Oltre 2 milioni di mele per sostenere la lotta alla sclerosi multipla

di

Da venerdì l a lunedì 4 ottobre “La Mela di AISM” sarà protagonista in tutta Italia. L’iniziativa di sensibilizzazione e raccolti fondi per potenziare i servizi alle persone malate e sostenere la ricerca scientifica. Dove e quando trovare le mele sulla montagna pistoiese: a Maresca, Pontepetri, Treppio, Orsigna, Pavana e Cutigliano


I cavalli al servizio degli operatori sanitari del San Jacopo di Pistoia

di

Un progetto sperimentale che preveda l'interazione tra tecniche di psicoterapia e interventi assistiti con animali. Promosso dall'associazione “Amo la montagna”, ha trovato il sostegno dell'Azienda Agricola Pistoiese dei Fratelli Bechelli. Le sedute gestite da un'infermiera coadiutrice del cavallo e da una psicoterapeuta, in uno spazio naturale vicino a Castello di Cireglio

Il Camper della Regione #GiovaniSìVaccinano farà tappa sulla Montagna pistoiese

di

Doppio appuntamento con le somministrazioni anti Covi 19, effettuate dal personale sanitario dell'Azienda Sanitaria. Mercoledì 15 settembre a San Marcello, nel parcheggio antistante il Maeba, giovedì 16, a Sambuca, a Ponte alla Venturina; in entrambi i casi nel pomeriggio, dalle 15 alle 19. Per chi è interessato non è necessaria alcuna prenotazione: basterà presentarsi alla postazione mobile e aspettare il proprio turno.
Dal 18 settembre Alice Iori nuovo medico di famiglia per la montagna pistoiese

Autismo, una giornata per tornare a incontrarsi

di

Appuntamento Domenica 12 settembre dalle 16,30 alla Casa di Gello. In programma «Io sono come te», un evento per la presa di coscienza delle problematiche delle persone con autismo. La Fondazione Raggio Verde e Agrabah racconteranno i progetti futuri. Nel 2022 due ricorrenze importanti

In agosto torna la guardia medica turistica in montagna

di

Il servizio si svolgerà dal 2 al 31 nel distretto Ausl di Abetone e nella sede della Pubblica Assistenza di Maresca. Prevista una turnazione durante la settimana mentre il sabato e la domenica le prestazioni saranno garantite dalla continuità assistenziale. La soddisfazione dei sindaci Marmo e Barachini

L’Infermiere di Famiglia diventa realtà anche in Montagna

di

Il servizio attivo a casa dei pazienti e in ambulatorio in nove zone diverse. I nominativi di riferimento. L'obiettivo è rafforzare la continuità assistenziale sul territorio nell’ambito delle cure primarie. con la presa in carico dei pazienti anche una personalizzazione della cura. Fra gli effetti positivi la possibilità di evitare molti accessi inappropriati al Pronto Soccorso