Economia, Pistoia  |  marzo 22, 2018

Innovazione in agricoltura, un premio alle migliori “start up” giovanili

Al via le iscrizioni, aperte fino al 15 aprile, al concorso dedicato a imprenditori sotto i 40 anni. Che prevede sei diverse categorie: Impresa3.Terra, Campagna Amica, Sostenibilità, Fare Rete, Noi per il sociale e Creatività. Simona Falzarano (Giovani Coldiretti di Pistoia): mostriamo la nostra capacità di innovare. Come partecipare

di

Tempo di lettura: circa 3 minuti
Simona Falzarano

PISTOIA – Al via le iscrizioni al premio per l’innovazione dedicato alle giovani start up nelle campagne italiane. “Anche noi giovani agricoltori pistoiesi siamo chiamati – annuncia Simona Falzarano, delegata Coldiretti Giovani Imprese della provincia- a mostrare la nostra capacità di produrre eccellenze e innovazione. Partecipare è semplice e gratificante, come per tanti nostri colleghi negli anni passati. Basta avere meno di 40 anni ed esporre il proprio modo di fare impresa agricola tramite il sito di Coldiretti Giovani Impresa e comunque recandosi in una delle sedi Coldiretti sul territorio. Le iscrizioni scadono il 15 aprile”. Il premio è articolato in 6 categorie: Impresa3.Terra, Campagna Amica, Sostenibilità, Fare Rete, Noi per il sociale, Creatività.

I giovani agricoltori in Toscana

I giovani che vedono il proprio futuro nel settore agricolo crescono, in tutta la Toscana. Secondo recenti dati Inps delle 23.300 aziende agricole toscane condotte in forma autonoma con titolari imprenditori agricoli o coltivatori diretti ben 3.850 hanno un titolare under 40 quindi, siamo al 16.5%.

“A Pistoia una bella squadra di giovani”

Dal Montalbano, al Pesciatino, dalla Piana pistoiese a quella della Valdinievole, alla Montagna sono tante realtà giovanili che possono ambire al premio per l’innovazione dedicato alle giovani start up. “Sarà una bella sfida confrontarsi con le idee innovative di tutta Italia – spiega Simone Ciampoli, direttore di Coldiretti Pistoia-. A Pistoia c’è una bella squadra di giovani, che darà il proprio contributo per consolidare la tendenza in atto, che vede i nuovi imprenditori agricoli protagonisti del mondo agroalimentare, che ha molte sfaccettature e diramazioni, che vanno a toccare e legarsi a molti altri settori, dal design al turismo. Ed un contributo importante lo daranno anche le nuove leve del florovivaismo pistoiese”.

Un concorso con sei categorie

Sono sei le categorie del concorso dedicato alle giovani start up nelle campagna italiane. Le iscrizioni sono aperte fino al 15 aprile 2018 e si possono presentare, sia contattando gli uffici zona della Coldiretti, sia tramite il sito web http://giovanimpresa. coldiretti.it.

La prima categoria è “Impresa3.Terra”, e premierà i progetti di quelle giovani aziende agroalimentari che hanno creato una cultura d’impresa esemplare, riuscendo a incanalare creatività, originalità e grande abilità progettuale per lo sviluppo e la crescita dell’agricoltura italiana coniugando tradizione e innovazione.

La categoria “Campagna Amica” valorizzerà i prodotti tipici italiani su scala locale, nazionale e mondiale rispondendo alle esigenze dei consumatori in termini di sicurezza alimentare, qualità e tutela ambientale.

“Sostenibilità” ambientale è la parola d’ordine di quei progetti che promuovono un modello di sviluppo sostenibile, riducendo al minimo la produzione di rifiuti, risparmiando energia e materiali attraverso processi che tutelano l’ambiente.

“Fare Rete” prende in esame quei modelli di imprese, cooperative, consorzi agrari, società agricole e start up, capaci di creare reti sinergiche in grado di massimizzare i vantaggi delle aziende agroalimentari e del consumatore finale. Si tratta di progetti promossi nell’ambito di partenariati variegati, che coniugano agricoltura e tecnologica così come artigianato tradizionale e mondo digitale, arrivando fino agli ambiti del turismo, del design e di ricerca accademica.

“Noi per il sociale” promuove quei progetti volti a rispondere a bisogni della persona e della collettività, grazie alla capacità di trasformare idee innovative in servizi e prodotti destinati a soddisfare esigenze generali e al tempo stesso creare valore economico e sociale. Possono partecipare Enti Pubblici, Cooperative e Consorzi capaci di creare sinergia con realtà agricole a fini sociali. Solo per questa categoria l’età non è vincolante.

“Creatività”, infine, centra l’attenzione sull’originalità di idea, di prodotto e di metodo.


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.