Anche da Letterappenninica tanti segnali di riscossa della montagna

di

Numeri ed esempi in controtendenza emersi nel corso degli appuntamenti della rassegna letteraria. Il sindaco di San Marcello Piteglio Luca Marmo: “Nel 2018 invertito il trend negativo di popolazione e imprese”. Il premio Bellucci a Cinzia Scaffidi: “E’ più difficile vivere qui e avere successo ma le cose importanti sono in salita”. Lunedì 5 e mercoledì 7 gli ultimi eventi in programma


Con "BellItalia" la Montagna Pistoiese torna protagonista sugli schermi nazionali

di

Ancora una trasmissione dedicata alle bellezze presenti nel Comune di San Marcello Piteglio. Dopo le reti Mediaset si sono accese le telecamere di Rai 3 con una nota rubrica settimanale della TGR nazionale. La messa in onda venerdì 2, alle 19.30. Scelti tre luoghi simbolo: il Museo del Ferro e il Giardino dell’Energia rinnovabile a Pontepetri, l'Osservatorio Astronomico di Pian de’ Termini, sopra Gavinana e il Ponte sospeso a Mammiano Basso

Tre giorni di eventi per ricordate la Linea Gotica del 1944

di

Al Museo SMI di Campo Tizzoro iniziative il 2, 3 e 4 agosto a cura dell’Istituto di Ricerche Storiche e Archeologiche di Pistoia. Nel programma escursioni sui sentieri della linea difensiva fortificata costruita dai nazisti, la mostra di carri armati, la rievocazione storica e la tavola rotonda sul Fucile ’91, le visite guidate al Museo e il concerto di campane tibetane nelle gallerie antiaeree. Possibile acquistare il nuovo biglietto integrato per la montagna pistoiese


UN PAESE ALLA VOLTA / Bellavalle, il nuovo nome voluto da un illustre professore

di

Fu Quinto Santoli,  preside del Liceo Forteguerri per poco meno di 20 anni, autore della riapertura al pubblico della Biblioteca Forteguerriana, fondatore delll'Archivio di Stato e presidente della Fondazione San Giovanni Battista, che volle assolutamente cambiarlo (fino a quel momento per tutti era La Sega). Secolare è invece la storia di questi luoghi: molti nuclei abitati erano già presenti tra il 1500 e il 1600. Il borgo è formato da tante contrade e caratterizzato da sorgenti di acqua finissima. Negli ultimi decenni l'emorragia di abitanti e di servizi. Ha resistito solo una bottega secolare di generi alimentari e tabacchi

Ripopolare le aree periferiche? Ecco come si fa. Ce lo insegna la storia

di

Tanti esempi nel passato lontano dal caso di Torri nel 1400, disabitato e ripopolato grazie alle scelte dell'allora Comune di Pistoia, agli incentivi di carattere socio-economico-fiscale dei Lorena all'epoca del Granducato. Oggi servono scelte precise: potenti incentivi fiscali, leggi (poche) e regolamenti ad hoc, sburocratizzazione, incoraggiamento dell'imprenditoria privata ecosostenibile. Serve soprattutto la “volontà politica”

A Pistoia un nuovo centro dedicato alla ricerca e alla sostenibilità ambientale

di

Si chiama GEA, Green Economy and Agriculture, il progetto sostenuto da Fondazione Caript e Centro Sperimentale per il Vivaismo (Ce.Spe.Vi). Una grande area verde alle porte della città, su una superficie di circa 26 ettari, composta da due parchi: uno scientifico e biotecnologico, l'altro urbano e territoriale. Sabato 8 giugno l'open day con visite guidate, incontri su temi naturali, food market, attività per bambini e musica, e la mostra fotografica "Pianeta Terra" dell’esploratore, fotografo e reporter pistoiese Luca Bracali

UN PAESE ALLA VOLTA / San Pellegrino al Cassero

di

La leggenda vuole che il nome derivi da un viandante in cerca di un luogo per meditare – il figlio di Romano, re di Scozia – che si fermò nella selva denominata Cassero. Il paese formato da tanti, minuscoli borghi. I ricordi di com'era un tempo. La scuola e gli alunni che la frequentavano. Il circolo. Le feste e le processioni. Il lavoro. La raccolta di funghi e dei prodotti del bosco. Le botteghe. Il grande spopolamento