Ambiente, San Marcello  |  luglio 21, 2016

Fra storia e ambiente, alla scoperta dei paesaggi culturali della Montagna pistoiese

Tanti appuntamenti sabato 23, nella seconda giornata del patrimonio diffuso, il progetto promosso da "Valle Lune". Al mattino dibattito alla Baccarini e un laboratorio per bambini. Nel pomeriggio la visita al sito dell'antica fortezza di Castel di Mura. Nel percorso osservazione del paesaggio naturale e uno scavo archeologico simulato

di

Tempo di lettura: circa 3 minuti
La locandina con il programma dell'evento

SAN MARCELLO – Sabato 23 luglio a San Marcello Pistoiese si terrà la seconda delle due Giornate del Patrimonio Diffuso promosse dall’associazione di volontariato “Valle Lune”. Nel programma incontri, visite guidate e laboratori per innamorarsi dei paesaggi della Montagna Pistoiese, una ‘rete’ unica della quale fanno parte i paesi, i boschi, i terreni coltivati così come le antiche vie e i ruderi. Le due giornate hanno avuto il patrocinio dei comuni di San Marcello Pistoiese e di Piteglio e sono state rese possibili dal contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e dai contribui dei comuni di San Marcello e di Piteglio, della S.O.M.S. “A. Baccarini” e della Unicoop Montagna Pistoiese.

Il dibattito alla Baccarini

La giornata del 23 luglio inizierà alle 0.30 nella sala della S.O.M.S. “Alfredo Baccarini” a San Marcello con tre relazioni affidate a Francesco Zan, (Dipartimento Sagas – Università di Firenze), Alice Sobrero (assessore alle politiche culturali del comune di San Marello P.se) e Debora Marchionni (libera professionista). L’intervento di Francesco Zan, “Tra geografia, storia e ambiente. Il buon governo della montagna medicea: un excursus tra manoscritti e incisioni del ‘600 ritrovate di recente nelle valli della Lima e del Sestaione”, presenterà i risultati di un’interessante ricerca svoltasi nel territorio della Montagna pistoiese che ha permesso di riscoprire le pratiche di gestione del territorio messe in atto nel XVII secolo dai Medici. Alice Sobrero, con la sua relazione “Dalla ricognizione allo scavo: le Torri di Popiglio dal 2000 al 2006”, ripercorrerà la storia delle ricerche archeologiche, realizzate dal 2000 al 2006 dall’Università di Pisa, che hanno condotto allo scavo delle Torri di Popiglio. Il contributo di Debora Marchionni, “Sinergie tra Associazioni di volontariato e Pubblica amministrazione”, infine, traccerà il percorso fatto dall’associazione Valle Lune per realizzare i propri interventi nel rispetto delle leggi e in collaborazione con i Comuni e gli uffici periferici del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Il laboratorio per bambini

Contemporaneamente alle relazioni si svolgerà un laboratorio per bambini “Vivere nel castello. Ricostruire la vita all’interno delle fortezze attraverso i documenti e i resti archeologici: la vita civile”. Il laboratorio è gratuito ed è indicato per bambini dai 6 ai 12 anni. Il laboratorio è aperto a tutti: possono partecipare senza la presenza di un adulto soltanto i bambini accompagnati dai partecipanti agli incontri, diversamente è richiesta la presenza di almeno un adulto che si trattenga durante lo svolgimento dell’attività.

La visita alla fortezza Castel di Mura

Nel pomeriggio, sia per i grandi che per i bambini, sarà possibile visitare il sito dell’antica fortezza di Castel di Mura, con la guida di Simonetta Lupi e Cristina Taddei. È consigliato l’uso di un servizio navetta gratuito da San Marcello a Lancisa (ritrovo alle 14 in Piazza Matteotti – San Marcello). Prima di raggiungere Monte Castello, dove sorgono i ruderi della fortezze, si potrà percorrere a piedi Via dei Ripi fino alla località la Croce. Chi preferisce affrontare a piedi un tratto più breve potrà proseguire con la navetta fino a Lancisa e da lì a piedi raggiungere Monte Castello.
Il percorso fino alla fortezza sarà guidato da Simone Vergari (Cooperativa Itinerari) e consentirà, attraverso l’osservazione diretta, di scoprire la storia del paesaggio naturale di questa porzione della Montagna pistoiese. Durante la visita alla fortezza di Castel di Mura i giovani partecipanti potranno prendere parte a un’esperienza di scavo archeologico simulato, provando in prima persona in cosa consista il lavoro dell’archeologo.
Per informazioni: Fabiano Fini 3388393423 [email protected] – Cristina Taddei 3389901507, [email protected]


La Redazione

Con il termine La Redazione si intende il lavoro più propriamente "tecnico" svolto per la revisione dei testi, la titolazione, la collocazione negli spazi definiti e con il rilievo dovuto, l'inserimento di immagini e video. I servizi pubblicati con questa dizione possono essere firmati da uno o più autori oppure non recare alcuna firma. In tutti i casi la loro pubblicazione avverrà dopo un attento lavoro redazionale.