Pistoia, Turismo  |  ottobre 12, 2021

Il FAI alla scoperta di Castello di Cireglio e del Parco Letterario Policarpo Petrocchi

Sabato 16 e domenica 17 ottobre il Fondo Ambiente Italia organizza due giornate dedicate al piccolo borgo pistoiese: un percorso visivo e di memoria incentrato sul paese, in connubio stretto con la figura del famoso letterato. L'altra opportunità a Pistoia, solo la domenica, dedicata al percorso narrativo della bellissima chiesa di San Leone, dal titolo “dal recupero a scrigno di cultura nel giubileo Iacobeo 2021”

di

Tempo di lettura: circa 6 minuti

Sicuramente l’istituzione del Parco Letterario intitolato a Policarpo Petrocchi ha incuriosito molti che alla spicciolata, anche in questi giorni autunnali, visitano Castello di Cireglio muniti di macchine fotografiche e cellulari per riprendere gli scorci veramente particolari che il paesino offre. Sono persone che provengono dalla piana o anche pistoiesi che non sapevano nemmeno dell’esistenza di questo grazioso borgo. Nelle ultime settimane, poi, è stata rilevata la presenza di qualche straniero, soprattutto tedeschi, che notoriamente apprezzano la nostra regione e ciò che essa offre. Si può dire che il compito del Parco letterario è anche questo: far conoscere non solo Castello di Cireglio, ma anche tutta la nostra montagna pistoiese che è ricca di storia e di cultura e che purtroppo non è valorizzata per quanto merita.
Maurizio Ferrari

 

CASTELLO DI CIREGLIO (PISTOIA) – La riprova definitiva della crescita di interesse per Castello di Cireglio e per quanto esso rappresenti sta nelle visite al paese organizzate dal Gruppo FAI di Pistoia per i giorni di Sabato 16 e Domenica 17 ottobre 2021, nell’ambito delle ormai consolidate Giornate FAI di Autunno, che da alcuni anni si prefiggono di aprire le porte a luoghi di rara bellezza e di scarsa notorietà di cui la nostra Italia è strapiena.
Il titolo prescelto per le due giornate è Castello di Cireglio: Policarpo Petrocchi e la vita in un borgo montano, un titolo accattivante per i molteplici risvolti di carattere culturale, storico-sociale, economico ed artistico.

Il 16 e 17 ottobre, infatti, si aprono le GIORNATE FAI DI AUTUNNO 2021, l’evento nazionale organizzato dal FAI, Fondo Ambiente Italiano, con lo scopo di far riscoprire le bellezze del nostro territorio tramite itinerari tematici e aperture straordinarie. Per questa edizione in 300 città d’Italia si potranno scoprire 600 luoghi d’arte e natura in sicurezza, secondo le normative anticontagio.
Il Gruppo FAI Pistoia – Montagna Pistoiese partecipa a questa giornata proponendo alla cittadinanza un doppio circuito d’arte e cultura.
“Policarpo Petrocchi e la vita in un borgo montano: Castello di Cireglio” offre un percorso visivo e di memoria incentrato sul borgo in connubio stretto con la figura del famoso letterato, figura di spicco nell’ambito intellettuale della seconda metà dell’Ottocento, attraverso il Parco Letterario nato recentemente.
“San Leone: dal recupero a scrigno di cultura nel giubileo Iacobeo 2021” dona l’opportunità speciale di apprezzare San Leone, uno scrigno di arte e di cultura nella sua storia dal recupero all’odierno anno Iacobeo.

Il programma

Sabato 16 ottobre, dalle 14.30 alle 17.30 (ultimo ingresso 16.30) “Policarpo Petrocchi e la vita in un borgo montano: Castello di Cireglio”. Percorso narrativo per il borgo di Castello di Cireglio dedicato ai soli iscritti con la possibilità di iscriversi al FAI in loco. Narrazioni ore 14:30/15:30/16:30 a cura degli esperti del Parco Letterario. Recarsi in loco 10’ prima dell’inizio del turno.
In entrambi i giorni sarà aperto il punto ristoro della Locanda della Sapienza che si trova all’interno del paese di Castello di Cireglio, di fronte alla Piazza della Grigia, tanto per usare un toponimo così caro a Policarpo Petrocchi.

Domenica 17 ottobre

Dalle 10 alle -17 (ultimo ingresso alle 16) “Policarpo Petrocchi e la vita in un borgo montano: Castello di Cireglio”. Percorso narrativo per il borgo di Castello di Cireglio dedicato a tutti con la possibilità di iscriversi al FAI in loco. Narrazioni a cura del Gruppo FAI Pistoia – Montagna Pistoiese. E’ consigliato recarsi in loco 10 minuti prima dell’inizio del turno.
Dalle 10 alle 18 (ultimo ingresso alle 17.30) “San Leone: dal recupero a scrigno di cultura nel giubileo Iacobeo 2021” percorso narrativo della chiesa di San Leone come opera architettonica e scrigno di cultura dedicato a tutti. Possibilità di iscriversi al FAI in loco. Narrazioni a cura del Gruppo FAI Pistoia – Montagna Pistoiese. Recarsi in loco 10 minuti prima dell’inizio del turno.

