Pistoia, Cultura & Spettacoli  |  agosto 31, 2021

Festa del Parco Petrocchi, la “prima” è stata un successo

Tre giorni di eventi, il 27, 28 e 29 Agosto a Castello di Cireglio, fra cultura, musica, prodotti locali, gastronomia e intrattenimento. Dalla presentazione della nuova edizione de “Il mio paese” curata da Giovanni Capecchi all'incontro con l'altro Parco letterario toscano, Emma Perodi e Le Foreste casentinesi. Il presidente nazionale dei Parchi letterari, Stanislao De Marsanich: “Necessario far rete e presentare progetti comuni a livello culturale, economico e ambientale”. La FOTOGALLERY degli eventi di Maurizio Pini

di

Tempo di lettura: circa 13 minuti
Il monumento a Petrocchi a Castello che domina, sullo sfondo, la piana di Pistoia

CASTELLO DI CIREGLIO (PISTOIA) – Le tre giornate dedicate alla Festa del Parco Letterario Policarpo Petrocchi (27-28-29 Agosto) si sono concluse con un bilancio estremamente promettente, nell’ambito di un progetto che guarda al futuro con grandi speranze per la promozione di un intellettuale, Policarpo Petrocchi, di un paese, Castello di Cireglio, di una valle, la valle del Vincio di Brandeglio, e in prospettiva dell’intera Montagna pistoiese.

L’attenzione di un pubblico sempre interessato non è stata attratta dalla semplice curiosità dettata da una novità inconsueta, ma anche dalla bontà di un intero progetto, nato per essere inclusivo di vari aspetti, da quello strettamente culturale a quello economico, da quello ambientale a quello ludico-ricreativo.

Gli incontri culturali

Naturalmente i vari incontri culturali hanno ruotato in prevalenza intorno alla figura del Petrocchi, analizzata sotto vari punti di vista.

  

Innanzi tutto, venerdi 27 agosto, è stata presentata da Andrea Ottanelli e da Claudio Rosati, una nuova edizione, curata da Giovanni Capecchi, de Il mio Paese, il romanzo incompiuto che Policarpo ha interamente dedicato a Castello di Cireglio, alcuni passi del quale sono stati recitati dall’attore Giovanni Fochi nel suggestivo scenario notturno della piazzetta di Capivilla, opportunamente allestita per ospitare l’evento.

Poi, domenica 29 agosto, Giovanna Frosini e Elena Felicani, (dell’Università per stranieri di Siena) hanno parlato del rapporto tra Policarpo Petrocchi e Clementina Biagini, tra amore e letteratura, analizzato sulla base di una rigorosa analisi scientifica dei carteggi intercorsi tra i due.

Ma l’aspetto culturale non si è limitato alla complessa figura del grande lessicografo; il 27 agosto, Castello di Cireglio ha ospitato un Concerto di musiche popolari toscane con il gruppo Di Terra in Terra, che si è esibito in ballate, abbandoni, repertori di cantastorie legati alla grande tradizione della Montagna pistoiese. Inoltre, sempre domenica 29 agosto, c’è stata la dimostrazione di un contrasto in ottava rima, in questo caso immaginario, tra la cascia e il castagno, di cui si sono fatti interpreti Mariano Dolfi e Florio Franceschi, nella scia di una grande tradizione culturale che ha visto in passato la valle del Vincio di Bradeglio produrre grandi interpreti di questo genere letterario.

La fase culturale si è conclusa con la presentazione da parte dello scultore Dorando Baldi della sua opera intitolata La giovane sposa, che l’autore stesso ha donato al Parco e con la quale ha voluto risaltare il grande e nobile impegno, nonché gli enormi sacrifici che le donne di montagna hanno sostenuto nei secoli, quando sole per la partenza dei mariti alla volta delle Maremme, dovevano pensare al mantenimento e all’accudimento dei figli .

La valorizzazione delle aziende locali

Un altro obiettivo del Parco letterario Policarpo Petrocchi è la valorizzazione delle aziende che operano nel territorio della nostra Montagna e che danno una effettiva testimonianza di che cosa sia veramente la resilienza, nonostante le difficoltà quotidiane a vivere e operare in ambienti spesso disagiati.

Così Domenica 29 agosto esse hanno avuto un ruolo di primo piano nella Mostra mercato dei prodotti del parco, realizzata in angoli caratteristici del paese di Castello di Cireglio.

Purtroppo non tutte quelle che a suo tempo avevano aderito al progetto-parco hanno potuto prender parte all’evento, causa esigenze di lavoro, cioè l’Azienda Il Sottobosco e l’Azienda Pollici rosa; comunque resta il loro fermo impegno ad esser parte attiva del progetto complessivo e delle manifestazioni future che il Parco vorrà realizzare.

Hanno invece allestito le loro postazioni l’Azienda agricola Monaverde, l’Azienda agricola Verdetti di Rachele Petrucci, la Floricoltura Daniela e l’Azienda Agricola Vergiole, che hanno richiamato avventori attratti dalla varietà e dalla qualità dei prodotti.

 

 

 

 

 

 

 

L’incontro col Parco Emma Perodi

Il pomeriggio di Sabato 28 Agosto è stato totalmente dedicato all’incontro con l’altro Parco regionale, il Parco letterario Emma Perodi e Le Foreste casentinesi, rappresentato dal presidente, Annalisa Baracchi, e da Alberta Piroci Branciaroli, direttore scientifico.

 

  

Si è trattato di un’occasione speciale per lo scambio di esperienze, ma soprattutto è stata ribadita dal presidente dei Parchi letterari italiani, Stanislao De Marsanich, peraltro presente a Castello di Cireglio in ognuna delle tre giornate di festa, la necessità di far rete e di presentare progetti comuni a livello culturale, economico e ambientale.

Gli appuntamenti salutari, ludici e gastronomici

In un bellissimo castagneto prossimo a Castello di Castello, Domenica 29 agosto è stato organizzato un evento dedicato a Yoga e vibrazioni sonore che ha raccolto un buon numero di iscritti, mentre nella prima periferia del paese, in un’area appositamente allestita, si stava svolgendo una manifestazione dedicata ai bambini nella quale si insegnavano i giochi più comuni al tempo di Policarpo e che l’autore stesso menziona nel romanzo Il mio paese.

 

Naturalmente non sono mancati gli appuntamenti gastronomici nella Locanda della Sapienza che hanno esaltato la qualità dei prodotti locali ed una cucina povera ma sempre più apprezzata.

Nel corso di queste tre giornate non sono mancate partecipazioni istituzionali, come quella del sindaco di Pistoia, Alessandro Tomasi, e di esponenti del mondo della cultura e dell’arte che sono stati ricevuti dal presidente del Parco letterario Policarpo Petrocchi, Giovanni Capecchi.

 

Tutte le immagini sono state realizzate da Maurizio Pini


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.