretaria generale dello Spi Cgil Toscana

di

Tempo di lettura: circa 1 minuti
Un'immagine del teatro di Dynamo Camp
Un'immagine del teatro di Dynamo Camp

 

LIMESTRE (SAN MARCELLO) – Va in scena alla Dynamo Camp, domenica prossima, 7 maggio, a partire dalle 9, la Festa di LiberEtà della Lega Spi Cgil della Montagna Pistoiese.  L’iniziativa, che la Lega organizza ogni anno, non è solo una festa per il giornale del Sindacato Pensionati ma anche un momento di riflessione sui temi di attualità.
Tema di quest’anno “Passato, presente e futuro del lavoro sulla montagna pistoiese”. “Oggi, più che mai, è necessario capire quale sarà il futuro della nostra montagna che è attraversata da una crisi economica ancora più pesante che in altre parti della nostra Provincia – sottolinea Roberto Ducceschi, segretario della Lega Spi della Montagna Pistoiese. -. Parlare del lavoro e cercare di trovare soluzioni possibili significa dare un futuro soprattutto alle giovani generazioni e non costringerle ad abbandonare le nostre montagne”.

Si parlerà di futuro senza dimenticare il passato. Durante gli interventi previsti, sarà ricordato il mondo del lavoro ed i lavori che si facevano un tempo da queste parti. Interverranno Roberto Prioreschi, Sauro Romagnani, Roberto Orlandini, Fabiano Fini, Aldo Gara, giornalista di LibEretà Nazionale e Gessica Beneforti, segretaria della Camera del Lavoro di Pistoia. I lavori saranno conclusi da Daniela Cappelli segretaria generale dello Spi Cgil della Toscana.


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.