Necessaria prenotazione e greenpass

Per la partecipazione alle Giornate FAI d’Autunno 2021 è imprescindibile la prenotazione tramite il sito www.giornatefai.it e l’esibizione di un green pass valido come da normativa vigente e mantenere un comportamento idoneo come da disposizioni nazionali inerenti le norme anticontagio.

Le due opportunità offerte dal FAI

“Policarpo Petrocchi e la vita in un borgo montano: Castello di Cireglio” e “San Leone: dal recupero a scrigno di cultura nel giubileo Iacobeo 2021” sono le opportunità offerte dal FAI a Pistoia e nel suo territorio nell’ambito di un evento nazionale di sensibilizzazione e di raccolta pubblica di fondi, che accompagna gli Italiani a scoprire la storia e certe radici nonché la bellezza che li circonda, chiedendo loro un contributo alla missione del FAI in difesa del patrimonio d’arte e natura italiano.
L’evento a Castello di Cireglio è stato realizzato con la collaborazione e la disponibilità dei fondatori del Parco Lettterario Policarpo Petrocchi, delle associazioni “Onore e Lavoro”, “Storia e Città”, “Amo la Montagna” e dell’Aps Arci Castello di Cireglio nell’apertura della Locanda della Sapienza.
L’evento presso San Leone è stato reso possibile attraverso la preziosa cooperazione ed agevolazione dell’Assessorato al Turismo, alle Tradizioni e alle Manifestazioni Jacopee del Comune di Pistoia, e dell’Ufficio Attività Culturali – Servizio Cultura e Tradizioni, Turismo e Informatica, dell’Associazione Musiké, della Giorgio Tesi Group con la disponibilità della Diocesi di Pistoia e dell’arciprete Mons. Luca Carlesi e con il patrocinio del Comune di Pistoia.
Entrambi gli eventi saranno affiancati dalla cooperazione dei volontari della Croce Rossa.

Gli aspetti storici e artistici dei due eventi

Gli aspetti storici e artistici di “Policarpo Petrocchi e la vita in un borgo montano: Castello di Cireglio”


Il borgo di Castello di Cireglio è situato nelle prime propaggini della montagna pistoiese, a poca distanza dalla Via Modenese e collegato ai presidi più importanti sulla direttrice garfagnina e modenese. Si presenta in varie contrade, sono presenti i resti di quel che fu il Cassero, controparte civile al luogo di culto di quella che fu la Pieve di San Pancrazio e San Giovanni Battista di Brandeglio (oggi: chiesa dei Santi Maria e Pancrazio). Il luogo antropizzato sarà vissuto come specchio di un letterato brillante e sanguigno nella tempra e nelle idee, capace di lasciare un tratto distintivo nell’esperienza letteraria e culturale della propria epoca, e di scalzare certe consuetudini.

Gli aspetti storici e artistici di “San Leone: dal recupero a scrigno di cultura nel giubileo Iacobeo 2021”

San Leone, situata nel centro storico cittadino, affonda le sue origini nell’oratorio della congregazione dei sacerdoti secolari dello Spirito Santo di Pistoia nel 1379. L’architettura ed il cantiere hanno visto succedersi fasi e maestranze seicentesche di notevole fascino. In questo periodo è in allestimento la mostra “L’altare argenteo di San Iacopo a Pistoia” il cui allestimento è stato curato dall’ architetto Simone Martini, è un evento nato da un progetto di Giorgio Tesi Editrice e Associazione The Wall, con il contributo del Comune di Pistoia, della Fondazione Caripit ed il sostegno di Giorgio Tesi Group e di Conad Nord – Ovest in accordo con la Diocesi di Pistoia, il Capitolo della Cattedrale, la Xunta de Galizia, e l’ Università di Santiago e in collaborazione con il MIBACT e il Centro Italiano di Studi Compostellani e si affianca alle diverse celebrazioni pistoiesi per l’anno santo iacobeo.
L’amministrazione comunale si è adoperata  con l’ Assessorato al Turismo, alle Tradizioni e alle Manifestazioni Jacopee in seno alle diverse iniziative promosse dal comitato promotore per celebrare, per la prima volta, l’anno giubilare affinché la mostra fotografica, partendo dalla presenza all’inaugurazione a Santiago de Compostela il 9 luglio 2021, dove è stata apprezzata da circa 15.000 visitatori in due mesi, potesse far tappa a Pistoia per venir poi esportata in altre città per la valorizzazione del culto di San Jacopo.


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.