Ambiente, San Marcello  |  marzo 30, 2019

Osservatorio astronomico, rinnovata la convenzione al Gamp

Sarà ancora il Gruppo astrofili della Montagna pistoiese a organizzare attività culturali e di ricerca all'impianto di Pian de' Termini. La convenzione con il Comune di San Marcello Piteglio sarà valida per un anno, dal 1 aprile 2019 al 31 marzo 2020. Il funzionamento della struttura. L'orario di apertura nel periodo estivo e invernale. Le prenotazioni alla Biblioteca comunale

di

Tempo di lettura: circa 0 minuti

SAN MARCELLO – È ufficiale: il Comune di San Marcello Piteglio affida al Gamp – Gruppo astrofili della Montagna pistoiese – l’organizzazione delle attività di ricerca, culturali, didattiche e divulgative all’Osservatorio astronomico di Pian de’ Termini. La convenzione sarà valida dal 1 aprile 2019 al 31 marzo 2020: dal momento che quella precedente scadrà domani, domenica 31 marzo, l’attività dell’osservatorio non verrà interrotta.

Gestione struttura e organizzazione attività

Sono state due le procedure indette dal Comune: la prima per la concessione della gestione della struttura, la seconda per l’affidamento dell’organizzazione delle attività culturali e di ricerca. Per quest’ultima è pervenuta un’unica istanza da parte del Gamp. Come indicato nell’avviso di manifestazione d’interesse, nel caso in cui un solo soggetto avesse presentato adesione, era facoltà dell’Amministrazione avviare con questo una trattativa privata.

Il programma di aperture

In base al programma di gestione presentato dal Gamp, l’osservatorio sarà aperto: il lunedì, venerdì e sabato sera, il martedì e la domenica mattina – per l’osservazione del sole – nel periodo estivo; il venerdì e il sabato sera, il martedì e la domenica mattina nel periodo invernale.

Per prenotazioni rivolgersi alla biblioteca comunale Bellucci (0573/621289).


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.