Economia, San Marcello  |  novembre 17, 2017

La montagna metalmeccanica: quell’eccellenza che non ti aspetti

La presentazione di un depliant dedicato a 22 aziende è stata l'occasione per riflettere sull'importanza di questo settore, nel territorio comunale di San Marcello Piteglio. In risalto le capacità produttive e l’elevato grado tecnologico. In molte esportano nei mercati esteri manufatti di grande qualità. Tornitura e fresatura le produzioni prevalenti, quindi la costruzione di stampi e lo stampaggio. Molto diffusa la progettazione e l'assemblaggio. La metà delle aziende è certificata. Il settore occupa 265 addetti

di

Tempo di lettura: circa 4 minuti
Un'immagine del pubblico

SAN MARCELLO – Ventidue aziende del Distretto metalmeccanico della Montagna Pistoiese, nel comune di San Marcello Piteglio, hanno deciso di pubblicare, un depliant di 40 pagine in cui sono elencate e descritte le attività di tutte le imprese del settore. I numeri parlano di 265 addetti complessivi, ospitati in 31.680 metri quadrati coperti, dislocati in 8 aree produttive del comune: Il Cassero, Maresca; Occhiali, Bardalone; Oppiaccio, Bardalone; Ex Se.Di., Campo Tizzoro; La Lima; Campo Tizzoro; San Marcello; Mammiano. Il depliant è stato presentato al pubblico da Sauro Romagnani, che è l’autore del progetto e dei testi, nella sala del Consiglio Comunale del comune di San Marcello Piteglio, ieri, giovedì 16 novembre.

Alcuni interventi

Giancarlo Gori, presidente della Banca Alta Toscana, che ha finanziato la pubblicazione, ha ricordato l’importanza della Banca per il territorio montano, l’unica banca territoriale, ha sottolineato, e si è detto disposto ad intensificare ulteriormente la collaborazione con le imprese. Dopo di lui si sono succeduti diversi interventi fra i quali quello di Marco Buonomini, presidente Cna Toscana Centro Area della Montagna Pistoiese, e degli imprenditori Alessandro Tonarelli, della Stern Progetti, e Giampiero Bruschi, della Fratelli Martinelli. Il sindaco, Luca Marmo ha fatto un ampio intervento in cui ha prefigurato un futuro che sia in grado di appoggiare di più le aspettative delle aziende. Il problema è, ha sottolineato, di scelta: “Dare un poco a tutti o percorrere la strada di indirizzare le risorse in settori ben precisi”.

Produzioni di alto livello

Per gli imprenditori l’evento è stato molto utile perché ha permesso scambi di opinioni col mondo bancario e istituzionale, oltre che un’occasione di far conoscere, sia pure attraverso un sintetico depliant, le capacità produttive raggiunte e l’elevato grado tecnologico delle aziende, alcune delle quali esportano nei mercati esteri manufatti di elevata qualità. Molte di queste lavorano per altre aziende italiane, europee e extraeuropee di notevole livello produttivo e tecnologico. Alcune di loro hanno avuto riconoscimenti da prestigiose Università sia Italiane sia Americane.

Nella pubblicazione emergono alcune aziende all’avanguardia. Alcune producono per le maggiori fabbriche di automobili a livello internazionale, altre realizzano prodotti unici esportati in tutto il mondo, fino a chi ha addirittura ricevuto i riconoscimenti dal Mit, il Massacsusett Institute of Tecnology.

La tipologia dei prodotti

In maggioranza la loro produzione è destinata al conto terzi. Le lavorazioni preminenti sono la tornitura e la fresatura, con o senza centri di lavorazione. Segue la costruzione di stampi e lo stampaggio, mentre diffusa è la progettazione e l’assemblaggio. La metà delle aziende è certificata, indice di una sempre più spinto livello di specializzazione. C’è una tendenza a produrre non più, come nel passato, un singolo particolare di un insieme ma prodotti sempre più complessi e assemblati che si giovano di una collaborazione presente nel distretto. Si va dalle forniture specializzate, nel settore della difesa, delle ferrovie, della navigazione, della costruzione di supporti per grandi tubazioni per trasporto del petrolio, dell’automotive, della rubinetteria, a quello della realizzazione di grandi modelli, come per esempio quello dell’ETR 500.

Si costruiscono anche macchinari complessi, progettati e realizzati per altre aziende o per essere destinati direttamente alle aziende di produzione. Si realizzano automazioni industriali di grandi presse e la costruzione di grandi stampi, o lavorazioni che richiedono tagli laser di ultima generazione. Inoltre viene prodotto filo diamantato, utensile impiegato nell’industria per il taglio del marmo e materiali molto duri, che viene esportato in tutto il mondo. Si producono incisioni per semilavorati o oggetti finiti, di materiali diversi.

LE IMMAGINI DELLA SERATA

 

  

Il presidente della Banca Alta Toscana, Giancarlo Gori (a sinistra) e il sindaco Luca Marmo 

 

A sinistra Giampiero Bruschi (Fratelli Martinelli) e Alessandro Tonarelli (Stern Progetti)

Marco Buonomini presidente Cna Toscana Centro Area della Montagna Pistoiese

 

 

A sinistra Sauro Romagnani con Roberto Prioreschi in compagnia di due imprenditrici.

Nella foto di gruppo da sinistra: Alessandro Pisaneschi, Stefano Brizzi, Giancarlo Gori, Luca Marmo, Valerio Sichi, Giampiero Bruschi, Daniele Pacelli e Giacomo Buonomini

L’elenco delle aziende

thumbnail of Libretto_Aziende_STAMPA 5

 


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.