Economia, San Marcello  |  aprile 28, 2017

La “Banchina” della montagna si allarga e diventa Banca Alta Toscana

Assemblea dei soci della Bcc Vignole e Montagna Pistoiese alla Baccarini di San Marcello. Spiegata la fusione con la Bcc di Masiano e la nascita della nuova entità. Prossimo appuntamento per la discussione e approvazione previsto il 27 maggio nella “Cattedrale” ex Breda a Pistoia. La storia dell'istituto di credito iniziata con la nascita della Cassa Rurale nel 1919

di

Tempo di lettura: circa 3 minuti
L'assemblea dei soci alla Baccarini
L'assemblea dei soci alla Baccarini

SAN MARCELLO – Dal 1919 al 2017, quanta storia in questi 98 anni, quanti cambiamenti per quella che fu “La Banchina” di Maresca, nata per conservare, sviluppare e mantenere nel tempo i valori della mutualità e della cooperazione, rafforzando il legame fra i propri soci fino ad oggi. Un movimento cooperativo che ha saputo costantemente adeguarsi alle esigenze ed ai cambiamenti imposti dall’evolversi della società. Uno sguardo rapido alle tappe più significative permette di capire questa affermazione.

Un po’ di storia

Era da poco terminata la prima guerra mondiale quando Don Sestilio Frosini, giovane prete e parroco di Maresca, cercò di casa in casa proseliti per aprire una Cassa Rurale che nascerà nel 1919 col nome di “Cassa Rurale di Depositi e Prestiti di Maresca- s.c.n.c.”.Nel 1938 la banca assume la denominazione di “Cassa Rurale ed Artigiana di Maresca.- s.c.n.c.”; dopo 73 anni, nel 1994, diventa “Banca di Credito Cooperativo di Maresca s.c.r.l.” (B.C.C.) e l’anno successivo si chiamerà “Banca di Credito Cooperativo Montagna Pistoiese- Maresca. s.c.r.l.” (B.C.C.). È il 2012 l’anno della fusione, nasce la nuova “Banca di Credito Cooperativo di Vignole e Montagna Pistoiese”. La data del 27 maggio 2017 è quella indicata per la nascita della “Banca Alta Toscana”, frutto di un’integrazione con la Bcc di Masiano.

Alla Baccarini dirigenza al completo

banca alta toscana

È per quest’ultimo motivo e che mercoledì scorso si è tenuto un incontro alla Baccarini di San Marcello, dei soci della Banca di Vignole e Montagna Pistoiese ed anche per discutere il bilancio 2016 e dei cambiamenti che avverranno con la fusione per incorporazione della Bcc di Masiano s.c. Come per le grandi occasioni, sala affollata e direzione della banca presente al completo, a partire dal suo presidente, Giancarlo Gori, il direttore Elio Squillantini, i vice direttori, il presidente della Fondazione, Franco Benesperi, il vice presidente Stefano Brizzi, il consigliere Stefano Gaggini, direttori di filiale, altri funzionari e molto pubblico.

Le ragioni della nuova fusione

Ha introdotto la responsabile ufficio soci della Bcc, Emanuela Ferri. Il presidente Giancarlo Gori ha spiegato le motivazioni che hanno spinto la dirigenza a lavorare per incorporare una nuova banca, dopo che nel 2012 c’era stata la fusione della Bcc di Vignole con la Bcc della Montagna Pistoiese. Ragioni e motivazioni da ricercarsi non solo nei nuovi assetti che sta assumendo il mondo del credito cooperativo, derivanti anche da nuove disposizioni di legge, ma anche da motivi di mercato, di razionalizzazione della presenza delle Bcc sul territorio e di solidarietà. La proposta di incorporazione sarà discussa in apposita assemblea straordinaria che sarà tenuta a Pistoia sabato 27 maggio presso la Cattedrale (area ex – Breda) di Pistoia, se sarà approvata la nuova banca si chiamerà “Banca Alta Toscana – Credito Cooperativo s.c.”, avrà 221 dipendenti, oltre 8.000 soci, 22 agenzie, uno sportello completamente automatizzato e numerosi A.T.M. sparsi sul territorio di competenza.

L’illustrazione del direttore Squillantini

Il direttore Elio Squillantini ha ampiamente illustrato il bilancio 2016 che presenta un utile netto di oltre un milione e mezzo di euro. Utile superiore, anche se non di molto, a quello 2015. Il direttore ha voluto sottolineare come sia pensabile e auspicabile aumentare gli impieghi per la banca, avendo a disposizioni con la fusione nuove zone operative e come sia importantissimo attuare investimenti sul personale per nuove funzioni, che già il presente, e in particolare il futuro, riserverà loro.

All’assemblea ordinaria e straordinaria del 27 maggio prossimo la banca ha predisposto, per i soci residenti in Montagna un bus navetta gratuito, con prenotazione obbligatoria, entro il 12 maggio, con partenza dalla piazza Matteotti di San Marcello alle 14,30 e dalla piazza Stazione di Maresca alle 14,45. Per prenotazione e info: 0573-707015/0573-7070227.


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.