Personaggi e Interpreti, Sambuca  |  aprile 27, 2017

Pro loco di Pavana, eletto il nuovo consiglio. Fra tradizione e innovazione

Nuova presidente Marina Stocchi che succede a Franco Casari. La nuova sede ospiterà la mostra “Gucciniana”, una trentina di quadri di Paolo Maiani, ciascuno ispirato a una canzone del cantautore. Già pronto un ricco il programma di eventi, soprattutto a luglio e agosto. E per l'autunno già si pensa a corsi di cucina, informatica e fotografia oltre a un concorso fotografico e convegni sulle peculiarità del territorio

di

Tempo di lettura: circa 3 minuti
La nuova presidente Marina Stocchi
La nuova presidente Marina Stocchi

 

PAVANA (SAMBUCA) – Forse non sarà il classico paese di montagna che il più turistico paesaggio alpino ha trasmesso all’immaginario collettivo. Forse il suo nome dirà poco a un visitatore che dell’Appennino tosco-emiliano conosce vie degli dei e orridi della Garfagnana. Ma a Pavana la bellezza c’è e si vede. Basta addentrarsi per poco entro le vie del paese, affacciarsi sulla valle tagliata dal fiume Limentra o guardarsi in giro, alla ricerca delle tracce di un passato medievale. E la bellezza non finisce nei luoghi. Sono le persone a rendere particolare il paese, la loro tempra e la ferma volontà di restare.

Il nuovo consiglio della pro loco

Foto-Pavana-003

Nei giorni scorsi è stato presentato il nuovo consiglio direttivo della pro loco. Un cambio di guardia alla presidenza, dopo che, per anni, Franco Casari, pavanese doc, ha guidato l’associazione facendo fronte anche ai periodi più duri. A succedergli Marina Stocchi, 49 anni, “pavanese – come ha precisato durante l’incontro – non di nascita, né di adozione, ma per scelta. I miei nonni materni erano di qui ed io, fin dall’età di 8 anni, decisi che sarei tornata per viverci stabilmente”.

A supportarla nella nuova sfida, che la vedrà in carica fino al 2020, saranno il vicepresidente Giampaolo Barrottu, la cassiera Pamela Casari, il segretario Paolo Primi e i consiglieri Marzia Butelli, Maurizio Cattani, Catia Iozzelli, Aleandro Minichetti. Il presidente uscente Franco Casari, insieme a Ariela Caruso e Umberto Tonini, entrerà a far parte del collegio dei sindaci revisori.

Tradizione e innovazione

La linea del nuovo consiglio si pone nel rispetto della tradizione, pur non trascurando un’azione all’insegna dell’innovazione. Confronto e trasparenza sono le parole chiave. Nel solco di quanto fatto fino ad ora, i nuovi dirigenti cercheranno di contribuire ancor di più a conservare la bellezza dei luoghi, salvaguardando al massimo il decoro urbano.

Un ricco calendario di manifestazioni

Le feste paesane continueranno ad essere organizzate con l’intento di sempre: aggregare. Un ricco calendario di eventi, in programma soprattutto per i mesi di luglio e agosto, è già stato delineato. Solo per citarne alcuni, alla tradizionale “Festa della Fiorentina”, che quest’anno si terrà il 7 e l’8 luglio, si affiancheranno tante novità come la rassegna di cori del 29 luglio e il “Pavana sotto le stelle”, un evento nato per celebrare la notte di San Lorenzo.

In omaggio, invece, al concittadino più illustre, il cantautore Francesco Guccini, la pro loco si è impegnata a ricavare quanto prima nella nuova sede uno spazio per ospitare la mostra “La Gucciniana”, formata da una trentina di quadri realizzati dall’artista Paolo Maiani, ciascuno dei quali ispirato a una canzone di Guccini.

“Aperti al contributo di tutti”

Per la pro loco inizia un nuovo capitolo della sua storia. Dopo i sacrifici sostenuti per ristrutturare la sede andata distrutta a causa di un incendio, l’associazione vuole ripartire a vele spiegate. Per far questo, però, occorre che gli abitanti tornino a guardare al proprio paese con un moto di orgoglio, riscoprire un senso di appartenenza non ancora andato perduto. “Per questo – dice la neopresidente Stocchi – siamo assolutamente disponibili a discutere di qualsiasi iniziativa che possa promuovere l’immagine di Pavana ed anzi invitiamo tutti coloro che volessero contribuire con le proprie idee a farsi avanti”.

Per l’autunno, nel frattempo, si parla già di tenere dei corsi di cucina, informatica, fotografia e molto altro ancora. Di un concorso fotografico e della possibilità di organizzare alcuni convegni che approfondiscano le peculiarità del territorio. Il tutto per la gente del posto e per chi viene da fuori. Perché la bellezza di un posto sta nei luoghi, ma la sua anima nelle persone.


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.