Pistoia, Nuovi progetti  |  novembre 10, 2021

Cultura, turismo e attività sociali nelle stazioni di Pracchia, Piteccio, San Momme’ e Castagno: al via l’avviso pubblico

Il bando prevede la custodia e la conservazione dei quattro immobili, che  potranno accogliere attività di interesse ferroviario e di promozione della linea Porrettana. I locali saranno concessi al Comune di Pistoia in comodato d'uso gratuito per la durata di 5 anni rinnovabili. Chi può partecipare alla manifestazione di interesse. Tempi e modalità di presentazione delle domande

di

Tempo di lettura: circa 1 minuti
La stazione di Pracchia

PISTOIA – Le stazioni ferroviarie di Pracchia, Pieteccio, San Momme’ e Castagno potranno accogliere attività di tipo culturale, turistico e sociale di interesse ferroviario e di promozione della linea Porrettana. Il Comune di Pistoia ha pubblicato, infatti, l’avviso esplorativo per la presentazione di manifestazioni d’interesse per la custodia e la conservazione degli immobili di pertinenza delle quattro stazioni ferroviarie.

L’Amministrazione intende così individuare soggetti disponibili a occuparsi dei quattro immobili di proprietà di RFI s.p.a. che saranno concessi al Comune in comodato d’uso gratuito per la durata di 5 anni rinnovabili e quindi destinati ad accogliere attività specifiche.

Chi può partecipare

Possono partecipare i soggetti con sede nel comune di Pistoia che operano, senza scopo di lucro, da almeno due anni nel campo delle attività culturali e sociali per lo sviluppo e la conservazione del territorio montano pistoiese. In particolare, le associazioni di promozione sociale iscritte al registro regionale delle APS, le organizzazioni di volontariato iscritte al registro regionale delle ODV e le Pro Loco iscritte all’Albo provinciale.

L’avviso e la modulistica sono pubblicati all’albo pretorio online sul sito www.comune.pistoia.it.

Presentazione delle domande

Le domande devono essere presentate entro le ore 17 del 30 novembre e potranno riguardare la custodia anche di più immobili. La consegna è prevista direttamente, a mano, all’ufficio Protocollo, in via Filippo Pacini 24; con raccomandata a/r al servizio Cultura e tradizioni, turismo e informatica del Comune in via Sant’Andrea 16; tramite Pec all’indirizzo [email protected]

Per maggiori informazioni è possibile chiamare i numeri 0573 371273, 371279 o scrivere all’indirizzo mail: [email protected]


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.