Sanità e sociale, Pistoia  |  novembre 20, 2019

Un evento lungo sei giorni contro la violenza sulle donne

A Pistoia spettacoli, reading, proiezioni, seminari e convegni. Si inizia venerdì 22 fino a lunedì 25, “Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne”, e poi ancora venerdì 29 e sabato 30 Novembre. Tutte le iniziative a ingresso gratuito. Il programma completo. Obiettivo rompere il muro di silenzio e sensibilizzare l'emancipazione da ogni forma di violenza, vessazione e discriminazione

di

Tempo di lettura: circa 4 minuti

PISTOIA – Il 25 novembre è la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Il Comune di Pistoia celebra questa data con un ricco programma di eventi che si svolgeranno da venerdì 22 a sabato 30 novembre, organizzati in collaborazione con alcune associazioni cittadine.

Nell’occasione, domenica 24 e lunedì 25 novembre, dall’imbrunire il loggiato del Palazzo di Giano sarà illuminato di colore rosso.

Il commento della vicesindaco

«Da venerdì ha inizio una settimana importante – evidenzia Anna Maria Celesti, vicesindaco e assessore alle pari opportunità – perché richiama l’attenzione su un tema che segna e stravolge la vita delle vittime di violenze e soprusi per trecentosessantacinque giorni l’anno. Molte le iniziative in programma, patrocinate e seguite dal Comune di Pistoia, con l’obiettivo di rompere il muro di silenzio che coinvolge donne e minori che si trovano in questa difficile situazione, ma anche per sensibilizzare e mantenere alta l’attenzione sulla difesa e sull’emancipazione da ogni forma di violenza, vessazione e discriminazione”.

 

IL PROGRAMMA

thumbnail of 25NOVEMBRE

Cliccare sul pdf per ingrandirlo

Venerdì 22

Si inizia venerdì 22 novembre, alle 21.15, con due appuntamenti. Al Mèlos, lo Spazio delle Musiche in via dei Macelli 11, l’attrice Simona Generali, con l’accompagnamento musicale di Linda Guidi, propone Donne in rete. Racconti di viaggi di sopravvivenza. Si tratta di un monologo teatrale in cui alcune donne, avvalendosi di Internet e dei social, trovano il coraggio di raccontarsi, uscire allo scoperto, affrontare lo scoglio sociale del ‘non dire’ e andare oltre il dolore.

Sempre alle 21.15, al cinema Roma in via Laudesi, l’associazione culturale ‘Ipazia – Coltivar Culture’ propone Donne nel caos venezuelano, il film “denuncia” che la regista Margarita Cadenas ha scelto di caratterizzare completamente al femminile non solo perché racconta di donne, ma perché usa la specificità dello sguardo femminile.

Sabato 23

La rassegna prosegue sabato 23 novembre, alle 21.15 al Mèlos, con monologhi teatrali tratti da testi della giornalista Paola Fortunato. La serata, a cura della Fondazione ‘Un Raggio di Luce Onlus’ si intitola Fermati e Ascolta.

Domenica 24

Il giorno seguente, domenica 24 novembre, alle 16, nella chiesa di San Biagino in via degli Archi, è in programma Guardami e ascoltami, un incontro sul tema organizzato dall’associazione ‘Camelia’ in collaborazione con il Centro Antiviolenza Aiutodonna della Società della Salute Pistoiese e la sezione pistoiese dell’associazione F.i.d.a.p.a. Seguirà l’inaugurazione della mostra L’Arte di parte, nella quale saranno esposte le opere di artisti che raccontano il loro punto di vista sul tema della violenza alle donne. Dopo il vernissage è previsto il laboratorio artistico Ferm-A(r)ti, aperto ad adulti e bambini, tenuto dall’illustratore Raffaele Posulu.

Lunedì 25

Lunedì 25 novembre, alle 9.30, al Mèlos si terranno il seminario e il laboratorio esperienziale sul fenomeno della violenza di genere. L’iniziativa è organizzata dal Comune di Pistoia, dalla Società della Salute Pistoiese, dalla Questura di Pistoia e dal Centro Antiviolenza Aiutodonna di Pistoia ed è rivolta in particolare agli studenti degli istituti secondari. Il titolo, evocativo e emblematico, è Sempre la stessa storia. Oppure no?. Nell’occasione sarà presentata la nuova edizione del corso di prevenzione e autodifesa La miglior difesa sei tu.

Ancora due appuntamenti, sempre lunedì 25 novembre. Nella sede della Cgil alle Fornaci in via Giuseppe Gentile 40/S, alle 17, ci sarà l’inaugurazione della panchina rossa contro la violenza di genere. La panchina rossa, colore del sangue, è il simbolo del posto occupato da una donna che non c’è più, portata via dalla violenza. Accompagnano l’inaugurazione le letture di Mimma Melani.

Le proposte del 25 novembre si concludono alle 21 alla Cgil di Pistoia in via Puccini 104, nel salone ‘Luciano Lama’, con la proiezione della pellicola Zitta!. Il film, del 2018, parla della manipolazione psicologica e delle percosse a cui sono sottoposte le donne, ma anche l’autoviolenza, la mancanza di educazione, l’indifferenza.

Venerdì 29

La mattina di venerdì 29 novembre, alle 9.30, alle 11 e alle 12.30, nella biblioteca San Giorgio in via Pertini, l’Istituto Suore Mantellate di Pistoia propone alle scuole secondarie di primo e secondo grado di Pistoia e provincia il reading-spettacolo a cura del gruppo teatrale QuiProQuo Ti amo da morire tratto dal libro Ferite a morte di Serena Dandini. La partecipazione è riservata agli studenti prenotati.

Il pomeriggio, alle 17, ancora un appuntamento alla San Giorgio con la conferenza dal titolo Ma non chiamarlo amore. La violenza sulle donne, un male sociale e non privato. L’incontro è organizzato dall’associazione ‘L’arcobaleno Verticale’ in collaborazione con gli Amici della San Giorgio e con la Fidapa (Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari) di Pistoia.

Dopo l’introduzione a cura della Questura di Pistoia, intervengono la psicoterapeuta e presidente dell’associazione ‘L’Arcobaleno Verticale’ Marisa Stellabotte e l’avvocato Iole Vannucci, presidente della Sezione di Pistoia della Fidapa. Previste letture sull’argomento della violenza sulle donne a cura dell’Associazione Amici della San Giorgio e Fidapa sezione di Pistoia, oltre a proiezioni multimediali a cura di Barbara Gianni dell’associazione L’Arcobaleno Verticale.

Sabato 30

Nell’auditorium Terzani della biblioteca San Giorgio, sabato 30 novembre, alle 16, si concludono gli appuntamenti della rassegna con la presentazione del libro Sono innamorata di Pippa Bacca. Chiedimi perché di Giulia Morello. Il libro racconta la storia di Giuseppina Pasqualino di Marineo, in arte Pippa Bacca, uccisa in Turchia nel 2008 durante la performance artistica ‘Brides on Tour – Spose in viaggio’ per portare un messaggio di pace in Paesi dilaniati dalle guerre.

Sarà presente l’autrice. Introduce Alice Tripp. L’incontro è in collaborazione con la Fondazione Valore Lavoro.

Tutte le iniziative in programma sono gratuite.


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.