Cultura & Spettacoli, Pistoia  |  luglio 5, 2018

Campionato della Bugia, tutto pronto a Le Piastre per la 42esima edizione

Pesentata in Palazzo comunale a Pistoia la due giorni del 4 e 5 agosto. Ospite d'onore Dario Vergassola. Il programma prevede la cena bugiarda e The Bugia show il sabato, con la premiazione delle sezioni letteraria, radiofonica e grafica. Domenica la sfida "live" fra i raccontatori bugiardi e lo spettacolo conclusivo di Emiliano Burattini. Per le strade del paese esposte le 700 vignette in concorso quest'anno

di

Tempo di lettura: circa 3 minuti
Il vincitore della passata edizione. Nella foto grande la "lectio magistralis" di Paolo Hendel

PISTOIA – Tutto pronto per la quarantaduesima edizione del Campionato italiano della Bugia che si terrà nella piazza della chiesa de Le Piastre, sabato 4 e domenica 5 agosto prossimi. Il programma è stato presentato stamani, giovedì 5 luglio, nella conferenza stampa in Palazzo comunale a Pistoia. Si parte alle 19.30 di sabato 4 agosto con la cena bugiarda in piazza (prenotarsi inviando una mail a [email protected]) e, a seguire, l’ormai tradizionale The Bugia show. Al suo interno le premiazioni delle sezioni letteraria (al momento sono oltre settanta coloro che aspirano ad essere dichiarati da Sandro Veronesi, scrittore “più bugiardo d’Italia”), radiofonica, grafica italiana e grafica internazionale. Ospiti della serata anche Alessandro Masti di Radio Toscana e Andrea Bonechi di Lercio.it. Presenta il comico Emiliano Buttaroni, direttore artistico del Campionato.
Domenica 5 agosto alle 12.30 gli esercenti locali organizzano pranzi a tema (prenotarsi al bar Margherita, 0573-472400 o al ristorante Amalfi 0573-472075). Poi spazio per ammirare le oltre 700 vignette che verranno esposte nelle strade del paese e, con inizio alle 16.30, la sfida tra i migliori raccontatori bugiardi. In mezzo la lezione magistrale del comico Dario Vergassola a cui verrà consegnata la laurea di bugiardo ad honorem. Poco prima di cena, la proclamazione dell’adulto e del bambino più bugiardi d’Italia e poi ancora una cena popolare in piazza, seguita alle 21 dallo spettacolo ad ingresso libero “Storia degli anni Ottanta” di e con Emiliano Buttaroni.
Dal 28 luglio al 18 agosto le strade de Le Piastre ospiteranno anche “In vino satira”, la mostra personale del vincitore della sezione grafica italiana 2017, Stefano Gamboni, autore della scenografia del Campionato 2018.
«Anche quest’anno – commenta Emanuele Begliomini, magnifico rettore dell’Accademia della Bugia – l’Accademia ha cercato di offrire ai sempre più mumerosi spettatori, un programma ricco e di qualità, al quale uniamo la festa per il primo compleanno del Museo della Bugia. Gli abitanti di Le Piastre stanno lavorando davvero sodo per preparare il paese rendendo la presenza al Campionato divertente e indimenticabile».
“Il Campionato italiano della Bugia – sottolinea l’assessore al turismo e politica della collina e per la montagna del Comune di Pistoia Alessandro Sabella – è giunto quest’anno alla quarantaduesima edizione, una iniziativa longeva e molto apprezzata non solo nel panorama nazionale ma anche internazionale. Si tratta di una manifestazione che è cresciuta nel tempo grazie all’instancabile lavoro dell’Accademia della Bugia. L’evento valorizza le bellezze della nostra collina e montagna facendole conoscere a un pubblico sempre più numeroso e attento alla natura e ai paesaggi. L’Amministrazione vuole rafforzare il legame con iniziative come quella del Campionato della Bugia per promuovere il turismo ambientale e culturale sul territorio pistoiese”.

Per tutto il resto ci sono www.labugia.it e www.facebook.com/campionatodellabugia

Foto di gruppo al termine della conferenza stampa in Palazzo comunale. Da sinistra il presentatore Fausto Livi, l’assessore Alessandro Sabella, il “magnifico rettore” Emanuele Begliomini e l'”accademico” Calogero Armato

Il logo del Campionato della bugia edizione 2018

 


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.