Personaggi e Interpreti, Piteglio, San Marcello  |  giugno 21, 2017

La festa dei 25 anni di sacerdorzio di Don Mattia Klimek

Appuntamento sabato pomeriggio nella chiesa Santa Barbara di Campo Tizzoro. Da 8 mesi parroco della stessa stessa comunità oltre a quelle di Pracchia, Lagacci e Frassignoni. Ordinato 25 anni fa a Cracovia dove ha ottenuto la laurea in teologia spirituale presso la Pontificia Accademia di Teologia

di

Tempo di lettura: circa 1 minuti
Don Mattia Klimek
Don Mattia Klimek

 

CAMPO TIZZORO (SAN MARCELLO PITEGLIO) – Nel pomeriggio di sabato prossimo, 24 giugno, nella chiesa Santa Barbara di Campo Tizzoro, Don Mattia Klimek, festeggerà i 25 anni di sacerdozio. Don Mattia è da soli 8 mesi parroco di alcune comunità della montagna pistoiese, ovvero Campo Tizzoro, Pracchia, Lagacci e Frassignoni.

Polacco di origine, cittadino italiano da diversi anni, don Mattia Klimek inizia il suo cammino verso il presbiterato all’interno di una esperienza di vita monastica. Viene ordinato 25 anni fa a Cracovia e successivamente inviato in Italia dalla sua Congregazione. Qualche anno dopo passa alla diocesi di Pistoia. Svolge il suo ministero nelle Comunità di Pavana, Bacchereto e ultimamente in Sardegna.

Affascinato dalla Chiesa che guarda il futuro tornando alla sua sorgente, al Vangelo. Nel suo servizio pastorale pone con convinzione il bene dell’uomo al primo posto: “Il sabato è stato fatto per l’uomo, non l’uomo per il sabato”. Klimek ha conseguito la laurea di dottorato in teologia spirituale presso la Pontificia Accademia di Teologia a Cracovia ed è proprio la passione per la spiritualità che lo porta a condividere la sapienza di un grande mistico del medioevo Maestro Eckhart: “Se tu sei in contemplazione della Santissima Trinità, e un tuo fratello ti chiede un tè, lascia la Trinità e vai a preparare il tè, perchè il Dio che trovi è più sicuro di quello che lasci”.


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.